PIEMONTE

Mostra l'articolo per intero...
 
 
 

Piemonte: Confesercenti, calo dei consumi per oltre un miliardo, ristori a singhiozzo non bastano (2)

Torino, 14 gen 10:47 - (Agenzia Nova) - “Il forte rallentamento dei consumi - dice Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti Piemonte - ha gettato le imprese del terziario in una crisi senza precedenti. I prossimi mesi rischiano di vedere aumentare drammaticamente il numero di cessazioni delle attività, in particolare quelle di prossimità e legate alla filiera turistica. Il Recovery Plan si occupa di molte cose ma non prevede interventi diretti per commercio, alloggio e ristorazione, per i quali il piano genererebbe ricadute positive solo sul medio lungo periodo. Purtroppo, però, c’è un problema immediato di tenuta del sistema imprenditoriale, ormai sfiancato da quasi un anno di emergenza Covid. Per questo - prosegue Banchieri - si deve cambiare passo sulle politiche di sostegno. Bisogna superare il criterio di scelta in base al codice Ateco, che è stato un fallimento e ha lasciato fuori troppe imprese; basta anche con i ristori ‘a puntate’. Serve invece un intervento di ampio respiro, con più risorse e un cronoprogramma chiaro, per dare alle attività la certezza di risorse sufficienti a portarle oltre la fine dell’emergenza sanitaria: un intervento che deve affrontare anche il nodo dei costi fissi, dagli affitti alle utenze, e quello del rilancio del tessuto imprenditoriale, prevedendo anche misure per la ricollocazione e la riconversione intelligente delle attività”. (Rpi)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE