Banner Leonardo

Usa: delegazione di alto livello in visita in Messico, focus sulla lotta al traffico di fentanyl

La crisi causata dalla diffusione del potente analgesico è una priorità per l’amministrazione Biden alla luce del crescente numero di morti causate dall’abuso di oppiacei

Washington
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Una delegazione di alto livello del governo degli Stati Uniti si reca oggi a Città del Messico per mettere a punto strategie comuni contro traffico e produzione di fentanyl, il potente anestetico ritenuto causa della morte di decine di migliaia di persone.


Il gruppo di lavoro, guidato dalla consigliera speciale per la Sicurezza, Elizabeth Sherwood-Randall, sarà a collloquio con la delegazione messicana guidata dalla ministro della Sicurezza, Rosa Icela Rodriguez. “Questa riunione migliorerà il coordinamento nella lotta contro la minaccia delle droghe sintetiche, la domanda di droghe, e la salute pubblica, i modi e i metodi del traffico di droghe e le finanze illecite”, si legge in una nota emessa dal dipartimento di Stato.

Il tema è in cima all’agenda politica della Casa Bianca. Fonti anonime hanno riferito al “Wall Street Journal” che il segretario di Stato, Antony Blinken, ha proposto durante la sua recente visita a Pechino di creare un gruppo di lavoro congiunto e riprendere le discussioni sul contrasto al narcotraffico. Le autorità cinesi, tuttavia, hanno chiesto prima la cancellazione delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti nei confronti dell’Istituto di scienza forense. Tre anni fa, l’amministrazione Trump ha limitato in maniera significativa l’accesso della struttura, interna al ministero della Pubblica sicurezza di Pechino, alle tecnologie di produzione statunitense, a causa del presunto coinvolgimento in abusi dei diritti umani nei confronti della minoranza uigura, nella regione dello Xinjiang. La sospensione delle sanzioni nei confronti dell’istituto sarebbe stata definita da Pechino un “prerequisito” per riprendere il dialogo con gli Stati Uniti relativamente alla lotta al narcotraffico. La crisi causata dalla diffusione di fentanyl è una priorità per l’amministrazione Biden, alla luce del crescente numero di morti causate dall’abuso di oppiacei. La Cina rappresenta il principale produttore delle sostanze chimiche utilizzate dai cartelli della droga messicani per produrre il fentanyl inviato negli Stati Uniti.

La creazione del gruppo di lavoro avrebbe rappresentato un primo passo verso un accordo definitivo: la struttura fornirebbe linee guida per la cooperazione tra i due Paesi nel contrasto al narcotraffico, mentre le autorità di Washington prenderebbero in considerazione la possibilità di rimuovere le sanzioni nei confronti dell’Istituto. “Le autorità di Pechino non hanno ancora accettato tali condizioni”, ha precisato una delle fonti. Il portavoce del dipartimento di Stato Usa, Matthew Miller, ha inoltre smentito qualsiasi proposta statunitense che includa un alleggerimento delle sanzioni.

“Nessun componente della delegazione statunitense ha offerto una sospensione delle sanzioni imposte nei confronti di entità cinesi: il segretario ha proposto la creazione di un gruppo di lavoro che consentirebbe ad entrambe le parti di segnalare le proprie preoccupazioni”, ha detto, in una dichiarazione al quotidiano. Le fonti hanno comunque definito “improbabile” una imminente cancellazione delle sanzioni nei confronti dell’istituto, che dipenderebbe soprattutto dall’approccio della Cina in una eventuale discussione.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni in Canada da Trudeau: “Lavoreremo insieme su Ucraina, Gaza e Mar Rosso” – foto e video

“Siamo impazienti di collaborare con la presidenza italiana su tutti questi dossier, come i rapporti commerciali, la sfida delle migrazioni, l’intelligenza artificiale e le produzioni industriali”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej