Pnrr, il ministro Pichetto Fratin: “Dovremo rivedere il Piano con l’Ue”

"A causa dell'inflazione, solo il mio ministero ha un onere maggiore di 5 miliardi sugli interventi"

Non c’è solo la necessità di accelerare sui tempi. L’Italia dovrà anche rinegoziare il Pnrr perché i soldi non bastano più. Ne è convinto il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, che in una intervista alla “Stampa” spiega: “Dovremo rivedere il Piano con l’Europa perché a causa dell’inflazione, solo il mio ministero ha un onere maggiore di 5 miliardi sugli interventi. O si taglia sulle opere o non ci stiamo dentro. Sull’attuazione del Pnrr c’è un ritardo, ma il mio dicastero sta rispettando tutte le tappe e i target. Sto attrezzando il ministero perché abbia una struttura di consulenza per gli enti locali: l’80 per cento dell’attuazione del Pnrr spetta a loro. Dobbiamo fare in modo che gli interventi non rimangano bloccati anni per un parere”. Guardando al tema energetico: “La transizione è il rovesciamento della clessidra che ci porta a dover ricercare a Sud il gas che prima arrivava da Nord e che in prospettiva può anche porre l’Italia in condizione di vantaggio rispetto ad altri paesi europei. Non abbiamo ancora rovesciato la clessidra, la Russia continua ad avere interesse a esportare gas e noi a non essere in condizioni di autosufficienza. Non siamo ancora fuori dal tunnel, dunque”.

“Per questo inverno – continua – ce la faremo ma la preoccupazione resta forte perché da maggio dobbiamo riempire gli stoccaggi per dare copertura alla prossima stagione invernale e questa è un’impresa ardua”. Quanto all’introduzione del tetto al prezzo del gas a livello europeo: “La questione si era bloccata per la posizione della Germania, che era molto dura nel non volerlo. Mentre i 15 Paesi favorevoli, di cui l’Italia era capofila, erano più preoccupati dal prezzo, i tedeschi erano più preoccupati della quantità. L’accordo con il Qatar di martedì fatto dalla Germania per importare 15 milioni di metri cubi penso potrebbe ammorbidire questa posizione. Continuiamo a portare avanti questa battaglia e mediare una soluzione tecnica”, ha concluso Pichetto.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram