Banner Leonardo

Roma si prepara al Natale e già guarda al Giubileo, più turni per i netturbini e nuovi cesti gettacarta

Ma è scontro con la Cgil che non firma l'accordo, Ama "ci sono i nuovi assunti e i privati per le emergenze"

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il Natale è alle porte e a Roma promette di essere un banco di prova in vista del Giubileo. In questi giorni di festività si stima che la produzione dei rifiuti nella Capitale aumenti di 15 mila tonnellate. Un piccolo assaggio di quanto potrà verificarsi a partire dall’8 dicembre del 2024, quando si aprirà la Porta Santa e avrà inizio l’evento religioso. Per prevenire possibili emergenze il sindaco Roberto Gualtieri ha presentato stamattina un piano di potenziamento della raccolta dei rifiuti, avviato in via sperimentale il 20 novembre scorso e che proseguirà fino al 7 gennaio. E ha fatto appello alla città perché ciascuno contribuisca a tenerla pulita. “Chiedo alle romane e ai romani, alle attività commerciali, di conferire secondo le modalità previste, chiediamo alle utenze non domestiche di non conferire nei cassonetti e ai cittadini di avvalersi di tutte le modalità disponibili per conferire i rifiuti, compresi gli ingombranti”, ha detto.


Su 765 vie commerciali è stato programmato un incremento dei passaggi delle ditte che servono negozi, bar e ristoranti. Dal 27 dicembre al 7 gennaio per la carta e il cartone saranno attivati 50 punti di conferimento nei quartieri: chi porterà gli imballaggi natalizi riceverà un biglietto numerato con cui potrà partecipare a una riffa, in palio ci sono buoni spesa. Per quanto riguarda gli ingombranti, invece, i centri di Ama saranno aperti anche il 25 dicembre e il primo gennaio e a quelli già operativi se ne aggiunge il primo sul territorio delle Torri: Casale di Cerroncino nel Municipio VI. Dal 18 dicembre al 31 gennaio verrà incrementato il servizio di ritiro a domicilio e sarà possibile prenotare, per materiali oltre i 2 e fino a 4 metri cubi, e conferire gratuitamente al piano stradale fino a 3 volte al mese.

Più netturbini e spazzini presidieranno le zone a maggior densità di passaggio: l’area archeologica e quella di Castel Sant’Angelo, il lungotevere, le strade consolari e le grandi arterie. L’incremento di personale conta sui 600 nuovi assunti e sull’adesione all’accordo per gli straordinari sottoscritto dall’azienda con i sindacati. “Un dipendente che partecipa a tutte le giornate potrà avere una variazione di 300 euro in più”, ha chiarito il direttore generale di Ama, Alessandro Filippi. L’accordo però non è stato siglato dalla Fp Cgil locale “dal momento che quelli già sottoscritti non vengono applicati per intero ma attuati unilateralmente”, hanno spiegato dal sindacato. Secondo il presidente di Ama, Daniele Pace, però, non ci saranno ripercussioni preoccupanti: “La Cgil in Ama è una componente minoritaria” e “abbiamo comunque 600 nuovi assunti”, ha detto.

E per il futuro Ama, per la raccolta dei sacchetti attorno ai cassonetti, potrà avvalersi di manodopera da aziende private attraverso una gara pubblica – deve essere ancora assegnata – e che punta a individuare una società pronta a intervenire in caso di emergenza. “Ama già collabora con privati, ad esempio per le utenze non domestiche, la differenza è che adesso ci sono le gare mentre prima c’erano gli affidamenti diretti in emergenza e d’urgenza”, ha precisato il sindaco Gualtieri. Si tratta di uno degli interventi che guarda al potenziamento del servizio del Giubileo. Ed è in questo contesto che attraverso due maxi-gare, per un totale di 158 milioni di euro, saranno acquistai 269 nuovi mezzi pesanti e 52 mila nuovi contenitori per i rifiuti. La fornitura include 22 mila cassonetti e 18.500 cesti gettacarta in plastica ma che riproducono esteticamente quelli in ghisa: saranno rimossi tutti i gettacarta differenti. “Avremo cesti più capienti e soprattutto uguali in tutta la città: i primi saranno collocati tra maggio e dicembre del prossimo anno”, ha assicurato l’assessora all’Ambiente, Sabrina Alfonsi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Musk denuncia l’Ad di OpenAI: “Dà priorità ai profitti e non ai benefici per l’umanità”

Lo scontro vede ora Musk, secondo uomo più ricco del mondo, contro l'azienda di maggior valore al mondo, Microsoft

La viceministra norvegese Varteressian: “Non solo energia, uniamo le nostre industrie anche in altri rami”

La Norvegia non fa parte dell’Ue “ma siamo i non membri più vicini. Siamo un vero partner”

Pil, Istat: nel 2023 crescita dello 0,9 per cento, +4 per cento nel 2022

"La crescita - si legge nella nota dell'Istituto - è stata principalmente stimolata dalla domanda nazionale al netto delle scorte, con un contributo di pari entità di consumi e investimenti"

Funerali di Navalnyj a Mosca: bagno di folla e applausi per il dissidente – foto e video

Il Cremlino: “Non abbiamo nulla da dire alla famiglia”

Usa: fuga di dati sensibili sui sistemi d’arma, Boeing patteggia il pagamento di 51 miliardi di dollari

Tra le violazioni contestate a Boeing figura un caso legato a tre dipendenti cinesi dell'azienda che effettuarono il download improprio di documenti legati a programmi del dipartimento della Difesa

Altre notizie

Ciad: la giunta al potere demolisce la sede del Partito socialista senza frontiere

E' quanto riferisce ad "Agenzia Nova" una fonte sul campo

Sardegna: 47 enne tenta l’impresa di circumnavigare l’Isola in kayak

Carlo Coni, cagliaritano, istruttore federale di canottaggio e appassionato del mare, si prepara a ripetere l'impresa dopo averla già portata a termine la prima volta nel 2018
houthi mar rosso

Le milizie Houthi minacciano di compiere “azioni inattese” nel Mar Rosso

Il movimento sciita yemenita hanno preso di mira 54 navi nel Mar Rosso dall'inizio delle loro operazioni, lanciando 384 missili e droni contro le imbarcazioni

La Cina ha lanciato un satellite per fornire servizi Internet in orbita alta

Il satellite è stato lanciato a bordo di un razzo vettore Lunga Marcia-3B, entrando nell'orbita preimpostata

Abu Dhabi: tecnologia italiana per un progetto da 200 milioni di dollari

Tecnologia italiana e un investimento da 200 milioni di dollari per il nuovo stabilimento da 100 mila metri quadri in fase di costruzione ad Abu Dhabi...