Banner Leonardo

Rifiuti: i 6 principali impianti di Roma distribuiti ai 4 punti cardinali della città – la mappa

Tra la primavera e l'inizio dell'estate, a quanto apprende "Agenzia Nova", saranno stati messi a gara tutti e sei i principali progetti

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Sono distribuiti ai quattro punti cardinali della città i sei principali impianti del piano rifiuti di Roma e per tutti, entro l’estate, saranno state indette le gare. Nel fine settimana, la decisione del Consiglio di Stato che ha rigettato i ricorsi dei comitati contro il termovalorizzatore a Santa Palomba, ha segnato l’ultima curva a gomito per il piano rifiuti capitolino. Con la sentenza di venerdì scorso, diffusa sabato, i magistrati hanno confermato la legittimità delle ordinanze del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in qualità di commissario per il Giubileo, con cui è stato approvato il piano di gestione dei rifiuti di Roma Capitale, la relativa Vas (Valutazione ambientale strategica) e di conseguenza l’individuazione del sito di Santa Palomba per la realizzazione del termovalorizzatore.


Tra la primavera e l’inizio dell’estate, a quanto apprende “Agenzia Nova”, saranno stati messi a gara tutti e sei i principali progetti. Il termovalorizzatore fa da apripista poiché la gara è stata già pubblicata a novembre scorso e terminerà a metà maggio. L’impianto, che smaltirà 600 mila tonnellate di rifiuti indifferenziati l’anno, produrrà energia per circa 200 mila famiglie, sarà realizzato in un terreno acquistato da Ama sulla via Ardeatina, a poca distanza dall’ex discarica di Albano Laziale ma dentro i confini del Comune di Roma: il quadrante è quello di Santa Palomba nel Municipio IX. Nel frattempo si sta procedendo a individuare, lungo i percorsi di otto linee ferroviarie regionali, come da schema di protocollo con Ferrovie dello Stato approvato in giunta, le aree per la trasferenza degli scarti in modo da trasportare una parte dei rifiuti destinati all’inceneritore a bordo dei treni.

Subito dietro il termovalorizzatore, nel piano rifiuti romano, ci sono i due biodigestori: uno andrà a Casal Selce, periferia ovest del Municipio XIII, e l’altro a Cesano Osteria Nuova, periferia nord del Municipio XV. Per entrambi gli impianti le gare sono state redatte e sono in fase di pubblicazione, l’annuncio è atteso a giorni o comunque entro l’inizio della primavera. Si tratta di due strutture capaci di trattare tra le 100 e le 120 mila tonnellate l’anno di scarti organici. Produrranno principalmente biogas che potrà essere destinato a rifornire veicoli pubblici, come i mezzi di Ama. Altri due impianti cruciali sono i centri di smistamento e trattamento dei multimateriali (plastica, carta e cartone, vetro e metalli) che saranno collocati in vecchi impianti di Ama da riammodernare per la nuova funzione: uno è a Rocca Cencia periferia sud est nel Municipio VI, l’altro a Ponte Malnome, confine urbano a sud ovest nel Municipio XI della Capitale. Per entrambe queste strutture sta terminando la redazione dei documenti di gara con l’obiettivo di pubblicare gli avvisi entro l’estate.

L’ultimo grande impianto nevralgico è quello per il trattamento di 30 mila tonnellate annue di scarti provenienti dallo spazzamento delle strade: un mix di rifiuti composto da sabbia, foglie, carta e plastica raccolti ai bordi delle strade. L’impianto sarà collocato nell’area dell’ex Tmb Salario nel Municipio III a nord ovest della città. Per questa struttura a breve è atteso l’avvio della procedura di “Valutazione di impatto ambientale”: la direzione ambiente della Regione Lazio si è espressa pochi giorni fa rispetto alla richiesta dell’azienda comunale Ama e ha fatto sapere che la procedura deve essere svolta poiché nella zona “sono presenti edifici sensibili e zone densamente abitate”, inoltre “l’area risulta interessata da vincoli paesaggistici” ed “è possibile un’interferenza con risorse idriche superficiali e sotterranee”.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Clicca qui e ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni: “Il mio obiettivo è restituire credibilità al Paese”

“Sono una persona che ha speso due terzi della propria esistenza nell’impegno politico e ancora adesso la considero la più straordinaria forma di impegno civile che esista”

Ex Ilva, Urso in visita a Taranto: “A giorni completeremo la terna di commissari”

“Realizzeremo il polo tecnologico sulla transizione ambientale e Taranto sarà la sede nazionale"

Medio Oriente: proseguono le trattative per il rilascio degli ostaggi, mentre sale la tensione in Libano e Siria

I rappresentanti di Israele, Stati Uniti, Qatar ed Egitto si sono riuniti a Doha per discutere lo scambio di ostaggi e una possibile tregua nella Striscia di Gaza

Libia, fonti “Nova”: mercoledì a Tunisi una riunione di Camera e Senato su un nuovo governo unificato

Un funzionario vicino al “Senato” libico con sede a Tripoli ha riferito che alla riunione dovrebbero partecipare circa 140 membri delle due camere, almeno un rappresentante della Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia e cinque importanti imprenditori libici

Tajani e Radman al Comitato di coordinamento dei ministri: Tra Italia e Croazia rapporto in forte espansione

I rapporti bilaterali tra Italia e Croazia vertono in una fase di forte espansione. I settori strategici su cui puntare sono infrastrutture ed energie...

Altre notizie

Gli Emirati e il Fondo monetario internazionale intervengono per salvare l’Egitto dalla bancarotta

“Agenzia Nova” ha parlato dei recenti sviluppi con l’analista Roberta La Fortezza
Anton Siluanov

Russia, Siluanov: L’uso dei nostri asset per ricostruire l’Ucraina mina le basi del sistema finanziario

"Non è la prima volta che sentiamo questa proposta", ha detto il ministro delle Finanze russo interpellato da "Agenzia Nova"

Da Cipro il messaggio di pace di Mattarella: “Una strada complessa ma sempre possibile”

"L’Italia partecipa con convinzione alla missione Onu a Cipro ed è orgogliosa di farlo per la pace mantenuta e l’obiettivo di una soluzione positiva che renda possibile ulteriore sviluppo di progresso in questo territorio”
Draghi

Draghi al Parlamento europeo: “Servono riforme strutturali”

L'ex premier e presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha partecipato alla riunione della conferenza dei presidenti delle commissioni d...

Sardegna 2024: Consiglio regionale, 11 seggi al Pd, 7 a Fd’I e M5S

Dopo 33 ore dallo spoglio, ancora non sono state contate tutte le 1.844 sezioni, ma già si comincia a delineare la composizione del nuovo Consiglio re...