Taiwan: rimosso l’obbligo di mascherina anti-Covid all’aperto

Si continua a raccomandare l’uso del dispositivo di protezione nei grandi assembramenti e nei casi in cui si manifestino sintomi respiratori riconducibili alla malattia. Rimane in vigore l’obbligo negli spazi chiusi, fatta eccezione per piscine, saune e altri luoghi simili

taiwan

Entra in vigore da oggi a Taiwan l’abolizione dell’obbligo di mascherina all’aperto per proteggersi dal Covid-19. Lo ha fatto sapere il Centro di comando epidemico (Cecc) di Taipei, che tuttavia continua a raccomandare l’uso del dispositivo di protezione nei grandi assembramenti e nei casi in cui si manifestino sintomi respiratori riconducibili alla malattia. Rimane in vigore l’obbligo negli spazi chiusi, fatta eccezione per piscine, saune e altri luoghi simili. Le mascherine dovranno continuare ad essere indossate anche sui mezzi di trasporto pubblico e nelle classi, oltre che nelle autovetture che trasportano più passeggeri. I trasgressori sono passibili di sanzioni pecuniarie comprese tra i 97 e i 490 dollari ai sensi dell’articolo 70 della Legge sul controllo delle malattie trasmissibili. A partire dal 10 dicembre, inoltre, saranno allentate le regole per le visite ai pazienti in ospedali e sarà innalzato il tetto agli arrivi internazionali su base settimanale, attualmente fissato a 150 mila viaggiatori.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram