Visto dalla Cina
26.03.2020 - 09:49
 
 
ITALIA
  
Italia-Cina: coronavirus, team di esperti arrivato a Milano, lavorerà in Toscana
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Il terzo team di medici cinesi esperti in Covid-19, proveniente dalla regione meridionale cinese del Fujian, è atterrato nella serata di ieri a Milano con un carico di materiali sanitari donati all'Italia, pronti ad assistere i colleghi italiani nella lotta contro l'epidemia in Toscana. Ad accogliere il team di esperti c'erano l'ambasciatore Li Junhua, il console generale a Milano Song Xuefeng, il console generale a Firenze Wang Wengang e il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Secondo quanto annunciato in un tweet dall'Ambasciata cinese a Roma, con lo stesso aereo sono ripartiti dopo circa due settimane i medici cinesi del primo team arrivato in Italia nelle scorse settimane. Il team aveva visitato l'Istituto Spallanzani di Roma e altri ospedali del Nord Italia, tra cui Padova e Milano.
Politica interna
  
Hong Kong: coronavirus, ad Lam mette in guardia da impennata casi importati
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Il capo esecutivo della Regione amministrativa speciale di Hong Kong, Carrie Lam, ha avvertito di un'impennata nei casi importati di coronavirus a causa del peggioramento della situazione all'estero e ha fatto alla comunità per sforzi concertati contro la diffusione della malattia. In un articolo pubblicato ieri sul sito web dell'amministratore delegato, Lam ha osservato che la situazione Covid-19 a Hong Kong è relativamente stabile rispetto ad alcune altre regioni del mondo, ma ha subito un cambiamento molto preoccupante da metà marzo con un forte aumento nel numero di casi importati. Descrivendo la lotta contro l'epidemia come una guerra prolungata, il capo esecutivo ha sottolineato che ora "non è il momento di rilassarsi, altrimenti gli sforzi di Hong Kong degli ultimi due mesi saranno sprecati e le conseguenze saranno inimmaginabili". "Per superare l'epidemia, il supporto continuo e la cooperazione di ogni membro del pubblico è essenziale.
ECONOMIA
  
Cina: import semi di soia da Stati Uniti aumentato di sei volte nell'ultimo anno
Shenzhen, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Le importazioni cinesi di semi di soia dagli Stati Uniti nei primi due mesi dell'anno sono aumentate di sei volte rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, secondo i dati rilasciati oggi dall'Amministrazione generale delle dogane. La Cina, il principale importatore mondiale di semi oleosi, ha esportato 6,101 milioni di tonnellate di semi di soia negli Stati Uniti a gennaio e febbraio, rispetto a 1.044 milioni di tonnellate negli stessi mesi del 2019, secondo i dati. Le importazioni erano in linea con le spedizioni cinesi dagli Stati Uniti a dicembre, che erano salite a 3,09 milioni di tonnellate, 44 volte il livello di un anno fa. I frantoi cinesi hanno acquistato semi di soia Usa in diversi round di acquisti a seguito di una tregua commerciale concordata nel dicembre 2018 e dopo che Pechino ha concesso esenzioni agli importatori che li avrebbero esentati da tariffe supplementari su alcuni carichi statunitensi.
SOCIETÀ E CULTURA
  
Cina: coronavirus, sei morti e 67 nuovi casi di infezione nelle ultime 24 ore
Hong Kong, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - La Commissione nazionale sanitaria cinese ha ricevuto segnalazioni di 67 nuovi casi confermati di Covid-19 nella Cina continentale ieri, tutti importati. La provincia di Hubei, focolaio dell'epidemia, ha registrato sei nuove morti, cinque delle quali nella capitale provinciale Wuhan, portando il totale nella provincia a 3.169. La commissione sanitaria di Hubei, ha riferito che la provincia ha registrato un aumento pari a zero nei nuovi casi Covid-19 nelle ultime 24 ore. La provincia ha anche visto 391 pazienti dimessi dall'ospedale dopo il recupero. Tra i 3.431 pazienti in cura in ospedale, 914 sono ancora in gravi condizioni e altri 287 in condizioni critiche, secondo la commissione. Ieri non sono stati segnalati nuovi casi sospetti nell'Hubei. Dall'inizio dell'epidemia, l'Hubei ha riportato un totale di 67.801 casi confermati di Covid-19, inclusi 50.006 a Wuhan. Con gli ultimi 67 casi, sale a 541 il numero totale di casi importati, secondo la commissione.
  
Cina: Wuhan, aeroporto riprenderà voli l'8 di aprile, esclusi internazionali e verso Pechino
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - L'aeroporto di Wuhan, capitale della provincia centrale cinese di Hubei ed epicentro della Covid-19, riprenderà i servizi di volo a partire dall'8 aprile. Secondo quanto riferisce la stampa cinese che cita le autorità locali, i voli verso destinazioni internazionali e verso Pechino continueranno a rimanere sospesi. A partire da oggi sono invece revocate le restrizioni sui viaggi da e verso la provincia di Hubei. La Commissione sanitaria della provincia ha deciso di revocare tutte le restrizioni di viaggio ad eccezione della città di Wuhan. Le restrizioni ai viaggi per lasciare Wuhan saranno revocate l'8 aprile (la città è stata completamente chiusa e isolata dal 23 gennaio), e le persone potranno lasciare la città disponendo di un codice sanitario, ha affermato la commissione.
  
Cina: uomo muore a causa di infezione da hantavirus trasmesso dai roditori
Xi'an, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Nella giornata di lunedì un uomo si è sentito male durante un viaggio in autobus verso la provincia cinese di Shandong è deceduto in ospedale nella contea di Ningshan, nella provincia dello Shannxi: l'uomo sarebbe morto a causa di una infezione da hantavirus, un virus che si diffonde dai roditori. Secondo quanto riferisce il quotidiano cinese "Global Times", tutti gli altri passeggeri sono risultati negativi per la Covid-19 e i loro risultati dei test per hantavirus sono in sospeso, ha spiegato oggi il governo della contea di Ningshan. "È improbabile che il paziente abbia infettato i suoi compagni di viaggio, anche se erano seduti sullo stesso autobus, poiché l'infezione non si verifica di solito tra le persone. Normalmente le persone non vengono attaccate contemporaneamente da hantavirus e Covid-19", ha spiegato Yang Zhanqiu, un virologo dell'Università di Wuhan. "A differenza della Covid-19, l'hantavirus nella maggior parte dei casi non si trasmette attraverso il sistema respiratorio, ma bensì attraverso escrezioni umane e il sangue di un paziente infetto", ha detto Yang.
  
Hong Kong: coronavirus, 281 cittadini sono tornati a casa dall'Hubei
Hong Kong, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Un totale di 281 residenti di Hong Kong bloccati nella provincia centrale cinese di Hubei a causa dell'epidemia da Covid-19 sono stati riportati a casa ieri da due voli charter commissionati dal governo. I due voli, con a bordo rispettivamente 131 e 150 passeggeri, sono atterrati all'aeroporto internazionale di Hong Kong rispettivamente alle 18 e le 21 circa, ora locale. Il segretario per gli affari costituzionali e di terraferma del governo Patrick Nip, che ieri si è diretto nell'Hubei per guidare l'operazione, ha riferito ai media al suo arrivo a Hong Kong sul secondo volo noleggiato che tra i passeggeri 121 sono rimasti bloccati nella città di Xianning, 76 a Huangshi città, 41 nella città di Xiaogan e il resto in alcune altre città della provincia di Hubei.
  
Cina: coronavirus, Hangzhou lancia app per denunciare attività illegali legate alla fauna selvatica
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - La procura della città di Hangzhou, nella Cina orientale, ha lanciato ieri un'applicazione mobile per la denuncia di attività illegali legate alla fauna selvatica, secondo quanto riferito dall'emittente televisiva cinese "Cgtn". Anonimamente o con nomi reali, gli utenti saranno in grado di denunciare tre categorie di crimini: bracconaggio e uccisione illegale di animali selvatici, commercio illegale di animali selvatici e consumo illegale di queste specie. L'applicazione, sviluppata con la collaborazione della piattaforma per i pagamenti online Alipay, consente di inviare posizioni dettagliate, descrizioni, foto e video di infrazioni dal cellulare degli utenti. Il 24 febbraio scorso, la Cina ha imposto il divieto di commercio illegale e consumo di fauna selvatica, in seguito alla diffusione dell'epidemia di coronavirus, nella quale il mercato di animali vivi a Wuhan ha svolto un ruolo chiave.
DIFESA E SICUREZZA
  
Taiwan: ministero Difesa segnala passaggio nave Usa nello Stretto
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Una nave militare degli Stati Uniti ha navigato ieri attraverso lo Stretto di Taiwan. Lo ha confermato oggi il ministero della Difesa nazionale di Taiwan (Mnd). Secondo quanto riferito, si è trattato di un "transito regolare": la nave è salpata verso nord attraverso lo Stretto. "Le forze armate della Repubblica di Cina monitorano completamente il movimento di navi e aeromobili nel nostro spazio aereo e nelle nostre acque. Non sono state rilevate irregolarità", si legge nel comunicato. Secondo l'emittente "Cna", la flotta statunitense del Pacifico, attraverso la sua pagina Facebook, l'ha identificata come la USS McCampbell. "Il cacciatorpediniere missilistico di classe Arleigh Burke USS McCampbell (DDG 85) conduce operazioni in corso nello stretto di Taiwan", ha dichiarato la flotta statunitense del Pacifico nella didascalia di una foto di ieri, 25 marzo.
MONDO
  
Cina-Germania: telefonata Xi-Merkel, focus su pandemia e vertice G-20
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - La Cina sostiene fermamente la Germania nella lotta contro l'epidemia ed è disposta a continuare a fornire assistenza nell'ambito delle sue capacità. Lo ha affermato il presidente della Cina, Xi Jinping, in una telefonata con il cancelliere tedesco Angela Merkel. Lo riferisce l'agenzia ufficiale di stampa cinese "Xinhua". "Al momento, la Germania si trova ad affrontare gravi sfide e il popolo cinese sente condivide lo stesso sentimento", ha affermato Xi. Il leader cinese ha spiegato che Pechino è disposta a condividere la sua esperienza terapeutica, di prevenzione e controllo con Berlino, a rafforzare la cooperazione nella ricerca e sviluppo di vaccini e medicinali e a contribuire alla salute e al benessere dei due popoli, oltre alla sicurezza globale della sanità pubblica. Xi ha sottolineato che, nel corso della lotta contro l'epidemia, Cina e Germania e Cina e Europa hanno mostrato la loro solidarietà e cooperazione.
  
Taiwan: coronavirus, 19 nuovi casi di infezione portano il totale a 235
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Le autorità sanitarie di Taiwan hanno confermato 19 nuovi casi di infezione da Covid-19 nelle ultime 24 ore, che portano il totale dei casi confermati nell'Isola a 235, secondo quanto riferito dal Il Centro di comando centrale per l'epidemia di Taiwan (Cecc). "Tutti i pazienti hanno contratto la malattia all'estero: si tratta di 18 taiwanesi e da un cittadino Usa che lavora a Taiwan", ha affermato il ministro della salute Chen Shih-chung, che dirige anche il Cecc. Tra i 19 contagiati, sette erano uomini e 12 erano donne. "Sono entrati a Taiwan dopo aver viaggiato all'estero tra il 12 marzo e il 22 marzo e hanno iniziato a esibito sintomi tra il 15 marzo e il 23 marzo", ha spiegato Chen. I paesi in cui avevano viaggiato prima di arrivare a Taiwan includevano Regno Unito, Stati Uniti, Egitto, Paesi Bassi, Francia, Belgio, Turchia e Thailandia. Ad oggi, 197 dei 235 casi di malattia registrati fino ad oggi a Taiwan sono stati classificati come importati, secondo i dati Cecc.
  
Usa: Pompeo, G-7 a conoscenza di campagna disinformazione cinese su coronavirus
Pechino, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha ulteriormente intensificato le pressioni sulla Cina in merito alla gestione della pandemia di coronavirus, accusandola ieri, 25 marzo, di aver intrapreso una “campagna di disinformazione” globale per celare le proprie responsabilità; il gruppo delle sette maggiori economie del Globo (G-7), ha dichiarato il segretario, è “profondamente consapevole” di tale campagna da parte di Pechino. “Oggi il G-7 ha molto discusso riguardo la campagna di disinformazione internazionale che la Cina ha intrapreso e continua a condurre”, ha detto il segretario a margine di una videoconferenza con i suoi omologhi del G-7. Pompeo ha puntato l’indice, tra le altre cose, contro le insinuazioni dalla Cina che imputerebbero agli Stati Uniti il deliberato rilascio del nuovo ceppo di coronavirus a Wuhan.
  
Taiwan: coronavirus, a partire da domenica taiwanesi potranno lasciare l'Hubei con voli speciali
Taipei, 26 mar 09:49 - (Agenzia Nova) - Due voli operati da China Airlines (Cal) tra Taoyuan e Shanghai saranno aperti per trasportare i cittadini di Taiwan nella provincia cinese di Hubei a partire da domenica. Lo ha annunciato oggi la Straits Exchange Foundation (Sef), organizzazione taiwanese con sede a Taipei che gestisce questioni tecniche o commerciali con la Cina. I voli partiranno dall'aeroporto internazionale di Shanghai Pudong per Taiwan alle 19.50 circa. Il 29 marzo e il giorno seguente i taiwanesi che desiderano lasciare la provincia cinese dovrebbero recarsi a Shanghai per prendere uno dei due voli. L'annuncio è arrivato dopo che la Cina ha iniziato a revocare le restrizioni di viaggio a Hubei a partire da ieri, permettendo a centinaia di cittadini di Taiwan ancora bloccati nella provincia di tornare nell'Isola. Tuttavia, Wuhan, la capitale dell'Hubei, rimarrà chiusa fino all'8 aprile.
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE