Banner Leonardo

San Marino-Italia, Mattarella: “Legati dal filo di una storia millenaria e da profonda amicizia”

L’ultimo a salire sul monte Titano era stato Giorgio Napolitano, nel 2014

Dal nostro inviato a San Marino
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Dal nostro inviato a San Marino – Italia e San Marino “sono legati dal filo indissolubile di una storia millenaria”. Lo ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo nel palazzo del Governo, in occasione della visita di Stato a San Marino. “L’amicizia profonda che da sempre ci unisce – ha ricordato il presidente – si fonda quindi sulla storia comune, e sul tessuto ricchissimo e quotidiano di rapporti culturali, economici, familiari. Parliamo la stessa lingua e condividiamo la stessa cultura, con territori così strettamente connessi”.


I Capitani Reggenti pro tempore di San Marino, in occasione dell’ultima visita nel nostro Paese, hanno espresso “chiaramente la volontà di rafforzare il rapporto con l’Italia, per compierne un salto di qualità. Tale messaggio è stato colto e condiviso da parte italiana”. Lo stesso presidente Mattarella ha ricordato come si sia “assistito negli ultimi anni a un vero e proprio cambio di paradigma delle nostre relazioni, in un lavoro comune teso a definire priorità e linee d’azione nell’interesse dei nostri concittadini e della causa della pace universale”. In questo senso “il governo sanmarinese e il governo italiano operano con un ritmo serrato di incontri tra i rispettivi ministri, che hanno spesso condotto alla firma di importanti intese programmatiche e alla creazione di tavoli di lavoro all’interno dei quali sviluppare il dialogo e la cooperazione”.

Il progetto di integrazione europea “appare oggi ancor più indispensabile a fronte di sfide globali – che i singoli Paesi da soli non sono in grado di affrontare – sino al drammatico ritorno della guerra in Europa, con la barbara aggressione della Federazione Russa all’Ucraina” ha detto ancora.

“Proprio in questi giorni, San Marino è impegnata nelle fasi decisive del negoziato con l’Unione Europea su un Accordo di Associazione che le assicuri l’accesso ai benefici di una integrazione con le regole dell’Unione Europea. Un negoziato che richiederà certo scelte lucide e coraggiose. Un’occasione storica sia per l’Unione sia per la Vostra Repubblica” ha aggiunto. “L’Italia è al vostro fianco in questo processo, nella convinzione che San Marino sia parte significativa della grande famiglia europea. Auspico, quindi, che il negoziato possa avere rapidamente successo”, ha aggiunto.

“L’Italia apprezza fortemente il contributo peculiare che San Marino porta autorevolmente nelle organizzazioni internazionali a cui partecipa” ha detto ancora. “Un contributo – ha aggiunto – fondato su quell’attaccamento alla libertà, ai diritti umani e a un ordine multilaterale basato sulle regole, che vede, ad esempio, San Marino attivamente promuovere, insieme all’Italia, una riforma delle Nazioni Unite in senso democratico e rappresentativo”.

Il presidente Mattarella, accolto dai Capitani Reggenti Filippo Tamagnini e Gaetano Troina, è accompagnato in questa visita ufficiale dalla figlia Laura e dal viceministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, Edmondo Cirielli.

E’ il quinto capo di Stato italiano in visita nello Stato delle tre torri. L’ultimo a salire sul monte Titano era stato Giorgio Napolitano, nel 2014. Nel corso della mattinata sono previsti dei colloqui, allargati alle delegazione, cui seguirà, nel palazzo del governo, l’udienza Ufficiale dei Capitani Reggenti al presidente della Repubblica, alla presenza della autorità della Repubblica di San Marino.

Al termine il presidente raggiungerà l’Ara dei Volontari dove si terrà una cerimonia per deposizione di una corona d’alloro. Dopo il pranzo ufficiale, e ricevuti gli onori militari, il capo dello Stato lascerà San Marino introno alle 15:30 per far rientro a Roma.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni: “Il mio obiettivo è restituire credibilità al Paese”

“Sono una persona che ha speso due terzi della propria esistenza nell’impegno politico e ancora adesso la considero la più straordinaria forma di impegno civile che esista”

Ex Ilva, Urso in visita a Taranto: “A giorni completeremo la terna di commissari”

“Realizzeremo il polo tecnologico sulla transizione ambientale e Taranto sarà la sede nazionale"

Medio Oriente: proseguono le trattative per il rilascio degli ostaggi, mentre sale la tensione in Libano e Siria

I rappresentanti di Israele, Stati Uniti, Qatar ed Egitto si sono riuniti a Doha per discutere lo scambio di ostaggi e una possibile tregua nella Striscia di Gaza

Libia, fonti “Nova”: mercoledì a Tunisi una riunione di Camera e Senato su un nuovo governo unificato

Un funzionario vicino al “Senato” libico con sede a Tripoli ha riferito che alla riunione dovrebbero partecipare circa 140 membri delle due camere, almeno un rappresentante della Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia e cinque importanti imprenditori libici

Tajani e Radman al Comitato di coordinamento dei ministri: Tra Italia e Croazia rapporto in forte espansione

I rapporti bilaterali tra Italia e Croazia vertono in una fase di forte espansione. I settori strategici su cui puntare sono infrastrutture ed energie...

Altre notizie

Gli Emirati e il Fondo monetario internazionale intervengono per salvare l’Egitto dalla bancarotta

“Agenzia Nova” ha parlato dei recenti sviluppi con l’analista Roberta La Fortezza
Anton Siluanov

Russia, Siluanov: L’uso dei nostri asset per ricostruire l’Ucraina mina le basi del sistema finanziario

"Non è la prima volta che sentiamo questa proposta", ha detto il ministro delle Finanze russo interpellato da "Agenzia Nova"

Da Cipro il messaggio di pace di Mattarella: “Una strada complessa ma sempre possibile”

"L’Italia partecipa con convinzione alla missione Onu a Cipro ed è orgogliosa di farlo per la pace mantenuta e l’obiettivo di una soluzione positiva che renda possibile ulteriore sviluppo di progresso in questo territorio”
Draghi

Draghi al Parlamento europeo: “Servono riforme strutturali”

L'ex premier e presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha partecipato alla riunione della conferenza dei presidenti delle commissioni d...

Sardegna 2024: Consiglio regionale, 11 seggi al Pd, 7 a Fd’I e M5S

Dopo 33 ore dallo spoglio, ancora non sono state contate tutte le 1.844 sezioni, ma già si comincia a delineare la composizione del nuovo Consiglio re...