PIEMONTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Piemonte: Reddito di cittadinanza, delibera di Giunta definisce approccio multidisciplinare
Roma, 16 mag 16:01 - (Agenzia Nova) - Una delibera di indirizzo approvata oggi dalla giunta regionale del Piemonte su proposta degli assessori al Lavoro e alle Politiche sociali, darà attuazione a un approccio multidisciplinare per il reddito di cittadinanza che, sul modello positivo del Rei (reddito d’inclusione sociale), consenta di integrare politiche occupazionali e politiche socio-assistenziali, indirizzando i nuclei famigliari e i loro componenti ai servizi di cui hanno maggiore bisogno: per il lavoro (gestiti dai centri per l’impiego) o per l’inclusione sociale (affidati ai comuni e loro consorzi). Tra il 6 marzo e il 30 aprile scorso, stando ai dati Inps, il sussidio sarebbe stato richiesto in Piemonte da oltre 56mila nuclei famigliari (di cui 33.718 in provincia di Torino), dati che collocherebbero la Regione al settimo posto in Italia per numero di domande, dopo Campania (172.175), Sicilia (161.383), Lazio (93.048), Lombardia (90.296), Puglia (90.008) e Calabria (70.300). Quasi il 60% delle istanze sarebbe stata presentata attraverso i Caf, seguiti dagli uffici postali (37% delle domande), dal sistema Poste-Spid (2,8%) e dai patronati (circa 2%). Rispetto al mese di marzo, quando la misura è partita, il numero di domande sarebbe calato in modo significativo ad aprile (10.765 domande contro le 45.900 di marzo). Una tendenza che andrà verificata nelle prossime settimane. (segue) (Ren)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..