Banner Leonardo

Ritardi e treni soppressi a Roma per lo sciopero, disagi per i pendolari a Termini

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Ritardi, treni cancellati, lunghe code di cittadini in attesa di conoscere il numero del binario: alla stazione Termini, a Roma, nella giornata di sciopero del personale del gruppo Fs, Italo e Trenord i viaggiatori si guardano intorno spaesati. Sul tabellone luminoso intorno a mezzogiorno vengono indicati ritardi fino a 70 minuti e corse cancellate verso Frosinone, Napoli, Milano. I pendolari sussurrano frasi di rassegnazione, come Giulia e Carlo, una giovane coppia sulla ventina. Stamattina sarebbero dovuti partire da Roma per raggiungere la stazione di Pisa centrale ma arrivati a Termini hanno scoperto che il treno delle 10 era stato cancellato e che la nuova partenza sarebbe stata alle 12. Con una mano tengono le valigie e con lo sguardo cercano sul tabellone il numero del binario del prossimo treno, che “nonostante sia quasi l’una ancora non è uscito. Succede spesso e ormai ci siamo abituati”.


Non va meglio neanche a Chiara, una studentessa fuori sede dell’università Roma Tre che ogni giorno tra ritardi e corse cancellate raggiunge l’ateneo con gli autobus. Stamattina sarebbe dovuta tornare a Napoli ma il treno previsto per le 11:20 non è ancora arrivato, “sono 70 minuti che lo aspetto. D’altronde qui a Roma ogni giorno ci sono problematiche legate al trasporto pubblico, come i ritardi e i mezzi soppressi e a rimetterci sono tutte quelle persone che non hanno i soldi per comprare un’auto propria”. A farle eco c’è Antonia, che stamattina è partita con il treno da Napoli “ma a causa dei soliti ritardi invece che arrivare alle 07:30, sono arrivata alle 08:00”.

Tra chi è in attesa da qualche ora e chi è appena arrivato, i cittadini concordano sul fatto che gli orari delle partenze siano sempre più un’incognita, anche quelli delle tratte regionali: “Il treno che mi lascia a Cassino il più delle volte fa ritardo o addirittura smette di funzionare mentre è in viaggio. Chiaramente siamo costretti a scendere ma spesso è capitato di aspettare anche due ore l’arrivo della corsa successiva”, racconta Alessia, una studentessa sulla ventina. La circolazione ferroviaria continua a subire disagi: si continuano a registrare ritardi e soppressioni nelle tratte regionali ma anche nei treni con destinazione Venezia e Reggio Calabria.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Stellantis

Torino: ad aprile sciopero dei sindacati per chiedere il rilancio della produttività di Stellantis

Le organizzazioni sindacali chiedono un secondo modello di massa per rilanciare l'impianto di Mirafiori e allo stesso tempo l'arrivo di un secondo produttore automotive
lavrov

Lavrov: “La dichiarazione di Macron sull’invio di truppe in Ucraina? Un fatto serio”

Il ministro degli Esteri russo sottolinea: "Non ci aspettiamo cambiamenti dopo le presidenziali negli Stati Uniti"

Strage di Erba: rinviata al 16 aprile la nuova udienza con l’intervento della difesa

Più tempo per leggere le memorie depositate e il non dover discutere oggi nel merito dell'istanza: queste le richieste dell'avvocato dei coniugi Romano

Erogazione del credito e sicurezza sul lavoro: Cgil e Uil firmano un accordo con la Banca del Fucino

La Banca del Fucino si impegna a concedere credito solo a imprese edili che rispettino la normativa in materia di sicurezza sul lavoro e delle norme di salute e sicurezza nei cantieri e che applichino il contratto nazionale edili

Etiopia: quasi un milione di bambini soffrirà di malnutrizione acuta

A complicare ulteriormente la situazione, in tutta la nazione è in corso un'emergenza sanitaria con focolai di colera, morbillo, dengue e malaria

Altre notizie

Valditara: “Sugli studenti stranieri le mie proposte vanno verso la vera integrazione”

"Voglio salvaguardare tempi e qualità di apprendimento di tutti gli studenti, senza nessuna ghettizzazione"

Spagna: il procedimento per terrorismo contro Puigdemont è un altro ostacolo per il governo Sanchez

Sono a rischio le già complesse trattative dell'esecutivo con Uniti per la Catalogna per raggiungere un accordo sulla legge di amnistia

Musk denuncia l’Ad di OpenAI: “Dà priorità ai profitti e non ai benefici per l’umanità”

Lo scontro vede ora Musk, secondo uomo più ricco del mondo, contro l'azienda di maggior valore al mondo, Microsoft

La viceministra norvegese Varteressian: “Non solo energia, uniamo le nostre industrie anche in altri rami”

La Norvegia non fa parte dell’Ue “ma siamo i non membri più vicini. Siamo un vero partner”

Pil, Istat: nel 2023 crescita dello 0,9 per cento, +4 per cento nel 2022

"La crescita - si legge nella nota dell'Istituto - è stata principalmente stimolata dalla domanda nazionale al netto delle scorte, con un contributo di pari entità di consumi e investimenti"