RAI
Mostra l'articolo per intero...
 
Rai: Agcom, multa da 1,5 milioni per violazione pluralismo, Pd chiede rimozione Salini e vertici informazione (2)
 
 
Roma, 14 feb 18:38 - (Agenzia Nova) - "Dopo la sanzione da 1,5 milioni di euro alla Rai da parte dell'Agcom che ha accertato la violazione del contratto di servizio relativamente agli obblighi di imparzialità, pluralismo, trasparenza, indipendenza del servizio pubblico - ha chiesto il Pd attraverso il vicecapogruppo alla Camera Michele Bordo - all'amministratore delegato Salini non resta che valutare la propria permanenza al vertice dell'azienda così come la permanenza degli attuali vertici dell'informazione". Sulla multa è intervenuto anche il deputato di Italia viva e membro della commissione di Vigilanza della Rai Michele Anzaldi. "E' la conseguenza inevitabile di quanto vado denunciando da mesi con esposti, interrogazioni, dichiarazioni: questa Rai rappresenta uno dei punti più bassi mai raggiunti dall'informazione del servizio pubblico - ha commentato su Facebook -. Ora l'amministratore delegato Salini prenda i dovuti provvedimenti, difficile che chi ha causato un danno tale all'azienda possa rimanere al suo posto. E chieda ai diretti responsabili, direttori e conduttori, di pagare di tasca propria. E' inaccettabile che il danno ricada sui soldi dei cittadini che pagano il canone". Infine, il deputato e capogruppo di Forza Italia in commissione Vigilanza Rai Giorgio Mulé ha sottolineato: "sono soddisfatto che l'Agcom abbia ritenuto corretto sanzionare la Rai per la mancata trasparenza sulla vendita degli spazi pubblicitari: qualcuno a viale Mazzini avrà di che pensare e rendere conto. Nel frattempo resta da pagare una multa da un milione e mezzo di euro, che non dovrebbero saldare i cittadini ma i responsabili di queste violazioni". (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..