Uganda: attentato esplosivo a Kampala, almeno tre morti e sette feriti

uganda polizia esplosione kampala
uganda polizia esplosione kampala

Si teme che almeno tre persone siano state uccise e sette siano rimaste gravemente ferite in Uganda in seguito ad una forte esplosione avvenuta la notte scorsa presso un’azienda agricola a Komamboga, sobborgo della capitale Kampala. “C’è stata l’esplosione di una bomba. Due persone, una giovane donna e un uomo, sono stati feriti a morte e altri sono ricoverati con lesioni gravi”, ha riferito il commissario politico capo della polizia, Asan Kasingye, citato dal quotidiano “Daily Monitor”. L’esplosione è avvenuta nella tarda serata di ieri e la polizia ha fatto sapere che le indagini sono in corso. L’attentato, che non è stato rivendicato, è stato condannato dal presidente Museveni che in un messaggio pubblicato sui social media ha promesso di sconfiggere i potenziali terroristi coinvolti nell’atto. “Dalle informazioni che disponiamo tre persone sono arrivate sul posto e hanno lasciato un pacco di kaveera (sacchetto di polietilene) che in seguito è esploso. Sembra essere un atto terroristico, prenderemo gli autori”, ha detto Museveni. “Il popolo non deve temere. Sconfiggeremo questa criminalità come abbiamo sconfitto tutte le altre criminalità commesse dai maiali che non rispettano la vita”, ha aggiunto. Lo scorso 14 ottobre l’ambasciata del Regno Unito a Kampala aveva avvertito di un imminente attacco terroristico in Uganda. Il Paese africano, considerato uno dei Paesi più stabili dell’Africa orientale, ha subito un grave attacco terroristico l’11 luglio 2010 quando il gruppo islamista somalo al Shabaab uccise oltre 75 persone in un doppio attentato a Kampala mentre centinaia di persone guardavano una partita della finale della Coppa del Mondo di calcio.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su FacebookTwitterLinkedInInstagram, Telegram