Banner Leonardo

Schlein: “Per combattere gli stereotipi serve una battaglia culturale sulle differenze”

Con Giorgia Meloni, "abbiamo differenze di intendere la politica e anche la leadership", ha detto la segretaria del Pd. "Il soffitto di cristallo non si rompe da solo, è una questione di fisica, non basta un solo punto di pressione"

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

“Il mio pensiero oggi va a tutte le donne che ogni giorno fanno fatica ad affermare le proprie posizioni”. Lo ha detto la segretaria del Partito democratico, Elly Schlein, a Sky Tg24. In Italia “il numero di rettici delle nostre università è incredibilmente basso e se pensiamo che le donne si laureano in media con risultati migliori”, ha osservato. Per “combattere gli stereotipi sessisti” occorre iniziare “con una grande battaglia culturale sulle differenze a partire dalle scuole”, ha aggiunto la segretaria.


Con Giorgia Meloni, “abbiamo differenze di intendere la politica e anche la leadership”, ha continuato la segretaria del Pd. “Il soffitto di cristallo non si rompe da solo, è una questione di fisica, non basta un solo punto di pressione”, ha affermato Schlein. “Le donne in media in Europa di pensione prendono il 28 per cento in meno”, se “Meloni vuole aiutare le donne non le colpisca sulle pensioni come limitando Opzione donna”.

Sul Consiglio dei ministri, con tema migranti, che si terrà a Cutro domani, “mi aspetto che  non portino la riforma del Reddito di cittadinanza e che vogliano abolire immediatamente il decreto Ong che rende più difficile i soccorsi in mare”, ha detto Schlein. La segretaria dem, inoltre, chiede che il presidente del Consiglio venga “in Aula presto per risposte che meritano le vittime di questa strage e i loro familiari”. Schlein, inoltre, sottolinea che da Meloni c’è un “silenzio colpevole e l’assenza da Cutro. A noi interessa sia fatta chiarezza usando ogni nostro atto parlamentare finché non ci risponderanno”, anche “il ministro Salvini” in particolare sul perché è uscita in mare la Guardia di finanza e non la Guardia costiera, ha continuato Schlein. Si tratta di “risposte che chiamano in causa chi guida quel governo”.

Infine, un commento sulla guerra in Ucraina. “Non ho mai cambiato mia posizione da marzo dell’anno scorso” e dunque da un lato “è giusto e importante” offrire al popolo ucraino il sostegno perché possa difendersi, ma dall’altro “voglio un’Unione europea che abbia un protagonismo diplomatico più forte”, ha detto Schlein.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

 

 

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni in Canada da Trudeau: “Lavoreremo insieme su Ucraina, Gaza e Mar Rosso” – foto e video

“Siamo impazienti di collaborare con la presidenza italiana su tutti questi dossier, come i rapporti commerciali, la sfida delle migrazioni, l’intelligenza artificiale e le produzioni industriali”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej