Banner Leonardo

Urso (Copasir): “L’Italia al centro di una campagna di disinformazione”

"È stato notato che gli stessi social che propagavano notizie sulla inefficacia dei nostri vaccini a fronte del magico Sputnik hanno trasformato la loro ragion d'essere, nella stessa notte, nel difendere le ragioni del Cremlino sulla invasione dell'Ucraina. È bastato girare una chiave o se lei preferisce modificare l'algoritmo", ha aggiunto il presidente del Comitato parlamentare

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il Copasir è diventato il centro di molti dei dossier più delicati oggi in Italia. Lo sa il presidente Adolfo Urso, ieri ospite a Metropolis, che non nasconde il punto cruciale della questione in una intervista a “la Repubblica”: l’Italia è al centro di una campagna di disinformazione da parte della Russia. Il Copasir, sin dall’inizio della pandemia, ha individuato un’azione di influenza sul nostro paese da parte di stati esteri, Russia e Cina in particolare: “La macchina di disinformazione è attiva da almeno dieci anni, peraltro è un elemento fondamentale della cosiddetta ‘dottrina Gerasimov’ resa pubblica nel 2013, a ridosso della prima invasione russa dell’Ucraina. Ha agito con efficacia durante la pandemia, come abbiano denunciato in un documento del maggio 2020, ovviamente è in campo ancor più oggi nel tentativo di condizionare le nostre scelte che sono fondamentali per la tenuta della difesa occidentale. Dobbiamo esserne consapevoli per aumentare la resilienza del Paese”. “È stato notato – racconta Urso – che gli stessi social che propagavano notizie sulla inefficacia dei nostri vaccini a fronte del magico Sputnik hanno trasformato la loro ragion d’essere, nella stessa notte, nel difendere le ragioni del Cremlino sulla invasione dell’Ucraina. È bastato girare una chiave o se lei preferisce modificare l’algoritmo”.


Un signore come Antonio Capuano – che non è un pubblico ufficiale né un agente -ha partecipato a incontri tra un parlamentare italiano, Matteo Salvini, e un ambasciatore di un paese straniero: “Noi non giudichiamo mai il comportamento di parlamentari né l’attività professionale dei nostri cittadini. Abbiamo solo attivato le solite procedure per verificare che i nostri servizi abbiano svolto appieno quanto necessario per tutelare la sicurezza nazionale a fronte di chi ha più volte ribadito di lavorare per ambasciate di Paesi che tendono a condizionare con ogni mezzo la nostra democrazia”. Quanto alla missione ‘Dalla Russia con amore’: “In presenza di quanto accade in Ucraina con città rase al suolo, ospedali e asili distrutti, mi pare per lo meno inappropriato accostare la parola ‘amore’ ad un atto di Putin. Su quella missione abbiamo già riferito al Parlamento escludendo che si fossero corsi rischi per la sicurezza nazionale, grazie al ‘cordone sanitario’ che difesa e servizi hanno subito realizzato quando sono sbarcati pochi medici e molti militari. Sul resto stiamo approfondendo, in ogni caso mi sembra certo l’intento propagandistico”.

Il Copasir sta diventando sempre più centrale nel dibattito pubblico del nostro paese: questo perché sta cambiando il concetto di sicurezza nazionale: “Basti seguire l’evoluzione della golden power, cioè dello strumento che il governo dispone per tutelare la sicurezza nazionale: all’inizio della legislatura era limitato a Difesa e Sicurezza dello Stato. Oggi può essere usato anche nei settori delle telecomunicazioni come dell’energia, finanza, infrastrutture critiche, siderurgia, filiera sanitaria e persino alimentazione. L’ultima volta è stato usato per tutelare un’impresa produttrice di sementi. Con il blocco del grano e dei fertilizzanti, che la Russia realizza per porre sotto scacco l’Occidente, minacciando la sopravvivenza dell’Africa, ciascuno di noi capisce perché”. “Dobbiamo essere consapevoli – osserva infine Urso – che i sistemi autoritari, autocratici, sempre più imperiali utilizzano la tecnologia per controllare il dissenso interno e nel contempo per sopraffare le nostre libertà , così come usano le loro imprese e i varchi della globalizzazione per sottomettere le nostre economie e quindi la fonte del nostro benessere. In questa strategia l’Italia è centrale perché terra di frontiera tra Occidente e Oriente e nel contempo cerniera verso Asia ed Africa: i continenti in crescita”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni: “Il mio obiettivo è restituire credibilità al Paese”

“Sono una persona che ha speso due terzi della propria esistenza nell’impegno politico e ancora adesso la considero la più straordinaria forma di impegno civile che esista”

Ex Ilva, Urso in visita a Taranto: “A giorni completeremo la terna di commissari”

“Realizzeremo il polo tecnologico sulla transizione ambientale e Taranto sarà la sede nazionale"

Medio Oriente: proseguono le trattative per il rilascio degli ostaggi, mentre sale la tensione in Libano e Siria

I rappresentanti di Israele, Stati Uniti, Qatar ed Egitto si sono riuniti a Doha per discutere lo scambio di ostaggi e una possibile tregua nella Striscia di Gaza

Libia, fonti “Nova”: mercoledì a Tunisi una riunione di Camera e Senato su un nuovo governo unificato

Un funzionario vicino al “Senato” libico con sede a Tripoli ha riferito che alla riunione dovrebbero partecipare circa 140 membri delle due camere, almeno un rappresentante della Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia e cinque importanti imprenditori libici

Tajani e Radman al Comitato di coordinamento dei ministri: Tra Italia e Croazia rapporto in forte espansione

I rapporti bilaterali tra Italia e Croazia vertono in una fase di forte espansione. I settori strategici su cui puntare sono infrastrutture ed energie...

Altre notizie

Gli Emirati e il Fondo monetario internazionale intervengono per salvare l’Egitto dalla bancarotta

“Agenzia Nova” ha parlato dei recenti sviluppi con l’analista Roberta La Fortezza
Anton Siluanov

Russia, Siluanov: L’uso dei nostri asset per ricostruire l’Ucraina mina le basi del sistema finanziario

"Non è la prima volta che sentiamo questa proposta", ha detto il ministro delle Finanze russo interpellato da "Agenzia Nova"

Da Cipro il messaggio di pace di Mattarella: “Una strada complessa ma sempre possibile”

"L’Italia partecipa con convinzione alla missione Onu a Cipro ed è orgogliosa di farlo per la pace mantenuta e l’obiettivo di una soluzione positiva che renda possibile ulteriore sviluppo di progresso in questo territorio”
Draghi

Draghi al Parlamento europeo: “Servono riforme strutturali”

L'ex premier e presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha partecipato alla riunione della conferenza dei presidenti delle commissioni d...

Sardegna 2024: Consiglio regionale, 11 seggi al Pd, 7 a Fd’I e M5S

Dopo 33 ore dallo spoglio, ancora non sono state contate tutte le 1.844 sezioni, ma già si comincia a delineare la composizione del nuovo Consiglio re...