PIEMONTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Piemonte: Reddito di cittadinanza, delibera di Giunta definisce approccio multidisciplinare (3)
Roma, 16 mag 16:01 - (Agenzia Nova) - La Regione Piemonte, ha spiegato l’assessore al Lavoro, “si sta attrezzando per far funzionare nel migliore dei modi una macchina complessa, che, come si capisce dai numeri, avrà un impatto significativo sui servizi socio-assistenziali, quindi sui comuni. Fino al 30 novembre prossimo, tra l’altro, non sarà operativa la piattaforma informatica di gestione centralizzata del reddito di cittadinanza”. “Le Regioni stanno facendo la loro parte – ha aggiunto -, collaborando attivamente con Anpal per definire le modalità di trasmissione e scambio dei dati dei beneficiari del reddito di cittadinanza, con l’obiettivo di rendere disponibili nel più breve tempo possibile le proposte di attivazione, ma si tratta evidentemente di procedure che non si possono improvvisare. Inoltre si chiede al governo di velocizzare le procedure per consentire di assumere i nuovi operatori dei centri per l’impiego”. Per l’assessore alle Politiche sociali, “a fronte dell'incertezza che grava ancora sull'attuazione delle politiche attive del Reddito di Cittadinanza, la Giunta regionale ha deciso di assumersi direttamente la responsabilità per dare risposte più chiare agli operatori”. “L'obiettivo di questa delibera è quello di costruire un modello di azione condiviso tra servizi sociali territoriali ed i centri per l'impiego, in modo da incardinare l'attuazione del Reddito di Cittadinanza sul lavoro già attivato da tempo sui territori per il reddito di inclusione”, ha concluso l’assessore al Lavoro. (Ren)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..