TORINO
 
Torino: 8 e 9 giugno la Festa dei vicini 2019
 
 
Torino, 16 mag 11:41 - (Agenzia Nova) - La prima edizione della Festa dei Vicini a Torino dà appuntamento sabato 8 e domenica 9 giugno per la cena/pranzo solidale: filo conduttore, il recupero della socialità e del dialogo. Particolare evidenza quest'anno sarà data all' invito a non utilizzare materiale in plastica. La prima edizione della Festa dei Vicini 2019 è organizzata dall'assessorato all'Ambiente e con il supporto del Tavolo di progettazione civica e dell'assessorato alle Periferie. Il secondo appuntamento della Festa dei Vicini sarà invece a settembre. L'’assessorato all’Ambiente invita tutti coloro che parteciperanno alla Festa dei Vicini a realizzare un evento Plastic free, seguendo le indicazioni del ministero per l’Ambiente (#iosonoambiente) che invita a non utilizzare la plastica ma materiali riciclabili e biodegradabili.

E' possibile dare un' adesione proforma, per facilitare l' organizzazione della festa tramite il link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeFzhlbiS2avFs5LQj30YBpFmGlKSeP4A8K6mmUFU5unT2arw/viewform?usp=pp_url Per aderire è necessario, entro il 31 maggio, compilare, prendere visione e firmare i moduli d'iscrizione che possono essere richiesti all'indirizzo festadeivicini@comune.torino.it. A breve i moduli saranno pubblicati sul sito del Comune. La manifestazione, promossa dall’associazione European Neighbour’s Day e in Italia da Anci e Federcasa, si pone l’obiettivo di contrastare l’isolamento e l’individualismo tipici dei quartieri cittadini e promuovere il valore comune della cittadinanza europea. Nata nel 17° Arrondissement di Parigi nel 1999, ha ottenuto un successo immediato e crescente diventando un appuntamento irrinunciabile per quasi dieci milioni di cittadini di una trentina di Paesi diversi (dal Canada al Giappone) e più di 720 Città.

La Città di Torino ha aderito per la prima volta nel 2006, insieme all’Atc, e da allora migliaia di cittadini hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa, con adesioni sempre più numerose anno dopo anno: piazze, strade, giardini e cortili sono stati luogo di incontro fra privati cittadini, supportati dalle associazioni che hanno promosso e favorito la partecipazione. Interi caseggiati hanno chiuso la strada davanti al portone per ampliare l’accoglienza ai palazzi vicini, ai passanti, in un’occasione di riconquista degli spazi sociali. Ampia l’adesione dei quartieri Atc dove si formano lunghe tavolate all’insegna della qualità della vita e della voglia di stare insieme. La sensibilizzazione ai temi di sostenibilità ambientali, saranno evidenziati dai cittadini partecipanti con l'utilizzo di materiali biodegradabili e comparabili e con un corretto smaltimento dei rifiuti. (Rpi)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..