Scozia: la prima ministra Sturgeon accusata di usare “il linguaggio di Trump”

Tali accuse giungono dopo che Sturgeon ha affermato che gli scozzesi contrari al referendum sull'indipendenza non sono democratici

Nicola Sturgeon - scozia
La prima ministra della Scozia Nicola Sturgeon

La prima ministra scozzese Nicola Sturgeon è stata accusata di emulare l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ricorrendo a un linguaggio “pericoloso”. Tali accuse giungono dopo che Sturgeon ha affermato che gli scozzesi contrari al referendum sull’indipendenza non sono democratici. Douglas Ross, il leader dei conservatori scozzesi, ha detto che la prima ministra ha insultato milioni di scozzesi che non vogliono un voto di separazione dal resto del Regno Unito.

Secondo Ross, Sturgeon ha usato “un linguaggio pericoloso e dannoso” etichettando coloro che preferirebbero che si concentrasse sulla crisi del Sistema sanitario nazionale come “negazionisti della democrazia”. Alex Cole-Hamilton , il leader dei liberaldemocratici scozzesi, ha scritto in un tweet: “Questo titolo del ‘movimento per la democrazia scozzese’ è uscito direttamente dal playbook di Trump e può finire nel cestino”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram