Sardegna: caro energia ferma impianto zinco di Portovesme, 400 operai in cassa integrazione

sardegna portovesme

Il prezzo dell’energia per alimentare gli impianti è troppo alto e la linea zinco della Portovesme srl è stata fermata ieri, con la conseguenza che i 400 operai ad essa addetti finiranno in cassa integrazione insieme ai dipendenti delle imprese d’appalto. Restano operativi, invece, gli impianti Waetz e Kss che non richiedono un eccessivo consumo di energia. Lo stop deciso dalla società sarà valido per i mesi invernali anche se la situazione non è rosea con i prezzi in continua ascesa. Un fatto che preoccupa la Portovesme srl che ha chiesto un intervento urgente del Governo. Identica richiesta attiva dai sindacati che chiedono all’esecutivo nazionale di calmierare i prezzi dell’energia.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram