Scoperta una quarta falla nei gasdotti Nord Stream

Se l'infrastruttura non verrà riparata rapidamente, le condotte saranno corrose dall'acqua del mare

gas nordstream

La guardia costiera svedese ha scoperto una quarta perdita di gas nei due gasdotti Nord Stream. È quanto riferito dalla portavoce della guardia costiera, Jenny Larsson, al quotidiano “Svenska Dagbladet”, secondo cui la quarta falla si trova nel gasdotto Nord Stream 2, a un livello intermedio fra le altre due riscontrate nel Nord Stream 1. Secondo Larsson, delle quattro perdite di gas, due si trovano nella zona economica esclusiva della Svezia e le altre in quella danese.

Tre delle quattro condotte dei gasdotti Nord Stream 1 e 2 nel Mar Baltico potrebbero essere inutilizzabili per sempre a seguito delle falle che si sono aperte nelle tubature. È quanto affermano fonti dell’apparato di sicurezza tedesco, come riferisce il quotidiano “Der Tagesspiegel”. Secondo tali fonti, se l’infrastruttura non verrà riparata rapidamente, le condotte saranno corrose dall’acqua del mare. Intanto, l’unità di crisi del ministero degli Esteri tedesco sta seguendo l’incidente. La Cancelleria federale e diversi altri dicasteri stanno discutendo delle conseguenze. Come primo passo, sono stati intensificati i controlli della Polizia federale (Bpol) nelle acque della Germania, in particolare lungo le rotte rilevanti per le infrastrutture critiche. Inoltre, i Laender che affacciano sul Mare del Nord e sul Baltico dovranno potenziare la protezione delle zone costiere. Si tratta, in particolare, di garantire la sicurezza dei terminali galleggianti per il gas naturale liquefatto (Gnl) in costruzione a Wilhelmshaven, Brunsbuettel, Stade e Lubmin. Verranno, infine, monitorati i cavi sottomarini per il trasporto di elettricità e per le telecomunicazioni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram