Banner Leonardo

Il piano fiscale del Regno Unito: aumento delle tasse per garantire i fondi per welfare e pensioni

Jeremy Hunt ha presentato alla Camera dei Comuni il programma fiscale di medio termine, la cosiddetta Dichiarazione d’autunno, all’insegna di tre priorità: stabilità, crescita e servizi pubblici

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il cancelliere dello Scacchiere del Regno Unito, Jeremy Hunt, ha presentato alla Camera dei Comuni il programma fiscale di medio termine, la cosiddetta Dichiarazione d’autunno, all’insegna di tre priorità: stabilità, crescita e servizi pubblici. Il programma prevede significativi aumenti delle tasse e tagli alla spesa che, come ha confermato l’Ufficio per la responsabilità del bilancio (Obr), determineranno una pressione fiscale ai massimi dal 1948. Inoltre, segnala sempre l’Obr, il reddito disponibile tornerà ai livelli del 2013.


Per quanto riguarda l’imposta sul reddito delle persone fisiche, il cancelliere ha ridotto da 150 mila a 125.140 sterline (da 172 mila a 143.500 euro) la soglia di reddito a partire dalla quale sui contribuenti grava l’aliquota più elevata, quella del 45 per cento. Hunt ha inoltre congelato una serie di sgravi fiscali e affermato che le auto elettriche non saranno più escluse dall’accisa sui veicoli a partire dal 2025. In tema di tasse sulle imprese, la misura più saliente è l’estensione dell’imposta sui sovraprofitti delle società che producono energia: l’imposta esistente sulle aziende petrolifere e del gas verrà prorogata di altri due anni (fino a marzo 2028) e la relativa aliquota aumenterà dal 25 al 35 per cento. Hunt spera di raccogliere così 14 miliardi di sterline (16 miliardi di euro) l’anno prossimo. Dal primo gennaio l’imposta sugli extraprofitti coinvolgerà anche i produttori di elettricità a basse emissioni, ossia da fonte nucleare, eolica o solare, con un’aliquota al 45 per cento. “Sebbene le mie decisioni condurranno a un aumento sostanziale delle tasse, non abbiamo aumentato le aliquote e le tasse in relazione al Pil cresceranno soltanto dell’un per cento nei prossimi cinque anni”, ha detto il cancelliere.

Per quanto riguarda le voci relative alla spesa, il responsabile del Tesoro britannico ha promesso un aumento delle risorse destinate alla scuola (+2,3 miliardi di sterline all’anno; +2,6 miliardi di euro). Ha affermato anche di voler investire nella sanità allocandovi un miliardo in più (1,14 miliardi di euro) l’anno prossimo e 1,7 miliardi (1,94 miliardi di euro) in quello successivo, raccolti dal risparmio per le riforme dilazionate. Le decisioni difficili che il cancelliere ha dichiarato di dover prendere in tema di politica fiscale, hanno però consentito di mantenere il cosiddetto “triple lock” (tripla chiusura) sulle pensioni e di poterle quindi indicizzare all’inflazione registrata a settembre (10,1 per cento). Il salario minimo salirà del 9,7 per cento nel 2023 a 10,42 sterline all’ora (11,94 euro). Come le pensioni, anche le indennità assistenziali saliranno in linea con l’inflazione.

Nel suo intervento alla Camera dei Comuni, il cancelliere dello Scacchiere ha parlato anche di infrastrutture. Hunt ha ribadito che il governo intende procedere alla costruzione di una nuova centrale nucleare a Sizewell C, oltre ad andare avanti con progetti che riguardano l’infrastruttura ferroviaria britannica: il Northern Powerhouse Rail, programma proposto per migliorare il potenziale economico del nord dell’Inghilterra, e l’High Speed 2 (HS2), linea ferroviaria ad alta velocità che dovrebbe collegare Londra, Birmingham, le Midlands orientali, Leeds, Sheffield e Manchester. In tema di tecnologia, il cancelliere ha dichiarato di voler trasformare il Regno Unito “nella prossima Silicon Valley mondiale” aumentando i finanziamenti a ricerca e sviluppo portandoli a 20 miliardi di sterline (quasi 23 miliardi di euro) entro il 2024-25.

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Usa: martedì le primarie democratiche in Michigan, a rischio il sostegno a Biden della comunità araba

Il voto in Michigan potrebbe mostrare come l'opposizione di molti cittadini all'approccio del presidente Usa alla crisi di Gaza potrebbe influenzare l'esito delle elezioni generali di novembre, che si giocheranno su una manciata di Stati chiave

Scontri fra agricoltori e forze dell’ordine, l’Ue apre a una possibile revisione della Politica agricola

"Il Consiglio dell'Ue dovrebbe riaprire l'atto di base della Pac e rivedere i criteri di condizionalità. C'è una maggioranza a favore di questa idea", ha affermato il commissario europeo all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski

Mattarella in visita di Stato a Cipro sollecita l’Ue: “Urgentissimo un nuovo patto su migrazione e asilo”

Al centro dei colloqui con il presidente Christodoulides anche la questione mediorientale e i rapporti bilaterali

Pnrr, Fitto: “L’approvazione del decreto è rilevante per accelerare su spesa e investimenti”

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri introduce, tra le altre cose, il nuovo "Piano Transizione 5.0", che mira a sostenere gli investimenti in digitalizzazione e nella transizione ecologica delle imprese attraverso un innovativo schema di crediti d'imposta

Svezia, ambasciatore Bjorklund: Con l’adesione alla Nato rafforziamo la sicurezza anche a livello regionale

"L’adesione di Stoccolma all'Alleanza apre ora interessanti prospettive anche alla cooperazione con l’Italia a livello di industria della Difesa"

Altre notizie

Brescia, A2a: con investimento da 110 milioni rendimento del termoutilizzatore al 98 per cento

Mettere l’energia in circolo, così da non sprecare nulla, recuperando ogni calore di scarto che possa contribuire alla decarbonizzazione del telerisca...
pane

Roma: volano i prezzi di patate e pane, il carrello della spesa aumenta del 13 per cento

Sono i dati elaborati dal Centro di formazione e ricerca sui consumi e che "Agenzia Nova" ha potuto visionare in esclusiva

Africa: le giunte golpiste incassano una vittoria, revocate le sanzioni commerciali della Cedeao

La Comunità economica dei Paesi dell'Africa occidentale ha optato per "un cambio di passo" nell'approccio alle giunte militari che negli ultimi mesi hanno rivendicato con decisione la loro intenzione di lasciare l'organismo regionale, affrancandosi da un blocco da loro denunciato come neo-colonialista e dalla forte influenza francese
elezioni amministrative

Lentezza degli scrutini in Sardegna: per il M5S sarebbe “strategia comunicativa”

Polemiche sulla lentezza dell'aggiornamento dei dati relativi alle elezioni regionali della Sardegna sul sito della Regione dedicato ai risultati nel ...

L’analista: “Le dimissioni del premier dell’Anp Shtayyeh aprono a un governo di coalizione”

Secondo quanto riferito dal ricercatore di Ispi, Mattia Serra, ad "Agenzia Nova", le dimissioni di Shtayyeh sono significative per due ragioni principali