Salvini: “Premiata l’opposizione a Draghi, ora via ai congressi sul territorio”

"Il 9 per cento non mi entusiasma, fino alla settimana scorsa avevamo il doppio dei voti da usare in un governo che ci vedeva come fastidiose comparse, ma gli italiani hanno scelto la coerenza"

Il risultato negativo della Lega è stato causato all’ingresso nel governo Draghi, mentre quello positivo di Fratelli d’Italia alla capacità di Giorgia Meloni di fare una forte opposizione. “In un momento complicato era più facile rivendicare una coerente opposizione quinquennale che non una faticosa esperienza in una maggioranza molto composita. E quindi noi ci facciamo carico di aver portato sulle spalle un peso non indifferente”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ha spiegato il risultato delle urne e il travaso di voti dal suo partito a Fratelli d’Italia, durante la conferenza stampa tenuta alla sede della Lega in via Bellerio a Milano, annunciando l’apertura di una stagione di congressi che dovrebbero culminare in prossimo anno in quello federale. “Stare al governo con Pd e Movimento 5 stelle – ha proseguito – con un presidente del consiglio dei ministri che l’ordine del giorno te lo comunica trenta secondi prima di andare in cdm non ti permette di pianificare alla grande il tuo lavoro”. “Politicamente parlando è stata premiata l’opposizione, per l’elettorato della Lega stare al governo con Pd, M5S e Draghi per quasi due anni ovviamente non è stato semplice, ma lo rifarei, perché con l’Italia chiusa per covid ho ritenuto giusto esserci. Ci è costato, perché stare al governo con DI Maio, Speranza, Bianchi, Lamorgese, Giovannini non è facile. Era un governo che ci viveva come fastidiose comparse”. E poi il il segretario della Lega ha annunciato l’avvio di una stagione di congressi: “Abbiamo 1400 sezioni, abbiamo già fatto 600 congressi, adesso faremo gli altri 800 che mancano per rinnovare tutti i segretari cittadini, da Bolzano a Palermo, poi faremo i congressi provinciali e regionali e non vedo l’ora di indicare strada per la Lega che ho ben chiara in testa per i prossimi cinque anni al congresso federale”.

Salvini ha poi annunciato di aver convocato per domani il consiglio federale della Lega durante il quale ascolterà i segretari regionali, ma il leader leghista non vuole sentire parlare di dimissioni e sembra anzi annunciare un redde rationem nel movimento. “Non ho mai avuto così tanta determinazione e tanto riconoscimento per il lavoro dei militanti che sono alcune decine di migliaia che dalla Lega non hanno mai preso niente, mai avuto mezzo incarico retribuito e che in questa campagna elettorale hanno fatto molto, molto molto di più rispetto a qualcuno che è in parlamento da anni. Il mio mandato è in mano ai militanti, non a due consiglieri regionali o a un ex parlamentare. Noi abbiamo 20 mila militanti, a loro rispondo”. Non è poi mancata una stoccata alla presidente della Commissione europea: “Chi ha chiacchierato a vanvera sui giornali mettendo in dubbio la libertà degli italiani è stato ripagato. Abbiamo la maggioranza assoluta alla Camera e al Senato. Non so se si sia alzata bene Ursula Von Der Leyen, ma viva la democrazia e i popoli che scelgono. Le mando un bacione”. Parlando della squadra di governo Salvini ha detto che ci ragioneremo e vedremo di comporla al meglio: “L’ultima squadra di governo che ci ha visto protagonisti è stata comunicata al telefono la sera prima della comunicazione ufficiale. Diciamo che io ho un concetto della democrazia e della partecipazione un po’ diverso”.

Primo “banco di prova del nuovo governo, ha annunciato Salvini, sarà il decreto energia, c’è un programma di centrodestra che ha una netta maggioranza alla Camera e al senato”. “Supereremo la fase dei bonus, degli aiutini e delle pacche sulle spalle”, ha poi annunciato. Infine Salvini ha fatto un punto sulle regionali chiedendo di individuare entro la settimana o poco più il candidato per il Lazio e la riconferma di Attilio Fontana in Lombardia: “Letizia Moratti è la vice presidente di Attilio Fontana in quota centrodestra, condividerò ogni passo con il centrodestra, ma ovviamente dò per scontato che il vice governatore di centrodestra, che lavora a sostegno del governatore di centrodestra, sia a disposizione del centrodestra”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram