Schiaffo a Macron, ritrovata una copia del Mein Kampf a casa di uno degli arrestati

macron
macron

Nell’abitazione dell’uomo che accompagnava l’autore dello schiaffo al presidente Emmanuel Macron è stata ritrovata una copia del “Mein Kampf” del dittatore tedesco Adolf Hitler e delle armi di diverso tipo, di cui non si conosce la provenienza. Lo riferisce l’emittente televisiva “Cnews”, citando fonti concordanti. Entrambi gli uomini al momento restano in stato di fermo. Gli inquirenti stanno stabilendo le ragioni del gesto. Dai primi elementi, risulta che entrambi sono appassionati di Medioevo e di combattimenti medievali con la spada.  L’autore del gesto, Damien T., è stato fermato insieme a Arthur C. nel dipartimento del Drome. I due sono sospettati di aver partecipato ad una manifestazione dei gilet gialli che si è tenuta poco prima dell’episodio, al quale hanno partecipato 25 persone. Entrambi sono nati nel 1992 e sono sconosciuti all’intelligence francese. Secondo una fonte informata cita da “Le Figaro”, i due si sono presentati come gilet gialli.

Ieri il presidente Macron ha commentato lo schiaffo ricevuto definendolo un “episodio isolato” da parte di “individui ultra violenti”. “Va tutto bene, bisogna relativizzare questo incidente, che è, penso, un fatto isolato”, ha detto il capo dello Stato in un’intervista al quotidiano locale “La Dauphiné Libéré”. “Il popolo francese è un popolo repubblicano, la schiacciante maggioranza dei francesi è interessata dai problemi di fondo”, ha affermato il presidente, spiegando che persone che l’autore dell’aggressione non “meritano” di “prendere possesso del dibattito pubblico”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram