PIEMONTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Piemonte: Coldiretti, no alla tassa sulla carne
 
 
Torino, 14 feb 11:34 - (Agenzia Nova) - “La nostra carne nasce da un sistema di allevamento che, per sicurezza e qualità, non ha eguali al mondo, consolidato anche grazie a iniziative di valorizzazione messe in campo dagli allevatori, con l’adozione di forme di alimentazione controllata, disciplinari di allevamento restrittivi, sistemi di rintracciabilità elettronica e forme di vendita diretta della carne attraverso le fattorie e i mercati di Campagna Amica". Lo affermano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale: "Scegliere carne Made in Piemonte significa anche preservare territori dallo spopolamento e dal degrado ambientale, oltre che valorizzare scelte imprenditoriali in aree difficili”, aggiungono. "No alla tassa sulla carne da 9 italiani su 10 (91%), che continuano a mangiarla nonostante le fake news, gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie". E’ quanto afferma la Coldiretti "sulla base dei dati Eurispes in merito alla proposta di un gruppo di animalisti, appoggiati da parlamentari europei, di stangare la carne bovina, suina e di pollo con una nuova imposta al 25% che, una volta a entrata a regime nel 2030, servirebbe a togliere dalle tasche dei consumatori europei 32 miliardi di euro l’anno per finanziare il Green deal". (segue) (Rpi)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..