Ucraina, Salvini: “Con Draghi si è parlato finalmente di pace”

"Abbiamo discusso di come arrivare a un cessate il fuoco il prima possibile, con un'Italia protagonista", ha aggiunto il leader della Lega dopo l'incontro a palazzo Chigi con il capo dell'esecutivo

lega salvini

Con il presidente del Consiglio, Mario Draghi, “si è parlato finalmente di pace. Direi che dopo quasi tre mesi di guerra riuscire a parlare concretamente di pace, di cessate il fuoco, di salvare vite ed anche posti di lavoro, è qualcosa su cui non dormo la notte”. Lo ha affermato in merito al conflitto in Ucraina il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i cronisti dopo l’incontro a palazzo Chigi con il capo dell’esecutivo. “Diciamo che rispetto ai toni bellicisti che c’erano da quasi tutti fino a pochi giorni fa, il fatto che il presidente Draghi sia andato a Washington a portare parole e progetti di pace, l’idea di un’Europa nuova, Italia, Francia e Germania, che metta al centro la pace e il disarmo, e la salvaguardia dei posti di lavora in patria, è qualcosa su cui sto lavorando da più di due mesi e che inizia a vedere i primi frutti. Abbiamo parlato di come arrivare a un cessate il fuoco il prima possibile, con un’Italia protagonista. Lasciamo ad altri venti e toni di guerra e noi facciamo l’Italia, perché l’Italia è sempre stata potenza di equilibrio, ovviamente alleata delle potenze e democrazie occidentali con equilibrio, con prudenza, con buonsenso, con misura, dai tempi di Prodi, Berlusconi, Craxi, Aldo Moro. Quindi – ha concluso l’ex ministro dell’Interno – che l’Italia sia promotrice di un processo di pace e di cessate il fuoco è qualcosa che mi rende orgoglioso”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram