Spaccio di droga sul web con bitcoin, 9 giovanissimi denunciati a Napoli

guardia di finanza Milano

La Guardia di finanza ha denunciato 9 persone, a Napoli, nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni del capoluogo partenopeo. Il gruppo composto da 9 persone, tutte di età molto giovane, avrebbero organizzato un traffico di marijuana e hashish tramite internet e con l’ausilio di criptovalute. Sono stati gli specialisti della Sezione ”Antidroga” del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata che, tramite l’analisi del contenuto di svariate conversazioni trovate sui cellulari di uno dei denunciati, hanno ricostruito ben 10 episodi di acquisto di stupefacente, tra giugno 2016 e giugno 2017. Gli indagati, all’epoca dei fatti minorenni, avrebbero fatto uso del dark web per acquistare la droga, usando bitcon, criptovalute, per nascondere la tracciabilità dei pagamenti.

Lo stupefacente giungeva a destinazione attraverso una società di spedizione, del tutto estranea all’illecito commercio, che consegnava le confezioni presso degli “hub” appositi, situati all’interno di esercizi commerciali abilitati al ritiro della merce. Attraverso il dark web – la parte nascosta dell’internet – è possibile rendere la propria connessione irrintracciabile, ma soprattutto anonima con l’aiuto di sistemi molto sofisticati tra cui quello più diffuso, come in questo caso, denominato “Tor”.

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram