Siria, ripristinata la base militare di Jarrah: schierati i sistemi di difesa aerea

Lo Stato islamico aveva preso il controllo della base nel 2014, per poi essere riconquistata dalle forze di Damasco nel 2017

Il governo di Damasco, con il sostegno della Russia, ha ripristinato la base militare di Jarrah, situata a est di Aleppo, nel nord della Siria, chiusa dal 2014. Secondo quanto riferito da “Sky News arabia”, la notizia è stata data nella serata di ieri dal ministero della Difesa russo, sebbene già in precedenza l’Osservatorio siriano per i diritti umani (Sohr), organizzazione non governativa con sede a Londra, e media locali avessero parlato della riapertura della base, avvenuta lo scorso 21 gennaio con una parata militare che ha visto la partecipazione di forze russe e la presenza di aerei da combattimento ed elicotteri.

Lo Stato islamico aveva preso il controllo della base nel 2014, per poi essere riconquistata dalle forze di Damasco nel 2017. Ora, secondo le informazioni diffuse dai media siriani, Jarrah è stata dotata di un sistema missilistico di difesa aerea con batterie di Pantsir S1 e Buk-M2E.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram