Banner Leonardo

Shade Med: conclusa a Roma la conferenza sulle sfide alla sicurezza nel Mediterraneo

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Si è conclusa oggi a Roma la 12esima edizione di “Shared Awareness and De-confliction in the Mediterranean” (Shade Med), la conferenza di due giorni organizzata dalla missione militare aeronavale europea EuNavFor Med“Irini” in collaborazione con il Comando marittimo della Nato (Marcom). Relatori di alto livello hanno tracciato un quadro della complessa situazione che sta vivendo la regione del Mediterraneo. “Non esiste una soluzione miracolosa, né una soluzione certa, ma noi, la comunità internazionale, possiamo fare la differenza. Operando in mare tramite l’operazione EuNavFor Med – Irini o l’operazione Nato Sea Guardian, nel lavoro quotidiano nei nostri uffici, nelle accademie e centri di ricerca, nelle istituzioni governative rappresentiamo uno straordinario esempio di cooperazione. I nostri sforzi possono avere ricadute non solo nel Mediterraneo ma anche oltre”, ha affermato nelle sue conclusioni il contrammiraglio Stefano Turchetto, comandante dell’operazione Irini.


L’evento ospitato a Palazzo Guidoni del Segretariato generale della difesa/Direzione nazionale degli armamenti, all’interno della base aeronautica di Centocelle, ha riunito rappresentanti di organizzazioni internazionali come Nato, Unhcr, Interopol, nonché dell’Unione europea – inclusi esponenti del Seae (Servizio per l’azione esterna), Eums (Staff militare), Euiss (Istituto per gli studi sulla sicurezza) , Frontex (Agenzia della Guardia di Frontiera e Costiera). La conferenza è stata arricchita dalla presenza di studiosi del Chds (Centro Italiano Studi Superiori per la Difesa), dello Iai (Istituto Affari Internazionali) e di altri istituti e think tank di fama internazionale, oltre a ospiti illustri del mondo militare, diplomatico, accademico, senza dimenticare anche i molti giovani studenti provenienti da 31 paesi.

Durante il dibattito principale e i gruppi di lavoro, i partecipanti hanno presentato diversi punti di vista e soluzioni alle attuali sfide alla sicurezza nell’area del Mediterraneo. Lo scopo di Shade Med, infatti, è creare un’opportunità di condivisione e riflessione su opinioni diverse traendo ispirazione dai relatori e dai relatori principali. “Non posso concludere questa edizione di Shade Med senza un ringraziamento speciale agli approfonditi contributi dei relatori e all’ottimo lavoro svolto dai moderatori altamente professionali che hanno presieduto i panel e i gruppi di lavoro. Vorrei esprimere, come ogni anno, la nostra gratitudine allo staff Nato Marcom per il duro lavoro svolto co-organizzando questa conferenza”, ha concluso il comandante dell’operazione dell’Irini nel suo discorso finale.

Alla conferenza Shade Med 2023 hanno partecipato circa 200 ospiti provenienti da 31 paesi e 29 organizzazioni. Il successo di questa edizione è stato confermato dall’alto livello e dal numero delle autorità internazionali partecipanti, per citarne alcune: vice ammiraglio Didier Maleterre, Marina francese, vice comandante del Comando marittimo alleato; Alison Weston, vice direttore per la Sicurezza e la politica di difesa e coordinatore senior per presenza marittima coordinata; l’ambasciatore Andrea Orizio, membro del Comitato politico e di sicurezza dell’Ue, rappresentante italiano; Ariella Viehe, direttore delle operazioni del Quartier generale Nato; capitano Niels Ole Markussen, direttore del Centro spedizioni Nato, Comando marittimo alleato; contrammiraglio Massimiliano Lauretti (capo pianificazione generale e operazioni della Marina militare italiana); Claudia Gazzini, analista senior per la Libia dell’International Crisis Group; Chiara Cardoletti, rappresentante dell’Unhcr in Italia, Santa Sede e San Marino; Emanuela Claudia Del Re, rappresentante speciale dell’Ue per il Sahel; Capitano Ioannis Agrodimos, capo della filiale dell’Ue per il coordinamento delle operazioni Cmp (Presenza marittima coordinata); ambasciatrice Delphine Pronk, vicedirettrice politica del Seae e presidente del comitato politico e di sicurezza dell’Unione europea, la quale ha inviato un video introduttivo dando il benvenuto a tutti i partecipanti. L’appuntamento per Shade Med 2024 è fissato, per il momento, al prossimo autunno, quando si farà il punto sui risultati e sulle buone pratiche intraprese derivanti dagli esiti di quest’anno.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

incendio valencia

Grattacielo in fiamme a Valencia: persone intrappolate nell’edificio, ci sono feriti – video

L'incendio è partito da uno dei piani terra ma si è rapidamente propagato lungo tutta la facciata

Per i neopatentati il divieto di guida di auto sportive sale a tre anni

Lo specificano fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, smentendo quanto riportato da alcuni siti di informazione sul nuovo Codice della strada

Cultura: da Baglioni all’Eur al “Panini Village” a San Giovanni, gli eventi a Roma

Il fine settimana ormai alle porte offre nella Capitale un ricco calendario di eventi culturali. Teatro, danza, musica, cinema, arte: l'offerta è rivo...

Tajani: “La morte di Navalnyj è un omicidio politico commesso dal regime di Putin”

"Dietro l’uccisione dell’oppositore russo c’è sempre stata una volontà politica”

Altre notizie

Iraq, il presidente del Kurdistan Barzani: “Le milizie filo-iraniane sono più pericolose dello Stato islamico̶...

"Le cellule dell’Is occupavano un terzo dell’Iraq e noi conoscevamo bene quei fronti di battaglia, ma i combattenti filo-iraniani sono un nemico interno"

Mattarella da lunedì a Cipro: rapporti bilaterali e Mediterraneo al centro della visita

Un appuntamento significativo, non solo perché si tratta della prima visita ufficiale di un capo di Stato italiano sull’isola ma anche per l’importanza che riveste oggi il Mediterraneo orientale, alla luce della situazione geopolitica
germania

L’appello della Conferenza episcopale tedesca: “Non votare per l’estrema destra”

Per i vescovi i cristiani non possono impegnarsi né essere eletti nei partiti della destra radicale

Brasile: l’inchiesta su Bolsonaro fa lievitare la tensione, si preparano arresti tra generali dell’esercito

Mentre si avvicina l’ora della convocazione, fonti di stampa hanno reso noto che l’esercito sta preparando, a Brasilia, delle celle speciali
verde caldo parco sempione

Roma: 100 nuovi parchi in periferia in dieci anni, i primi 50 entro il 2026

Il piano è stato illustrato oggi in Campidoglio