Panorama Internazionale
25.03.2020 - 11:56
 
 
AVVISO AGLI ABBONATI
  
Coronavirus: tutti i contenuti di "Agenzia Nova" gratuiti durante la crisi
Roma, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Dal 17 marzo, "Agenzia Nova" offre gratuitamente a tutti gli italiani i contenuti del proprio sito web, www.agenzianova.com. Chiunque potrà consultare i notiziari senza sottoscrivere alcun abbonamento. In questo momento di difficoltà per il nostro Paese, è fondamentale garantire un'informazione precisa e puntuale per contrastare le “fake news”. I lettori potranno accedere al portale dell'Agenzia da pc, smartphone e tablet avendo a disposizione notizie dell'ultim'ora e approfondimenti sul Covid-19, oltre a quelli sui temi di attualità dall'Italia e dal mondo. #ItaliaCheResiste, l'hashtag lanciato dall'agenzia per resistere insieme al coronavirus, vuole essere anche questo: un modo per sentirsi più vicini, pure se dietro uno schermo.
ITALIA
  
Italia: Mattarella chiede al paese "la stessa unità del dopoguerra"
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha chiesto ai cittadini "la stessa unità" che caratterizzò gli anni successivi alla seconda guerra mondiale e che permise "il risveglio morale, civile, economico e sociale" dell'Italia. Sono queste le parole utilizzate dal capo di Stato per ricordare il il 76mo anniversario del massacro delle Fosse ardeatine, perpetrato dai nazisti a Roma alla fine della guerra. Quest'anno, la commemorazione dell'eccidio non ha avuto luogo per impedire la diffusione del nuovo coronavirus. "La libertà e la democrazia sono state conquistate con il sangue di molti per impedire la loro scomparsa in futuro", ha detto Mattarella, lanciando un appello alla lotta nazionale per affrontare la crisi vissuta dall'Italia a causa del coronavirus.
  
Coronavirus: Conte, aumentano multe per violazioni quarantena
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo ha aumentato le multe per le persone che infrangono le regole della quarantena. Lo riferisce il quotidiano britannico "Daily Mail", citando l'annuncio dato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durate un messaggio alla nazione trasmesso in diretta televisiva nella serata di ieri, 24 marzo. Ora, le sanzioni per chi viola la quarantena vanno dai 400 ai tremila euro. Conte ha aggiunto di sperare di poter abrogare presto le restrizioni imposte alla popolazione per contenere il contagio. Attualmente, la scadenza è stabilita al 3 aprile prossimo. Tuttavia, l'ultimo decreto dà al governo il potere di estendere la quarantena fino al 31 luglio. Conte ha negato di voler arrivare fino a quella data, auspicando di abolire le misure restrittive "molto prima di allora".
  
Italia: coronavirus, inasprimento sanzioni e maggiori poteri all’esercito
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L'esercito italiano avrà anche compiti di pubblica sicurezza e le misure di emergenza contro la diffusione del nuovo coronavirus potranno essere prorogate fino al 31 luglio. Lo ha stabilito il Consiglio dei ministri approvando un nuovo decreto legge che inasprisce le sanzioni per chiunque violi gli ordini del governo. All’esercito vengono conferiti poteri di pubblica sicurezza e contribuirà a rafforzare i controlli. Viene mantenuto il divieto di viaggiare dal comune di residenza verso un'altra città, con multe che possono arrivare a 4.000 euro, oltre a una pena detentiva di 3 mesi e la confisca del veicolo. Vietati anche gli spostamenti in bici o in moto. Inoltre l'esecutivo lascia la porta aperta per estendere fino al 31 luglio tutte le sue misure restrittive.
  
Coronavirus: altri pazienti provenienti dall’Italia verranno ricoverati in Germania
Monaco di Baviera, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Germania continua ad accogliere pazienti degli ospedali italiani ricoverati per coronavirus e bisognosi di cure in terapia intensiva. Dopo la Sassonia, saranno Baviera e Renania settentrionale-Vestfalia ad accogliere nei reparti di terapia intensiva i pazienti che giungeranno dall’Italia. “Vogliamo dare un segnale di umanità”, ha affermato il primo ministro della Baviera, Markus Soeder, presidente dell’Unione cristiano-sociale (Csu). I dettagli tecnici verranno discussi nei prossimi giorni. Inoltre, “nei limiti del possibile”, la Baviera fornirà all’Italia dispositivi medici per il trattamento del coronavirus. Come ricorda il quotidiano “Sueddeutsche Zeitung”, con il Baden-Wuerttemberg, la Baviera e la Renania settentrionale-Vestfalia sono i Laender maggiormente colpiti dal coronavirus.
  
Coronavirus: ministro Esteri francese Le Drian, ci mobilitiamo per aiutare l'Italia
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Secondo il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, “quello che attraversa oggi l'Italia è una tragedia per lei e per l'Europa intera”. “Ci mobilitiamo per aiutarla”, ha poi aggiunto il titolare del Quai d'Orsay in un'intervista rilasciata al quotidiano “Le Figaro”. Il capo della diplomazia francese ha spiegato che l'Italia beneficerà degli acquisti europei di materiale di protezione che verranno finalizzati nel prossimi giorni e della “riserva strategica medica che sarà presto messa in atto dall'Unione europea”. “La Francia ha fatto la sua parte nell'ambito di questo sforzo di solidarietà europea. Non abbiamo mai chiuso la porta all'Italia e non lasceremo mai cadere i nostri amici transalpini”, ha aggiunto Le Drian. Il ministro spiega poi che forse l'Europa “non ha sufficientemente anticipato l'ampiezza della crisi”. “Delle decisioni unilaterali e nazionali sono state prese senza coordinazione”, ha aggiunto. “Ma credo che sia inesatto affermare che l'Europa, oggi, non dia una risposta comune e unita – continua il titolare del Quai d'Orsay – Abbiamo preso insieme la decisione di chiudere le frontiere esterne dell'Ue e dello spazio Schengen. Abbiamo vigilato, insieme, affinché i controlli messi in atto alle frontiere interne dei paesi non ostacolino la circolazione delle merci vitali al nostro approvvigionamento”.
  
Coronavirus: ministero Difesa russo, specialisti in Italia inizieranno a operare a Bergamo
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Gli specialisti russi arrivati in Italia per fornire assistenza nel contrasto alla diffusione del coronavirus saranno dislocati a Bergamo. Lo si apprende da un comunicato del ministero della Difesa russo. “A seguito delle consultazioni con le autorità italiane, è stato deciso che gli specialisti russi inizieranno a lavorare nella città di Bergamo, in Lombardia”, si legge nel documento. I medici russi “stanno preparando tutte le attrezzature necessarie in vista della partenza”. Alle consultazioni hanno preso parte rappresentanti del ministero della Difesa e del dipartimento della Protezione civile italiana. La notizia è stata confermata anche dal generale Sergej Kikot, a capo del raggruppamento di esperti russi giunti in Italia, durante un'intervista all’emittente televisiva “Zvezda”. “Sono terminate le consultazioni con i rappresentanti delle autorità italiane: è stato disposto che gli specialisti russi inizieranno ad operare nella città di Bergamo, in Lombardia”, ha detto il generale Kikot.
  
Coronavirus: genetista russo spiega forte incidenza in Italia
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Negli ultimi anni, la medicina italiana ha utilizzato dosi crescenti di antibiotici ad ampio spettro di nuova generazione nel trattamento malattie respiratorie acute. Questo è uno dei motivi della diminuzione dell'immunità generale in Itaia, dove si registra il maggior numero di vittime e contagi da coronavirus in Europa. Lo afferma il genetista russo Vadim Pospelov durante un'intervista al quotidiano "Parlamentskaja Gazeta". Pospelov osserva che le condizioni epidemiologiche generali in Italia sono migliori che in Russia. A ciò contribuiscono in particolare la vicinanza al mare, il clima caldo, i prodotti alimentari di qualità. Tuttavia, nel caso del coronavirus, queste caratteristiche hanno "stranamente" giocato un ruolo negativo. "La Russia ha più condizioni per la diffusione delle infezioni: il periodo invernale, la situazione ambientale non molto favorevole nelle città. Tuttavia, l'immunità dei russi che sono abituati a tali condizioni è più allenata a resistere alle infezioni virali", spiega Pospoelov. Per il genetista, il sistema sanitario italiano è stato guidato negli ultimi anni da protocolli di trattamento che prevedono l'uso di alte dosi di antibiotici ad ampio spettro, anche per le forme lievi di infezioni respiratorie acute. "La popolazione è stata in realtà agganciata ad un aumento delle dosi, il che influisce negativamente sulla stabilità del sistema immunitario", evidenzia Pospelov. Infne, secondo il genetista, sulla diffusione del coronavirus in Italia ha influito anche il gran numero di anziani nel paese.
  
Italia: economista Blanchard, il paese riuscirà a sostenere il debito
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L'Italia riuscirà a sostenere il suo elevato debito pubblico, “se la Banca centrale europea (Bce) e i governi degli Stati membri dell'Eurozona insieme assicureranno che i tassi di interesse sui titoli di Stato del paese rimangano bassi”. È quanto afferma l'economista francese Olivier Blanchard, professore di Economia al Massachussetts Institute of Technology (Mit), dal 2008 al 2015 capo economista del Fondo monetario internazionale (Fmi). In un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”, Blanchard sostiene che l'Itala “potrà farcela” a sopportare il peso del proprio disavanzo, “anche se l'opinione pubblica tedesca è scettica” al riguardo. Per Blanchard, “dal momento in cui i titoli pubblici italiani fossero sicuramente a un tasso di interesse sostenibile, la Bce dovrebbe essere pronta ad acquistarli dagli investitori, mantenendo quindi basso il tasso di interesse”. Blanchard interviene quindi sulle possibili forme di sostegno all'Italia nella crisi provocata dalle conseguenze del coronavirus sull'economia. A tal riguardo, Blanchard ipotizza un programma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes) e l'intervento della Bce mediante acquisti di titoli di Stato con transazioni monetarie definitive (Omt). Le condizioni sarebbero “semplici: i paesi beneficiari possono impiegare le risorse ricevute esclusivamente per combattere la pandemia e i suoi effetti economici”. A tal riguardo, Blanchard osserva: “Penso che questo sia un messaggio sia gli italiani sia i tedeschi possono capire e accettare”. L'economista giudica poi “assolutamente non necessari gli eurobond, spiegando che “questi strumenti ora sarebbero molto utili se prima fossero state create delle eurobbligazioni e un mercato obbligazionario in euro liquido”.
  
Italia: lavoratori in sciopero per chiudere fabbriche durante crisi coronavirus
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - In Italia molti lavoratori entrano in sciopero per chiedere la chiusura delle aziende in un momento di crisi sanitari provocata dal nuovo coronavirus. Lo riferisce il quotidiano francese “Le Figaro”, spiegando che i sindacati si sono mobilitati per bloccare gli stabilimenti. Il governo ha inizialmente imposto la chiusura delle “attività non essenziali”, ma in seguito ha fatto molte concessione cedendo alle pressioni di Confindustria. Secondo la Cgil sono 800mila le aziende rimaste aperte, per un totale di 7,5 milioni di lavoratori, il 58 per cento dei dipendenti italiani. Il governo adesso ha tre opzioni. La prima consiste nell'analizzare tutte le attività e decidere caso per caso; l'esecutivo può anche affidare la responsabilità ai prefetti o rafforzare le misure di protezione dei lavoratori.
  
Auto: coronavirus rimette in discussione fusione Psa-Fca
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La crisi sanitaria causata dal nuovo coronavirus potrebbe rimettere in discussione il progetto di fusione tra Fiat Chrysler Automobiles (fca) e Peugeot Société Anonyme (Psa). Lo scrive il quotidiano francese “Les Echos”, citando fonti che lavorano sul progetto. “I due gruppi hanno bisogno di questo matrimonio in vista degli investimenti pesanti che bisogna fare nella macchina elettrica ma bisogna riconoscere che, tenuto conto della situazione economica, affinché la fusione si faccia bisogna rivedere i termini finanziari di partenza”, afferma una delle fonti. “Bisogna riequilibrare le cose tra azionisti se si vuole continuare parlare di fusione tra eguali”, spiega un'altra fonte. Da quanto si apprende i due costruttori automobilistici potrebbero rinunciare a distribuire il dividendo eccezionale da 1,1 miliardi di euro per attutire il calo delle vendite che poterà a una conseguente diminuzione delle liquidità. Il progetto ha “più che mai senso nel contesto attuale e vediamo giorno dopo giorno le nostre squadre continuare a lavorare con lo stesso impegno e la stessa energia”, ha detto un portavoce dei Psa, secondo il quale in questo momento “è inappropriato speculare du una modifica dei termini di fusione”.
EUROPA
  
Coronavirus: Germania, Istituto Koch, 149 vittime e 31.554 casi di contagio accertati
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - È di 149 vittime e 31.554 casi di contagio accertati il bilancio della pandemia di nuovo coronavirus in Germania. È quanto reso noto dall'Istituto Robert Koch di Berlino (Rki), ente responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive in Germania, come riferisce oggi l'emittente radiofonica “Deutschalndfunk”.
  
Germania: coronavirus, Bundestag proclama stato di emeregenza
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il Bundestag proclama oggi lo stato di emergenza in Germania a causa della pandemia di nuovo coronavirus, assegnando al governo federale maggiori poteri per la gestione della crisi sanitaria. È quanto riferisce il quotidiano “Frankfuter Allgemeine Zeitung”, aggiungendo che la proclamazione dello stato di emergenza sanitaria è associata all'approvazione della proposta di legge legge sulla protezione dall'infezione, avanzata dal ministro della Salute Jens Spahn. Il provvedimento dispone la centralizzazione della gestione dell'emergenza nel governo federale. L'obiettivo è “impedire la destabilizzazione del sistema sanitario”. Pertanto, il governo federale deve essere in grado di “intervenire rapidamente con misure di protezione”. Il ministero della Salute potrà quindi adottare molte norme per ordine o regolamento senza il consenso del Bundestag. A ogni modo, i gruppi parlamentari hanno concordato che la durata dei poteri assegnati al governo dalla legge sulla protezione dall'infezione verrà limitata a un anno”.
  
Germania: al Bundestag sostegno generale per aiuti governo contro coroanvirus
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Tutti i gruppi del Bundestag hanno dichiarato il proprio sostegno al paccheto di aiuti per l'economia contro le conseguenze della pandemia di nuovo coronavirus. È quanto riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, ricordando che oggi è in corso al Bundestag la votazione sugli aiuti del governo federale all'economia.
  
Germania: Bundestag vota oggi rinnovo missione in Iraq
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il Bundestag vota oggi il rinnovo della partecipazione della Forze armate tedesche (Bundeswehr) alla missione internazionale in Iraq, già approvato dal governo federale. Come riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, in Iraq la Bundeswehr svolge compiti di assistenze a addestramento per le Forze armate e per i Peshmerga, le milizie della regione autonoma del Kurdistan iracheno.
  
Gernmania: il timore di una “società chiusa” a causa del coronavirus
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Con la pandemia di nuovo coronavirus si diffonde in Germania il timore che il paese possa divenire “una società chiusa”, a causa dei provvedimenti restrittivi adottati dal governo federale per contenere il contagio e del loro effetto sui comportamenti sociali. È quanto afferma il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, ricordando che dal secondo dopoguerra la Germania si è sempre più considerata una “società aperta”, fondata sui valori dello Stato di diritto, della tolleranza e dell'accoglienza. Tuttavia, l'emergenza coronavirus pare mettere a repentaglio tutto questo. Le misure restrittive contro la pandemia sono certamente opportune, sostiene la “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. A ogni modo, come evidenziano diversi giuristi, ciò che è importante è identificare una solida base giuridica per tali provvedimenti e, soprattutto, fondarli sul principio di proporzionalità.
  
Germania: criminalità in calo, ma aumentano abusi sui minori e pedopornografia
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Nel 2019, il tasso di criminalità in Germania è diminuito nel complesso del 2,3 per cento su base annua. Tuttavia, nello stesso periodo si registra un aumento significativo dei reati di abuso sui minori e pedopornografia, rispettivamente del 65 e 11 per cento a 12.262 e 13.670 casi. È quanto si apprende dalle statistiche sulla criminalità pubblicate dalla polizia tedesca, come riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. Inoltre, il reato di distribuzione, possesso o produzione di materiale pedopornografico ha sperimentato un incremento del 24 percento, per un totale di 1.991 casi. Il ministro dell'Interno, Horst Seehofer, ha descritto l'incremento della pornografia infantile come “drammatico”, sottolineando che “può anche essere spiegato con l'aumento delle indagini” in materia. A ogni modo, crescono anche gli abusi sessuale sui minori, con un incremento del 10,9 per cento dei casi tra 2018 e 2019. Nello stesso periodo, sono diminuiti del 2,3 per cento i reati violenti, mentre i crimini informatici sono aumentati dall'11,3 per cento. Con riguardo ai furti, tra il 2018 e il 2019, il numero di tali reati è diminuito del 5,9 per cento a 1,8 milioni, il minimo dal 1987. In particolare, i furti con scasso sono scesi del 10,6 per cento e i casi di borseggio del 9,7 per cento. In tale contesto, Seehofer ha sottolineato che la lotta all'estremismo di destra è il secondo obiettivo dopo il contrasto alla criminalità. Gli attacchi avvenuti in Germania con movente di estrema destra mostrano, infatti, un'eviente radicalizzazione. L'estremismo di destra è quindi per Seehofer “la più grande minaccia” per la Germania. Le statistiche della polizia tedesca sulla criminalità non includono dati sui reati con movente politico, ossia i reati contro la sicurezza dello Stato.
  
Germania: nel 2019, morti per droga in aumento del 9,6 per cento
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Nel 2019, il numero di decessi per droga in Germania è aumentato in maniera significativa rispetto all'anno precedente: 1.398 persone sono morte per consumo di sostanze stupefacenti illegali, con un incremento del 9,6 per cento rispetto ai 1.276 casi del 2018. È quanto reso noto dall'incaricato del governo federale per la droga Daniela Ludwig, come riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. La causa principale dei decessi per droga si conferma l'overdose di oppioidi, come l'eroina o la morfina, e la combinazione con altre sostanze. L'aumento dei decessi per abuso di droghe a lungo termine è particolarmente evidente: da 38 a 172 casi tra il 2018 e il 2019. “Non possiamo accettare questi numeri, abbiamo bisogno di servizi di supporto, anche durante la crisi per la pandemia di nuovo coronavirus”, ha affermato Ludwig. L'incaricato del governo federale per la droga ha aggiunto che “le vite possono essere salvate soltanto se i servizi di supporto in loco diventano ancora migliori e, soprattutto, più completi”. Ludwig ha quindi chiesto che la dipendenza dalle sostanze stupefacenti venga riconosciuta dalla società come “una malattia grave e non un fattore di esclusione”. Come ricorda la “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, il numero di morti in Germania per cocaina, anfetamine e droghe sintetiche è aumentato da 143 a 268 negli ultimi cinque anni.
  
Francia: Macron si circonda di nuovi esperti per gestire crisi coronavirus
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Per far fronte alla crisi provocata dal nuovo coronavirus, il presidente francese Emmanuel Macron si circonda di un nuovo gruppo di specialisti. Lo scrive il quotidiano “Le Figaro”, riportando un annuncio fatto dall'Eliseo. Macron già consultava un Consiglio scientifico per le decisioni politiche. Adesso, questo nuovo gruppo si occuperà dei trattamenti e dei test contro il coronavirus. La nuova cellula sarà composta da dodici ricercatori e medici. Intanto, il paese si prepara a un prolungamento della quarantena. Il Consiglio scientifico si è pronunciato a favore di un rinvio che porterebbe il periodo di confinamento a sei settimane in tutto. I francesi dovranno così rimanere chiusi in casa fino al 28 aprile. “Gli effetti epidemiologici del confinamento possono essere osservati solamente a partire da una durata compresa tra due e tre settimane dall'inizio della sua applicazione. Tre settimane dopo l'inizio del confinamento sono quindi necessarie per ottenere una prima stima del suo impatto”, ha fatto sapere il Consiglio in un comunicato.
  
Coronavirus: in Francia si teme un'ecatombe nelle residenze per anziani
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - In Francia le residenze per anziani temono “una ecatombe” a causa del nuovo coronavirus. Lo scrive il quotidiano “Libération”, spiegando che dall'inizio della crisi sanitaria sono molti gli istituti che hanno già cominciato a registrare i primi decessi. Dall'inizio dell'epidemia sono morte una quindicina di persone in una struttura a Thise, in Borgogna, cinque a Mauguio, nel sud, e sette a Sillingy, a est. Nel 12imo arrondissement di Parigi, invece, sono morte almeno tredici persone in una residenza della Fondazione Rotschild. Le raccomandazioni del ministero della Salute prevedono dei tamponi quando nella stessa struttura tre persone cominciano a presentare i primi sintomi. Il quotidiano “Le Monde” sottolinea che per il momento le autorità sanitarie non hanno fornito un bilancio ufficiale.
  
Regno Unito: coronavirus, appello del governo a volontari per ospedali
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo britannico ha lanciato un appello all'arruolamento di volontari negli ospedali per contribuire alla lotta contro il contagio da coronavirus. Il ministro della Sanità, Matt Hancock, ha dichiarato che per far fronte all'emergenza coronavirus, il Servizio sanitario nazionale (Nhs)ha bisogno di altri 250 mila operatori tra medici, infermieri, tecnici e personale di supporto specializzato. Il governo ha quindi invitato a farsi avanti come volontari tutti coloro che abbiano una qualche formazione medica. A tal riguardo, Hancock ha annunciato che già quasi 12 mila medici e infermieri in pensione hanno accettato di tornare in servizio negli ospedali del Regno Unito. Tuttavia, Hancock si è trovato in grande difficoltà quando gli è stato chiesto quando saranno disponibili i tamponi per effettuare i test sul coronavirus per tutti i dipendenti dell'Nhs e gli equipaggiamenti di protezione individuale.
  
Regno Unito: coronavirus, infrazioni quarantena diventano reato
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - I cittadini britannici che infrangono le regole della quarantena volt a contenere la pandemia del nuovo coronavirus possono essere multati dalla polizia e l'infrazione sarà registrata nel loro certificato penale. Lo ha reso noto un portavoce del governo del Regno Unito, aggiungendo che l'ammontare della sanzioni amministrative va dalle 30 alle 1.000 sterline, ossia da 32 a 1.093 euro. Come riferisce il quotidiano "The Times", la polizia potrà intervenire in diversi modi in tutto il Regno Unito per far rispettare gli obblighi di restare in casa e di non spostarsi senza validi motivi.
  
Regno Unito: coronavirus, esercito distribuisce protezioni a personale sanitario
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L'esercito britannico ha avviato la distribuzione di equipaggiamenti di protezione individuale contro il contagio da coronavirus al personale sanitario di 242 enti locali del Servizio sanitario nazionale del Regno Unito (Nhs). Come riferisce il quotidiano "The Times", a condurre l'operazione è la 101ma brigata logistica dell'esercito, che opera a partire dai magazzini militari di Haydock, nella regione del Merseyside. Da ieri, 24 marzo, l'esercito ha già consegnato 50 mila maschere protettive all'ospedale St Thomas di Londra. All'operazione contribuiscono 460 unità di personale della marina e dell'aeronautica del Regno Unito.
  
Regno Unito: coronavirus, in 10 giorni ospedale da campo a Londra
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L'esercito britannico ha già iniziato a costruire un ospedale da campo a Londra per garantire altri 4 mila posti letto al fine di far fronte all'emergenza coronavirus. La struttura sarà pronta in dieci giorni e sarà gestita dal personale del Servizio medico della Difesa, sotto la supervisione del Servizio Sanitario Nazionale; ndr). L'ospedale sorgerà nell'area attualmente non utilizzata del centro congressi Excel nella zona dei Docklands, a breve distanza dal piccolo City Airport che serve il distretto finanziario di Londra. La struttura verrà denominata "Nightingale Hospital" in ricordo di Florence Nightingale (1820-1910), infermiera britannica che operò durane la guerra di Crimea (1853-1856), considerata la fondatrice dell'assistenza infermieristica moderna.
  
Regno Unito: coronavirus, medici minacciano dimissioni per mancanza kit di protezione
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La massiccia campagna di reclutamento di medici e infermieri lanciata dal governo britannico per fare fronte all'epidemia di coronavirus potrebbe essere indebolita dal rischio che molti operatori sanitari diano le dimissioni a causa della mancanza di kit di protezione individuale. Come riferisce il quotidiano "The Guardian", diversi sindacati e associazioni del settore medico denunciano le gravi carenze di materiali protettivi negli ospedali. Tale condizione mette gli operatori sanitari nella posizione "inaccettabile" di dover scegliere tra compiere il proprio dovere e mettere a repentaglio la propria vita.
  
Coronavirus: Spagna, 2.937 morti e 41.900 contagiati
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Spagna registra finora 2.937 decessi legati al nuovo coronavirus, e 41.900 contagi, secondo l'ultimo bilancio sanitario che incrocia i dati centrali con quelli delle comunità autonome. Secondo il governo entro la fine della settimana dovrebbero essere visibili i primi effetti dell'isolamento. I pazienti dimessi sono 3.800 persone mentre ancora 2.636 si trovano in terapia intensiva. Oggi intanto il Congresso discuterà l'estensione dello stato di allarme per altri 15 giorni, come richiesto il 22 marzo dal premier Pedro Sanchez. Il ministro dell'Interno Fernando Grande-Marlaska intanto ha annunciato che ci sono più di 102.000 denunce e 926 arresti per aver infranto l’obbligo di isolamento.
  
Spagna: governo chiede alla Nato materiale contro coronavirus
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo spagnolo ha contattato il Centro euro-atlantico per il coordinamento della risposta alle emergenze della Nato per richiedere assistenza internazionale di fronte alla pandemia di nuovo coronavirus. Ne parla il quotidiano spagnolo “El Pais” sottolineando che la Nato si limiterà a trasmettere la richiesta spagnola ai rimanenti 29 alleati. Fonti diplomatiche ammettono che, di fronte a una pandemia globale che colpisce tutti i Paesi, è molto difficile per i partner offrire materiale di cui potrebbero aver bisogno per la propria popolazione. La richiesta spagnola include 150.000 camici monouso, 150.000 mascherine FFP3 e 300.000 FFP2, 1.000 termometri a infrarossi e 5.000 protettori facciali. Inoltre, la Spagna necessita anche di 10.000 occhiali, 1,5 milioni di maschere chirurgiche, 120.000 guanti in nitrile, mezzo milione di test rapidi Covid-19, 50.000 sistemi di test diagnostici di reazione a catena della polimerasi e 500 ventilatori meccanici.
  
Spagna: governo consentirà voli di rientro dall'Italia solo per connazionali
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Dopo aver interrotto due settimane fa i collegamenti con l’Italia, per arginare la diffusione del nuovo coronavirus, il governo di Madrid ha approvato un decreto per consentire l'arrivo di voli dall'Italia per rimpatriare gli spagnoli. Gli aerei potranno partire dall’Italia alla volta della Spagna solo se i passeggeri sono spagnoli o hanno residenza in Spagna. Ai voli è limitato l'ingresso a Madrid, Barcellona, ​​Gran Canaria, Malaga e Palma di Maiorca. Coloro che torneranno dovranno mantenere un periodo di quarantena e saranno monitorati dalle autorità sanitarie.
  
Coronavirus: Catalogna registra più casi giornalieri rispetto a Madrid
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Catalogna sta diagnosticando più nuovi casi di Covid-19 rispetto alla Comunità di Madrid, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute. Il sorpasso si è verificato per la prima volta lunedì, 23 marzo, quando la Catalogna ha registrato 1.221 nuovi casi rispetto agli 873 di Madrid, una tendenza che è stata confermata ieri rispettivamente con 1.939 e 1.777 casi. Sebbene la Catalogna sia ancora molto indietro rispetto ai dati assoluti di Madrid, che continua ad essere il principale centro dell'epidemia in Spagna, l'accelerazione che sta vivendo è confermata da altri indicatori come il numero di ricoveri in terapia intensiva o persone ricoverate in ospedale. Questi dati sono considerati dagli esperti ancora più affidabili per seguire l'evoluzione dell'epidemia rispetto al registro delle nuove infezioni, che soffre di sottostima a causa dell'incapacità del sistema di testare tutti i casi sospetti.
  
Spagna: ricorso medici a Corte suprema per carenza protezioni contro coronavirus
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Confederazione statale dei medici (Cesm) ha intentato una causa dinanzi alla alla Corte suprema contro il ministero della Salute per la carenza dei materiali di protezione dal nuovo coronavirus. I rappresentanti dei medici accusano il ministero di non aver adempiuto al proprio obbligo di fornire agli operatori sanitari il materiale protettivo necessario per svolgere il proprio lavoro in sicurezza e per ridurre il rischio di possibili infezioni, scrive il quotidiano “El Mundo”. La confederazione dei sindacati dei medici richiede alla Corte suprema di sollecitare immediatamente il ministero della Salute a consegnare il materiale necessario affinché gli operatori sanitari possano lavorare con garanzie.
  
Spagna: l’opposizione chiede a Sanchez di inasprire misure contro coronavirus
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - I partiti di destra e quelli indipendentisti stanno facendo pressioni al governo di coalizione Psoe-Podemos per introdurre ulteriori misure restrittive per fermare la trasmissione del nuovo coronavirus. Mentre la scorsa settimana è stata aperta una finestra di dialogo tra il premier Pedro Sánchez e il leader dell'opposizione, Pablo Casado, ora è “l’armonia” tra i socialisti e i partiti a favore dell'indipendenza a risentirne, scrive il quotidiano “Abc”. Il Congresso oggi pomeriggio approverà l’estensione dello stato di allarme e tutti i decreti con le misure per affrontare la pandemia, ma l'esecutivo rimarrà praticamente solo in difesa del mantenimento delle stesse condizioni. Dal Partito popolare (Pp) a Junts per Catalunya (JxCat), passando da Vox, Ciudadanos, Erc e il Blocco nazionalista galiziano (Bng), richiederanno misure più severe per ridurre la diffusione del contagio, differendo tuttavia nelle strategie.
  
Bosnia-Russia: telefonata Dodik-Lavrov, Mosca promette sostegno contro coronavirus
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Federazione Russa si adopererà per sostenere la Repubblica Srpska, l'entità serba della Bosnia-Erzegovina, e l'intero paese nell'emergenza coronavirus Lo ha reso noto il rappresentante serbo nella presidenza tripartita della Bosnia-Erzegovina, Milorad Dodik, a seguito di un colloquio telefonico con il ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov. Secondo quanto riporta il sito di informazione "Klix", Dodik ha affermato che "Lavrov si è interessato per la situazione nella Repubblica Srpska dopo il diffondersi dell'epidemia e ha promesso che la Russia farà il possibile per aiutare in questa situazione difficile". In particolare. "Lavrov ha promesso che la Russia offrirà il materiale medico per la Repubblica Srpska e il resto della Bosnia-Erzegonvina nella lotta contro il coronavirus".
  
Bielorussia-Cina: Lukashenko, in corso preparativi per visita di Xi a Minsk
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Sono attualmente in corso i preparativi per una visita ufficiale a Minsk del presidente cinese, Xi Jinping. La questione, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa “Belta”, è stata al centro di un incontro tra il presidente bielorusso, Aleksander Lukashenko, e l’ambasciatore cinese a Minsk, Cui Qiming. “Saremo estremamente felici di poter accogliere qui in Bielorussia il presidente Xi Jinping: abbiamo ancora tempo per mettere a punto i dettagli e organizzare tutti gli eventi necessari per sviluppare al meglio la nostra cooperazione”, ha detto Lukashenko, aggiungendo che le autorità di Minsk “hanno disposto misure per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel paese sulla base del modello cinese”.
  
Russia: primario ospedale Kommunarka esorta Putin a prepararsi a scenario italiano
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Russia deve essere preparata anche a uno scenario italiano negli sviluppi della pandemia da coronavirus. Lo ha dichiarato Denis Protsenko, primario dell'ospedale di Moca n. 40 (Kommunarka). “Da un punto di vista medico, vengono ora descritti due scenari: lo scenario asiatico, che si riassorbe rapidamente, e lo scenario italiano, che presenta una crescita. Come medico anestesista-rianimatore, ritengo sia molto importante elaborare lo scenario italiano, in caso di forte impatto", ha dichiarato Protsenko durante un incontro con il presidente russo Vladimir Putin. Secondo il medico, l'ospedale di Mosca è pronto ad accogliere un gran numero di pazienti e diventare un centro di rianimazione con circa 600 posti letto, nel caso la situazione si sviluppi secondo il "modello italiano". "Se improvvisamente prendiamo la strada cinese o coreana e tutto questo si interrompe tra aprile e maggio, mi sembra che i medici saranno i più felici", ha dichiarato Protsenko.
  
Russia: coronavirus, Duma propone nuova stretta per violazioni norme sicurezza
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il presidente della Duma di Stato, la camera bassa del parlamento russo, Vjacheslav Volodin ha proposto una nuova stretta alle sanzioni previste per eventuali violazioni delle misure di sicurezza tese a contenere la diffusione del Covid-19 in Russia. Lo si apprende da una nota pubblicata sul sito internet della Duma, secondo la quale la proposta sarà presentata ai deputati il prossimo 31 marzo. Il nuovo provvedimento, presentato insieme all’esponente di Russia Unita Pavel Krasheninnikov, introdurrà sanzioni pecuniarie fino a due milioni di rubli (circa 23 mila euro) e pene fino a tre anni di reclusione a seconda della violazione.
  
Ucraina: ministro Esteri Kuleba, proseguono consultazioni con Germania su Donbass
Mosca, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Ucraina e Germania continuano a tenere consultazioni in merito al Formato Normandia, al processo di Minsk per la pace nel Donbass e alla risposta all’aggressione della Russia nel territorio ucraino. Lo ha affermato il ministro degli Esteri Ucraino Dmytro Kuleba, al termine della videoconferenza che ha avuto ieri, 24 marzo, con l'omologo tedesco Heiko Maas. Secondo Kuleba, il governo del'Ucraina “apprezza molto il ruolo della Germania” nei formati negoziali, motivo per cui prosegue il lavoro a livello diplomatico fra i due paesi.
AMERICHE
  
Usa: primarie, alleati Biden per scelta vice tra Kamala Harris o Amy Klobuchar
Englewood Cliffs (New Jersey), 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L’ex vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden, sta restringendo la lista dei suoi potenziali compagni di corsa in vista delle elezioni presidenziali, e i suoi alleati all’interno del mondo del business premono per scegliere tra due candidati in particolare: le senatrici Kamala Harris e Amy Klobuchar, due delle sue ex rivali alle primarie del Partito democratico che si sono ritirate nei mesi scorsi. Da quando Biden ha annunciato all'inizio di questo mese che ha intenzione di scegliere una donna come sua vice, i leader di Wall Street, della Silicon Valley e di altre industrie hanno contattato lui e la sua campagna presidenziale esercitando pressioni su chi pensano sia la migliore scelta. Biden ha detto che sta cercando di diminuire la sua lista di potenziali compagni di corsa per iniziare il processo di verifica, ma per ora non ha precisato chi stia prendendo in considerazione.
  
Usa: coronavirus, via libera al trattamento con il plasma
New York, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La Food and Drug Administration (Fda) degli Stati Uniti ha approvato nuovi protocolli di emergenza che consentiranno ai medici di curare i pazienti affetti da coronavirus con plasma donato da coloro che sono guariti dal virus. Lo scrive il network tv statunitense “Nbc News”. Il governatore di New York, Andrew Cuomo, già lunedì 23 marzo aveva annunciato che il dipartimento della Salute dello Stato avrebbe iniziato a utilizzare il trattamento al plasma su pazienti affetti da coronavirus in condizioni critiche. Il trattamento è stato usato durante la pandemia di influenza del 1918. Implica la raccolta di anticorpi che combattono i virus del sangue di coloro che erano stati precedentemente infettati. Il metodo è stato utilizzato anche su alcuni pazienti durante l'epidemia di Sars del 2002. La Fda ha avvertito che l'efficacia del plasma nel trattamento del coronavirus non è stato ancora stata dimostrata, e che i ricercatori dovrebbero richiedere l'autorizzazione prima di iniziare una sperimentazione.
  
Usa: coronavirus, tensione tra Trump e Fauci
Washington, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La stampa Usa segnala crescenti tensioni tra il presidente Usa, Donald Trump, ed Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale per le malattie infettive e allergiche al NIH (l’Istituto nazionale della salute), uno dei volti dell'emergenza sanitaria Usa che negli ultimi giorni è parso indirizzare critiche non troppo velate alle modalità comunicative dell'inquilino della Casa Bianca. Ieri Fauci sembra aver voluto distanziarsi da Trump anche in merito alla volontà del presidente di concludere quanto prima il blocco delle attività produttive nel paese, per evitare che l'emergenza sanitaria si trasformi in una catastrofe economica. Fauci ha affermato che molti dati devono ancora essere analizzati prima di poter prendere una decisione sulla revoca delle restrizioni alle attività commerciali negli Stati Uniti. I segnali di Fauci lo hanno reso assai popolare tra i media più ostili all'amministrazione Trump, che sperano in un fallimento del presidente nella gestione dell'emergenza sanitaria. Nelle scorse ore l'infettivologo è però tornato sui suoi passi, sottolineando che in quanto esperto in medicina, non è suo compito individuare il necessario equilibrio tra le esigenze sanitarie ed economiche del paese.
MONDO
  
G20: domani vertice straordinario “da remoto” sul coronavirus
Dubai, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La presidenza del G20, esercitata dall'Arabia Saudito, ha annunciato che domani, 26 marzo, si terrà il vertice straordinario “da remoto” dei capi di Stato e di governo dei paesi membri dell'organizzazione. A presieder il summit sarà il re dell'Arabia Saudita, Salman bin Abdulaziz al Saud. Il G20 discuterà del coordinamento degli sforzi mondiali per combattere la pandemia del coronavirus e limitarne l'impatto a livello umano ed economico. Al vertice parteciperanno i membri del G20 e le massime autorità di alcuni Stati invitati, tra cui Spagna, Giordania, Singapore e Svizzera. Saranno presenti anche i vertici di Onu, Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Fondo monetario internazionale (Fmi), Banca mondiale, Programma alimentare mondiale (Pam), Consiglio per la stabilità finanziaria (Fsb), Organizzazione internazionale del lavoro (Oil), lOrganizzazione per la cooperazione e la sicurezza in Europa (Osce) e Organizzazione mondiale del commercio (Omc). In rappresentanza delle organizzazioni regionali parteciperanno il Vietnam, in qualità di presidente dell’Associazione delle nazioni del Sud-est asiatico (Asean) la Repubblica Sudafricana, in qualità di presidente dell'Unione africana (Ua) gli Emirati Arabi Uniti, in qualità di presidente del Consiglio di cooperazione del Golfo (CcG), e il Ruanda, in qualità di presidente del Nuova partenariato per lo sviluppo dell’Africa.
  
Coronavirus: Israele, terza vittima
Tel Aviv, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Sale a tre il numero delle vittime in Israele tra le persone che hanno contratto il nuovo coronavirus. Lo rende noto il ministero della Salute dello Stato ebraico, aggiungendo che i contagiati nel paese ammontano a 1.656.
  
Medio Oriente: coronavirus, Unrwa sospede aiuti alimentari a Gaza
Tel Aviv, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi (Unrwa) ha sospeso la fornitura di aiuti alimentari nella Striscia di Gaza, dove sono stati segnalati due casi di contagio da nuovo coronavirus. Lo ha dichiarato il portavoce dell'Unrwa, Adnan Abu Hasna. "Gli aiuti alimentari a Gaza saranno temporaneamente sospesi finché non si troverà un modo più sicuro per erogarli", ha affermato Hasna. Il portavoce dell'Unrwa ha spiegato che si tratta di "una misura precauzionale per mantenere la sicurezza del personale e dei beneficiari" degli aiuti. L'Unrwa sta individuando altre modalità per la distribuzione di cibo, adottando misure per limitare il contagio.
  
Israele: parlamento istituisce commissione su risposta a coronavirus
Tel Aviv, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il parlamento israeliano, la Knesset, ha votato la formazione di quattro commissioni, una delle quali dedicata a supervisionare la risposta alla pandemia di nuovo coronavirus. L'organo parlamentare sarà presieduto dal deputato del partito centrista Kahol Lavan (Blu e bianco), Ofer Shelah. Le altre commissioni parlamentari di nuova istituzione si concentrano sulla preparazione del sistema educativo per il prossimo anno, su lavoro e Stato sociale e sul contrasto a violenza e criminalità nelle comunità arabe. I deputati della destra hanno boicottato il voto.
  
Siria: inviato speciale Onu lancia appello per tregua per contenere coronavirus
Riad, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Geir Pedersen, ha lanciato un appello per una tregua nel paese al fine di affrontare al meglio la battaglia contro il coronavirus. Pedersen ha dichiarato che la distruzione delle strutture sanitarie e la mancanza di medicinali rende il popolo siriano particolarmente vulnerabile e bisognoso di un periodo di tregua rispettato da tutti gli attori del conflitto.
  
Coronavirus: Siria, a partire da oggi coprifuoco dalle 18:00 alle 6:00
Damasco, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo dalla Siria ha approvato l'istituzione del coprifuoco dalle 18:00 alle 6:00 a partire da oggi al fine di contenere la diffusione del coronavirus nel paese. Finora, in Siria si registra un solo caso di contagio
  
Coronavirus: Libano, i contagi aumentano a 307
Beirut, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il ministero della Salute del Libano ha annunciato ieri, 24 marzo, un aumento dei casi di contagio da coronavirus nel paese pari a 37 unità rispetto al giorno precedente. Il totale degli infetti è salito quindi a 307.
  
Libano: premier Diab respinge pressioni a dichiarare stato di emergenza
Beirut, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro del Libano, Hassan Diab, ha respinto le pressioni di quanti nel suo governo chiedono la dichiarazione dello stato di emergenza per far fronte alla pandemia di nuovo coronavirus. Diab ha sottolineato che compito dei governanti è sostenere coloro il cui lavoro è stato colpito dallo stato di mobilitazione generale attualmente in vigore in Libano.
  
Coronavirus: Libano, ex premier Hariri esprime apprezzamento per sforzi Cina
Beirut, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il leadede del Movimento per il futuro e già primo ministro del Libano Saad Hariri ha inviato una lettera al dipartimento per gli Affari esteri del Comitato centrale del Partito comunista cinese al fine di esprimere il proprio apprezzamento per gli sforzi profusi da Pechino nella lotta alla pandemia di nuovo coronavirus. Hariri ha, inoltre, ringraziato la Cina dell'aiuto prestato al Libano per fronteggiare il contagio.
  
Coronavirus: direttore Oms ringrazia Arabia Saudita per aiuti a Yemen
Riad, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha ringraziato l’Arabia Saudita per gli aiuti contro il coronavirus che ha inviato in Yemen. Si tratta di materiale protettivo per gli operatori sanitari, test per verificare il contagio e medicinali.
  
Coronavirus: Arabia Saudita, telefonata Mohammed bin Salman-presidente sudcoreano Moon
Riad, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il principe ereditario dell'Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, ha avuto un colloquio telefonico con il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in. Al centro del colloquio, la collaborazione nella lotta contro il coronavirus. Moon ha espresso il proprio apprezzamento per il vertice straordinario del G20 da remoto sulla pandemia, convocato per domani 26 marzo dal re Salman bin Anbulaziz al Saud dell'Arabia Saudita, paese che esercita la presidenza di turno dell'organizzazione.
  
Coronavirus: Arabia Saudita, registrato primo decesso
Riad, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il ministero della Salute dell'Arabia Saudita ha annunciato il primo decesso causato dal coronavirus nel paese. Si tratta di un cittadino afghano di 51 anni residente a Medina. Il totale dei contagi in Arabia Saudita è di 767 casi.
  
Iran: coronavirus, governo non autorizza ospedale Medici senza frontiere
Riad, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - L’organizzazione non governativa Medici senza frontiere (Msf) ha inviato a Isfahan, in Iran, un ospedale da campo da 50 posti e una squadra di medici per far fronte alla pandemia di nuovo coronavirus. L’operazione di Msf non ha ancora ricevuto l'autorizzazione da parte del governo della Repubblica islamica. Dal ministero della Salute iraniano fanno sapere che l'Iran non ha bisogno di ospedali campo forniti da “forze straniere”.
  
Coronavirus: primo caso confermato in Libia
Abu Dhabi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie (Ncdc) ha annunciato un primo caso confermato di Covid-19 in Libia. Immediatamente dopo l'annuncio, il Comitato supremo contro il coronavirus di Tripoli ha annunciato il divieto di movimento tra città e regioni libiche fino a nuovo avviso. Le autorità libiche del Governo di accordo nazionale (Gna), l’esecutivo riconosciuto dalle Nazioni Unite e che opera prevalentemente nell’ovest del paese, hanno annunciato nei giorni scorsi una serie di misure volte a prevenire la diffusione del virus nel paese, tra cui la sospensione delle lezioni nelle scuole, la chiusura delle frontiere e l'imposizione di un coprifuoco parziale.
  
Sudan: decesso del ministro della Difesa durante visita in Sud Sudan
Il Cairo, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il portavoce delle Forze armate sudanesi, Amer Muhammad Al Hassan, ha confermato la morte del ministro della Difesa, generale Jamal Al-Din Omar. Il generale Al Hassan ha affermato che "il ministro è deceduto dopo aver subito un infarto nel Sud del Sudan". Il sito web d’informazione sudanese "Rakouba News" afferma che il ministro è morto nel Sud Sudan colpito da angina pectoris.
  
Ciad: 92 militari uccisi da terroristi Boko Haram
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - E'stato il più letale attacco mai subito dall'esercito del Ciad ad opera del gruppo terroristico Boko Haram, quello che ieri 24 marzo ha causato la morte di 92 militari. Lo ha affermato il presidente ciadiano Idriss Déby Itno. L'attacco è avvenuto nella regione del Lago, in Ciad occidentale alla frontiera del paese con Camerun, Niger e Nigeria. Secondo quanto ha dichiarato il presidente Déby Itno, la battaglia è si è svolta nel fine settimana scorso ed è durata ben sette ore attorno alle installazioni militari nella penisola di Boma, che si protende nel Lago Ciad. L'esercito ha avuto difficoltà a far affluire rapidamente rinforzi in quella zona paludosa, dove da tempo Boko Haram ha lanciato una vasta offensiva. I terroristi, ha ammesso il presidente Déby Itno, si sono impadroniti di parecchie armi che hanno portato via a bordo di motoscafi.
  
Coronavirus: scomparse in Kenya sei milioni di maschere destinate alla Germania
Amburgo, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Sei milioni di maschere protettive Ffp2 destinate alla Germania per far fronte all'emergenza coronavirus sono “sparite senza lasciare traccia” in un aeroporto del Kenya. È quanto riferisce il settimanale “Der Spiegel”. La notizia è stata confermata dal ministero della Difesa tedesco, che ha avviato un'inchiesta. A sua volta, la Direzione generale delle dogane tedesca ha annunciato la cancellazione del contratto con l'impresa che si occupa della consegna delle maschere, attese in Germania per il marzo prossimo. I dispositivi smarriti sono soltanto una parte dell'ordine. In Germania, il rifornimento di materiale medico urgente per la crisi del coronavirus è organizzato sotto la direzione dell'Ufficio per la tecnica degli armamenti e l'approvvigionamento delle Forze armate tedesche (Bwb). Con il sostegno dalla Direzione generale delle dogane, il Bwb fornisce assistenza amministrativa al ministero della Salute.
  
Migranti: Mozambico, 64 etiopi trovati morti in un camion
Londra, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Sessantaquattro migranti etiopi sono stati trovati morti in Mozambico, nascosti in un camion-container. Come riferisce il quotidiano "The Guardian", il veciolo proveniva dal Malawi ed è stato fermato ieri, 24 marzo, al valico di frontiera di Mussacana nella provincia di Tete nel nord-ovest del Mozambico. Oltre ai 64 cadaveri ammassati nel container, la polizia del paese ha trovato anche dei sopravvissuti, immediatamente ricoverati nell'ospedale della zona. Il Mozambico è considerato un "corridoio di transito" per i migranti illegali che cercano di raggiungere il Sudafrica. Il paese più industrializzato del continente africano attira migranti non soltanto dagli Stati più poveri circonvicini, come il Lesotho o lo Zimbabwe, ma anche da quelli più lontani come l'Etiopia.
ECONOMIA
  
Ue: ministro Economia tedesco Altmaier, su eurobond “dibattito vuoto”
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - È un “dibattito vuoto” la discussione in corso nell'Ue sull'emissione degli eurobond per far fronte alle conseguenze sull'economia della crisi provocata dalla pandemia di nuovo coronavirus. È quanto affermato dal ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier, nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”. In particolare, Altmaier ha dichiarato: “Siamo tutti determinati a prevenire una nuova edizione della crisi del debito sovrano in Europa, ove possibile", ma consiglio cautela quando vengono presentate idee apparentemente nuove e geniali che spesso sono riproposizioni di concetti a lungo respinti”. Secondo il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, ha “maggiore importanza rafforzare la competitività” dell'Ue”. Per Altmaier, infatti, “l'innovazione è più importante delle sovvenzioni ed è per questo che porremo le basi”.
  
Ue: governatore Banca di Francia, Bce importante per titoli di credito
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governatore della Banca di Francia, François Villeroy de Galhau, ha dichiarato che la Banca centrale europea (Bce) è determinata a diventare “un attore operativo, equo e significativo sul mercato dei titoli di credito a partire da questa settimana”. In un'intervista rilasciata al sito di informazione economica francese “Wansquare” e ripresa dal quotidiano “Les Echos”, de Galhau ha spiegato che le operazioni della Bce riguarderanno “titoli a breve scadenza emessi dalle aziende” e non titoli commerciali. Il governatore della Banca di Francia ha poi sottolineato che la Bce acquisterà titoli sia sul mercato secondario che su quello primario, a eccezione degli enti pubblici.
  
Germania: ministro Economia ribadisce importanza intervento pubblico contro coronavirus
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier, ha ribadito l'importanza dell'intervento pubblico a sostegno di imprese, lavoratori e consumatori nella crisi provocata dal nuovo coronavirus. “La pandemia richiede un'azione rapida”, ha affermato Altmaier in un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”, aggiungendo che “l'economia sociale di mercato rimane il principio economico di maggior successo”. Tuttavia, la diffusione del coronavirus “sta mettendo alla prova la funzionalità dell'economia di mercato in molti paesi senza colpa degli attori”. L'economia di mercato viene quindi a trovarsi in condizioni di anormalità. In tale situazione, ha evidenziato Altmaier, “dobbiamo agire con coraggio, coesione e coerenza in modo tale che le economie della Germania e dell'Ue non vengano danneggiate nel lungo periodo”. Per tale motivo, come osservato da Altmaier, il governo federale ha deciso di “aiutare con misure globali l'intera economia tedesca, dalle grandi alle piccole imprese e ai lavoratori” a gestire la situazione estrema” provocata dalla pandemia. “Non può esserci e non ci sarà un divario di solidarietà”, ha infine dichiarato il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco.
  
Germania: ministro Economia Altmaier, puntiamo a rimborsare debito per coronavirus dal 2023
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo federale punta a rimborsare “dal 2023” il debito per finanziare le misure di sostegno all'economia contro la crisi provocata dal nuovo coroanvirus. È quanto affermato dal ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier in un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”. A ogni modo, ha precisato Altmaier, il rimborso del debito dal 2023 “dipende da quanto rapidamente possiamo superare la crisi attuale: nessuno ci impedisce di essere più ambiziosi”.
  
Germania: ministro Economia Altmaier, divenire più forti dopo crisi coronavirus
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Superata la crisi provocata dalla pandemia di nuovo coroanavirus, l'economia della Germania “deve essere in una posizione più forte di prima”. Tuttavia, “ciò non funzionerà senza autodisciplina, senza ritorno ai principi dell'economia sociale di mercato e senza parsimonia dopo la crisi”. È questo il “chiaro obiettivo” esposto dal ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier, durante un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”.
  
Germania: ministro Economia Altmaier illustra fondo per imprese contro coronavirus
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Le acquisizioni di imprese sono “la norma nell'economia sociale di mercato”. Tuttavia, “in casi eccezionali” come la pandemia di nuovo coronavirus, “può essere corretto proteggere determinate società dalla presa da parte di aziende o Stati stranieri”. In questo modo, il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier, ha illustrato il fondo per le imprese che il governo federale intende istituire per sostenere le aziende a far fronte alla crisi provocata dalla pandemia di nuovo coronavirus. Con tale strumento, Altmaier non ha di fatto escluso la nazionalizzazione delle imprese in difficoltà. L'obiettivo è impedire che attori stranieri come la Cina acquisiscano le aziende tedesche in condizioni critiche a causa delle conseguenze del coronavirus sull'economia. A tal riguardo, Altmaier ha dichiarato: “Per me è molto chiaro, impediremo la svendita degli interessi economici e industriali tedeschi”. La partecipazione totale o parziale dello Stato in un'azienda dipenderà dalla “rilevanza sistemica, dall'importanza strategica” dell'impresa e dal fatto che “padroneggi tecnologie chiave”. La dimensione della società non sarà, invece, un fattore decisivo, poiché il fondo per le imprese si applicherà a tutte le società, per esempio “quelle di dimensioni minori di rilevanza strategica nel settore delle infrastrutture critiche”. Secondo Altmaier, il fondo per le imprese si basa sul principio “la Germania non è in vendita”. Con il nuovo strumento, ha affermato Altmaier, “non si tratta di creare le condizioni per la richiesta di aiuti pubblici da parte delle imprese, ma la possibilità per lo Stato di partecipare”. Il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco ha quindi spiegato: “Il punto è che lo Stato può utilizzare gli aiuti come ultima ratio per consentire alle aziende di proseguire la loro attività. Non abbiamo in mente solo la protezione contro le acquisizioni ostili, ma anche contro la mancanza di capitale e la carenza di liquidità”. A tal fine, ha proseguito Altmaie, “vogliamo aiutare le aziende delle cui prestazioni siamo convinti, che svolgono un ruolo importante nella nostra economia e la cui conservazione è quindi importante. Non ci concentriamo su determinati settori o società specifiche”. Per Altmaier, con l'istituzione del fondo per le imprese il governo federale sta affermando di essere “pronto e in grado di fornire aiuto”. Aziende e Stato possono, infatti, “agire insieme quando non c'è altro modo”. Altmaier ha concluso: “Non metteremo in discussione l'equilibrio fondamentale tra stato e imprese, ma creeremo un paracadute quando tutti gli altri mezzi falliscono”.
  
Germania: ministro Economia Altmaier, errore interrompere catene di approvvigionamento
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Le catene logistiche internazionali “non sono adeguatamente attrezzate per far fronte a shock esogeni come la pandemia del coronavirus” e “alcuni” sfruttano tale limite “per chiedere la rinazionalizzazione delle economie”. Questo dibattito, “su cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha fondato il suo successo elettorale, non è nuovo, ma è estremamente pericoloso”. È quanto affermato dal ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco, Peter Altmaier, in un'intervista rilasciata al quotidiano “Handelsblatt”. Secondo Altmaier, “interrompere le relazioni internazionali di approvvigionamento sarebbe un errore, al contrario andrebbero rese più resistenti”. A tal fine, gli approvvigionamenti di determinati beni “non dovrebbero giungere da un solo paese o da un'unica impresa”. Si deve, invece, far ricorso alla “diversificazione”, ha evidenziato il ministro dell'Economia e dell'Energia tedesco. Per Altmaier, infine, nella risposta alla crisi del nuovo coronavirus, “una cosa è chiara: abbiamo bisogno di più e non meno Europa, più e non meno solidarietà internazionale”.
  
Germania: coronavirus, i produttori di alcool aiutano nella gestione della pandemia
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - In Germania, diverse aziende produttrici di alcool e bevande stanno attivamente contribuendo a sostenere le strutture ospedaliere nella risposta alla pandemia di nuovo coronavirus, in particolare nell'approvvigionamento di disinfettanti. Come riferisce il quotidiano “Handelsblatt”, la Jaegermestier ha messo a disposizione del policlinico di Braunschweig 50 mila litri di alcool per produrre disinfettanti. In maniera simile, l'azienda di bevande Berentzen sta pianificando di sostenere i produttori di disinfettante o di avviarne essa stessa la produzione. Vi è poi l'impresa farmaceutica Klosterfrau Healthcare, che ha deciso di donare 10 mila litri di disinfettante in 500 mila flaconi al Land della Renania settentrionale-Vestfalia. In Baviera, diverse distillerie hanno annunciato che forniranno alcool a farmacie e ospedali per la produzione dell'agente sterilizzante.
  
Imprese: Thyssenkrupp annuncia tremila licenziamenti
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il conglomerato tedesco Thyssenkrupp ha annunciato che taglierà tremila posti di lavoro nel quadro della ristrutturazione avviata da tempo per risolvere la crisi in cui versa. È quanto riferisce oggi il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. Nel 2019, i dipendenti di Thyssenkrupp ammontavano a 28 mila.
  
Auto: coroanvirus, Volkswagen mette in cassa integrazione 80 mila dipendenti in Germania
Berlino, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - A causa della crisi provocata dalla pandemia di nuovo coronavirus, il gruppo automobilistico tedesco Volkswagen metterà in cassa integrazione circa 80 mila dei suoi dipendenti in Germania. È quanto riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, aggiungendo che per effetto del coronavirus Volkswagen ha già chiuso temporaneamente i siti in Europa e America settentrionale. Le attività in Russia verranno, invece, sospese nella prossima settimana. Per quanto riguarda la cassa integrazione dei dipendenti tedeschi, tale regime dovrebbe inizialmente durare fino al 3 aprile prossimo. La misura riguarda i lavoratori occupati nella produzione del marchio principale Volkswagen e dei componenti. Al termine della scadenza, “sarà necessario guardare oltre”, fanno sapere da Volkswagen.
  
Francia: governo in aiuto dei grandi gruppi colpiti dalla crisi del coronavirus
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo francese si prepara ad andare in soccorso dei grandi gruppi industriali colpiti dalla crisi provocata dal nuovo coronavirus. Lo scrive il quotidiano “Les Echos”, spiegando che le modalità di intervento dipenderanno molto dalla durata delle misure di restrizione previste. “La lista delle imprese industriali che devono essere sostenute dallo Stato è pronta, su richiesta del presidente della Repubblica (Emmanuel Macron)”, ha detto il ministro del'Economia, Bruno Le Maire, intervenendo ai microfoni dell'emittente radiofonica “France info”. In una prima fase il governo ha previsto di rinviare le imposte e sostenere la cassa integrazione. Lo Stato interverrà in un secondo momento aiutando quelle aziende a corto di liquidità. Secondo Le Maire, la nazionalizzazione può essere prevista ma solamente come ultima soluzione.
  
Francia: ministro Economia Le Maire, crisi coronavirus simile a quella del '29
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, ha dichiarato che la crisi economica provocata dal nuovo coronavirus è paragonabile a quella del 1929. Lo riferisce il quotidiano “Les Echos”, parlando di un intervento tenuto da Le Maire e trasmesso su Twitter. “La cifra della crescita del 2020 sarà di molto inferiore a quella prevista nella manovra correttiva”, ha detto il ministro, spiegando che il Pil della Francia scenderà più dell'1 per cento. “Ogni settimana, ogni mese di confinamento supplementare aggrava questa previsione”, ha poi aggiunto. “Non penso che dall'oggi al domani, dopo uno shock d una simile violenza, l'attività economica tornerà normale. Bisognerà accompagnare la ripresa”, ha detto il ministro.
  
Francia: ministro Economia Le Maire chiede a società di moderare i dividendi
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, chiede alle aziende di moderare il versamento dei dividendi in questo periodo di crisi sanitaria provocata dal nuovo coronavirus. Lo riferisce il quotidiano “Le Figaro”, riportando le dichiarazioni rilasciate da Le Maire ieri, 24 marzo, ai microfoni dell'emittente radiofonica “France info”. “Chiedo a tutte le aziende, soprattutto le più grandi, di dare prova della più grande moderazione”, ha detto il ministro. “È un momento in cui tutti i soldi devono essere impiegati per far girare le aziende, per assicurarsi che ripartano in buone condizioni”, ha detto il ministro francese. A questo annuncio, ne dovrebbero seguire altri, tutti mirati ad arginare le ricadute economiche provocate dal coronavirus. La società di ricerca AlphaValue ha stimato che sui 360 miliardi di dividendi promessi quest'anno circa 90 miliardi dovrebbero essere mantenuti dalle società.
  
Francia: molti lavoratori costretti a continuare attività nonostante coronavirus
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - In Francia sono molti i lavoratori costretti a non interrompere l'attività nonostante la crisi sanitaria provocata dal nuovo coronavirus. Ne parla il quotidiano “Libération”, spiegando che i sindacati chiedono al governo di sospendere le attività non indispensabili. Il ministro del Lavoro, Muriel Penicaud, si mostra, però, poco attenta alle richieste. Il 17 marzo scorso tre federazioni di società attive nel settore dell'edilizia hanno chiesto di poter interrompere l'attività per proteggere i dipendenti. Penicaud si è detta ”scandalizzata” dall'atteggiamento “disfattista” mostrato da queste aziende.
  
Francia: filiera agricola in crisi dopo chiusura mercati per coronavirus
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il blocco dei mercati in Francia deciso dal governo nell'ambito delle restrizioni prese per arginare il nuovo coronavirus rappresenta un duro colpo per la filiera agricola nazionale, che era già in crisi prima dell'inizio della pandemia. Lo scrive il quotidiano “Le Monde”, spiegando che per molti piccoli produttori i mercati rionali sono un importante canale di distribuzione. “Non ci possono chiedere di continuare a produrre per nutrire le persone e poi vietarci di vendere”, ha fatto sapere il sindacato del Coordinamento rurale. A questo si aggiunge poi il problema della mancanza di manodopera. A tal proposito, il ministro dell'Agricoltura, Didier Guillaume, ha lanciato un appello a tutti i cittadini senza attività, invitandoli ad andare a lavorare nei campi e unirsi così “al grande esercito dell'agricoltura”.
  
Ue-Spagna: coronavirus, von der Leyen apprezza “piano Marshall" di Sanchez
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - La presidente della Commissione europea, la tedesca Ursula von der Leyen , ha promesso solidarietà alla Spagna e ha manifestato apprezzamento per l'idea del “piano Marshall” avanzata dal primo ministro del paese, Pedro Sanchez, per far fronte alle conseguenze della pandemia di nuovo coronavirus sull'economia. In un’intervista con il quotidiano “El Pais”, von der Leyen ha annunciato che il materiale sanitario richiesto dalla Spagna per trattare il coronavirus. A tal riguardo, la presidente della Commissione europea ha dichiarato: “L’offerta congiunta che abbiamo organizzato per acquistare materiale medico con 25 Stati membri, tra cui la Spagna, ha coperto tutte le esigenze sollevate ottenendo persino più del necessario”. Von der Leyen ha sottolineato che nessuno Stato membro sarà lasciato solo nella gestione della pandemia, nemmeno "sotto l'aspetto economico", attraverso "totale flessibilità per le norme sugli aiuti di Stato". La presidente della Commissione europea ha aggiunto: " Ciò consentirà alla Spagna, che ha chiesto l'approvazione di 20 miliardi di aiuti di Stato, di farlo ora. Il paese sarà così in grado di investire nell'economia, nel settore sanitario e nel mercato del lavoro".
  
Spagna: governo approva credito da 20 miliardi di euro per aziende e autonomi
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il governo ha approvato una prima tranche di aiuti della linea di credito da 20 miliardi di euro, che fornisce liquidità delle società più colpite dalla crisi del nuovo coronavirus. Metà dell’importo importo servirà a garantire nuovi prestiti alle piccole e media imprese (Pmi) e agli autonomi, scrive il quotidiano economico “Expansion”. Le misure per aiutare i gruppi vulnerabili colpiti da Covid-19 con difficoltà nel pagare l'affitto sono invece rinviate alla settimana prossima. Il ministro delle Finanze, Maria Jesus Montero, ha assicurato che con queste garanzie "è stato istituito un sistema di liquidità” e che saranno retroattive. In questo modo, l'esecutivo intende supportare il tessuto aziendale del Paese garantendo l'accesso ai finanziamenti necessari per mantenere l'attività e l'occupazione.
  
Spagna: Goldman Sachs, Pil al 9,7 e deficit fino al 10 per cento
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Peggiorano le previsioni economiche per il 2020 di Goldman Sachs nei confronti della Spagna. A seguito della diffusione del nuovo coronavirus in Europa, per la banca statunitense l'economia spagnola affonderà del 9,7 per cento e il deficit raggiungerà circa il 10 per cento. In un rapporto pubblicato ieri, 24 marzo, la banca vede al ribasso la crescita del prodotto interno lordo (Pik) della Spagna. Prima della pandemia, Goldman Sachs si aspettava che l'economia spagnola crescesse invece dell'1,8 per cento nel 2020. Nel documento viene indicato poi che la Spagna e l'Italia avranno un forte aumento del disavanzo pubblico, anche fino il 10 per cento del Pil, a causa delle urgenti misure di spesa che vengono adottate per frenare l'emergenza sanitaria e l’impatto della crisi economica su imprese, lavoratori e famiglie.
  
Spagna: coronavirus, imprenditori chiedono al governo di evitare blocco economia
Madrid, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Le sigle sindacali che rappresentano l’imprenditoria spagnola hanno chiesto al governo di non inasprire le misure di contenimento del nuovo coronavirus con nuove serrate o con la chiusura di alcune comunità autonome, come chiedono molti presidenti regionali. E’ questa - scrive il quotidiano “Expansion” - la posizione della Confederazione spagnola delle organizzazioni imprenditoriali (Ceoe) e della Confederazione spagnola delle piccole e medie imprese (Cepyme), pur ribadendo che la priorità deve essere la sicurezza di cittadini e lavoratori. Le organizzazioni imprenditoriali sostengono, d’accordo con la vicepresidente per gli Affari economici Nadia Calvino, che "è necessario mantenere le attività essenziali” e mantenere “l'economia al minimo per riavviarlo quando possibile". Entrambe le organizzazioni respingono dunque il confinamento totale della popolazione e la chiusura delle comunità autonome che potrebbero essere maggiormente colpite dalla pandemia.
  
Usa: coronavirus, Congresso e amministrazione raggiungono accordo su pacchetto aiuti
New York, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Il Senato federale Usa e l’amministrazione del presidente Usa, Donald Trump, hanno raggiunto un accordo di massima in merito al pacchetto di aiuti da quasi 2mila miliardi di dollari concepito per tutelare l’economia statunitense dalle ricadute della pandemia di coronavirus, dopo giorni di stallo dovuti all’ostruzionismo dell’opposizione democratica, e la conseguente bocciatura del disegno di legge in fase di voto procedurale. Ad annunciare l’intesa, nelle prime ore di oggi, è stato un funzionario della Casa Bianca, Eric Ueland: “Abbiamo un accordo”, ha dichiarato Ueland, anticipando una conferenza stampa del presidente repubblicano del Senato, Mitch McConnell. Il testo dell’accordo non è ancora noto, ma la cifra di 2mila miliardi è superiore a quella spesa ogni anno dagli Usa per la difesa nazionale, la ricerca scientifica, la costruzione di autostrade e altri programmi discrezionali. Alla proposta dei Repubblicani, i Democratici ne hanno anteposta Usa che prevedeva rigide condizionalità di politica identitaria per le aziende beneficiarie degli aiuti, ad esempio in termini di parità di genere e discriminazione positiva nelle assunzioni di dipendenti; il piano democratico prevede anche obblighi di riduzione delle emissioni di gas serra per le aziende “soccorse” dallo Stato. Ad oggi la pandemia di coronavirus ha ucciso 660 persone e ne ha contagiate almeno 50mila negli Stati Uniti, causando la chiusura di migliaia di attività economiche e bloccando milioni di lavoratori. Oltre un terzo della popolazione Usa – circa 100 milioni – è soggetta a misure di limitazione degli spostamenti. Il presidente Trump ha anticipato di voler riaprire le attività produttive entro il mese di aprile, per evitare un collasso dell’economia nazionale;
  
Usa: coironavirus, vicegovernatore Texas esorta a non sacrificare l'economia
New York, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Hanno suscitato discussioni e polemiche negli Stati Uniti le dichiarazioni del vicegovernatore dello Stato del Texas, Dan Patrick, che durante una intervista televisiva ha sollecitato a proseguire tutte le attività economiche nonostante l'emergenza sanitaria del coronavirus, argomentando che la vita di singoli cittadini vulnerabili all'agente patogeno non possa giustificare il collasso sistemico dell'economia, “Toniamo al lavoro, torniamo a vivere. Restiamo lucidi, e quanti tra noi hanno più di 70 anni si prendano cura di loro stessi. Non sacrifichiamo il paese”, ha dichiarato il vicegovernatore, che compirà a breve 70 anni. “Se qualcuno mi chiedesse di scambiare la mia sopravvivenza con quella dell’America per i miei figli e nipoti, direi di sì”, ha aggiunto Patrick. Ieri anche il presidente Usa, Donald Trump, ha anticipato che farà tutto il possibile per riavviare l'economia nazionale prima della fine del mese di aprile. "Il nostro paese non è costruito per rimanere chiuso. Non esiste paese che sia stato costruito per questo", ha detto Trump durante una conferenza stampa alla Casa Bianca. Alla domanda se Anthony Fauci, immunologo divenuto il volto della comunità scientifica Usa nel contesto di crisi sanitaria, concordi con la rapida riapertura dell'economia, Trump ha dichiarato che "Fauci comprende il costo tremendo per il nostro paese", ed ha aggiunto che bloccare l'economia rischia di rendere "la cura" "peggiore del problema".
  
Imprese: Facebook, business pubblicitario cala nei paesi colpiti da coronavirus
New York, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Facebook ha annunciato un indebolimento della sua attività pubblicitaria nei paesi che intraprendono azioni per ridurre la diffusione della pandemia, nonostante un balzo delle utenze sulle piattaforme "nei luoghi colpiti più duramente dal virus". "Man mano che la pandemia si espande e sempre più persone stanno a distanza l'una dall'altra, abbiamo riscontrato un aumento delle persone che utilizzano le nostre app", ha dichiarato la società in un post sul suo blog. Il post afferma che ad esempio in Italia l’utilizzo delle piattaforme di Facebook (Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger) è cresciuto di molto. Il traffico, ha concluso Facebook, è aumentato soprattutto sulle piattaforme di messaggistica.
  
Tlc: Etisalat, dividendi per il 2019 a 22 centesimi di dollaro per azione
Dubai, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Etisalat, il maggiore operatore telefonico degli Emirati Arabi Uniti, ha approvato per il 2019 un dividendo di 22 centesimi di dollaro per azione. Nello scorso anno, Etisalat ha registrato profitti netti per circa 2,4 miliardi di dollari.
SOCIETÀ E CULTURA
  
Cultura: morto Uderzo, disegnatore di Asterix
Parigi, 25 mar 11:56 - (Agenzia Nova) - Albert Uderzo, creatore grafico del fumetto “Asterix” si è spento ieri, 24 marzo, all'età di 92 anni a causa d un infarto. Ne parla la stampa francese, rendendo maggio all'artista che ha dato un volto a uno dei personaggi più famosi del fumetto internazionale. Uderzo, che aveva origini italiane, creò Asterix nel 1959 insieme a René Goscinny. Il quotidiano “Libération” ricorda che nell'ultimo periodo della sua vita il disegnatore si era ritirato dal mondo del fumetto. “Confesso che per molto tempo, un po' come Hergé ha fatto per “Tintin”, non ho voluto nuove avventure (di Asterix, ndr) dopo la mia morte. Mi rendo contro oggi che era un errore”, ha detto Uderzo poco prima di morire. Qualche anno fa l'artista fu colpito da una leucemia, riuscendo però a sconfiggerla.
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..