Banner Leonardo

Recovery, Giovannini: “Un’occasione per adottare una nuova visione di sviluppo”

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Un’occasione per trasformare il nostro modello di sviluppo, adottando una visione innovativa e orientata alla sostenibilità economica, sociale e ambientale, che guardi al futuro del Paese. Queste le parole del ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, audito oggi alla Camera dei deputati sulle linee programmatiche del suo dicastero relativamente alla proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza. In particolare, il ministro ha sottolineato la necessità di allineare la strategia nazionale ai target identificati nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, parlando della crescente “consapevolezza della necessità di una svolta che crei un’Europa resiliente, sostenibile e giusta”. Caratteristiche che in Italia, ha continuato, dipendono fortemente “dalla dotazione infrastrutturale e dall’efficienza dei sistemi a rete: è necessario un investimento rapido e consistente in questo campo, che abbia un effetto positivo sul fronte occupazionale e contribuisca a migliorare la competitività della nostra economia nel medio termine”. Una trasformazione che, secondo il ministro, avrebbe ripercussioni positive anche nel raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione e riduzione delle emissioni, e nella riduzione delle disuguaglianze sociali e territoriali tra Nord e Sud.


“Serve un investimento straordinario per garantire l’efficienza delle infrastrutture e la sicurezza dei cittadini, per evitare che si ripetano disastri come quello del Ponte Morandi”, ha detto, identificando nelle opportunità offerte dall’innovazione la possibilità di un “salto di qualità nella gestione dei sistemi infrastrutturali, che consenta di accompagnare la trasformazione in atto nell’industria automobilistica e dei trasporti”. Immutato, ha ribadito, l’impegno del ministero nella finalizzazione del Piano e anche nella risoluzione di dossier di rilevanza sistemica, come Alitalia o Autostrade per l’Italia. Proprio in merito alla compagnia aerea il ministro, che nella giornata di oggi ha anche avuto una videoconferenza sul dossier con la vicepresidente della Commissione europea, Margrethe Vestager, ha affermato che “quella dell’interazione tra Alitalia e Ferrovie dello Stato è una pista su cui bisognerà sicuramente ragionare”.

Priorità all’edilizia e al sistema dei trasporti quindi, nella definizione dei prossimi investimenti, con una particolare attenzione all’edilizia sociale agevolata, all’edilizia residenziale pubblica, allo sviluppo dell’alta velocità (soprattutto nel Mezzogiorno) e al potenziamento del trasporto regionale. Fondamentale, secondo Giovannini, sarà contenere al massimo i tempi di realizzazione dei progetti. “Dobbiamo comprimere in maniera straordinaria le tempistiche delle opere pubbliche, altrimenti non riusciremo a completarle entro il 2026 e non vedremo i fondi europei”, ha detto, facendo riferimento ai dati della Banca d’Italia che evidenziano una durata media di quattro anni e dieci mesi a fronte di un importo di 300 mila euro. Un dato che sale a quasi 11 anni per le opere dal valore superiore a cinque milioni. “Si tratta di tempi incompatibili con le esigenze di un paese moderno: occorre proseguire nell’attività di semplificazione, verificando anche l’attuazione concreta delle norme introdotte l’anno scorso”, ha concluso, annunciando l’avvio di una commissione – con la partecipazione di Consiglio di Stato, Corte dei conti, Anac e ministero della Pubblica amministrazione – che si occuperà di arrivare in tempi rapidi ad un miglioramento delle norme per la realizzazione del Pnrr.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

detenuti

Haiti: gruppi armati assaltano il carcere della capitale

Nel quadro di una situazione fortemente confusa, il quotidiano regionale “El Colombiano” ha pubblicato un audio con la richiesta di aiuto dei militari in servizio nel carcere

Ciad: la morte dell’oppositore Dillo non convince, Ue e ong chiedono una indagine

Nel Paese la situazione rimane di forte tensione dopo le violenze scoppiate nei giorni scorsi nella capitale

Scossa di magnitudo 3.4 ai Campi Flegrei, paura ma nessun danno

Il terremoto è stato registrato questa mattina poco dopo le 10

Pakistan: Shehbaz Sharif eletto primo ministro, è il suo secondo mandato

La Lega musulmana di Nawaz Sharif, pur non ottenendo la maggioranza, è risultata il primo partito

Svizzera: 50enne ebreo ortodosso accoltellato a Zurigo, fermato un 15enne

L’uomo, secondo quanto riferito dalle autorità, è stato ricoverato d’urgenza

Altre notizie

Primarie Usa: Trump vince in Michigan, Missouri e Idaho

Le vittorie, sottolinea la stampa statunitense, aprono la strada all’ex presidente in vista del “Super Tuesday” della prossima settimana

Gaza: in Egitto nuovi colloqui per la tregua e la liberazione di ostaggi, assente la delegazione di Israele

Lo ha confermato al quotidiano “Times of Israel” un funzionario dello Stato ebraico

Crosetto: “Hamas va sradicato ma il popolo palestinese va protetto”

Sul Mar Rosso: "L’Italia non è li per fare azioni di guerra, ma per difendere le sue navi"
putin malore arresto cardiaco

L’85 per cento dei russi pensa che Putin abbia un piano chiaro per lo sviluppo del Paese

Un intervistato su dieci pensa che "non ci siano strategie”