Perù: la missione Osa esclude gravi irregolarità durante le presidenziali

perù pedro castillo

La missione di osservazione elettorale dell’Organizzazione degli stati americani (Osa) non ha riscontrato gravi irregolarità nel secondo turno delle elezioni presidenziali tenute in Perù lo scorso 6 giugno. E’ quanto si legge nel rapporto preliminare consegnato ieri. La missione, si legge in un comunicato, è stata ricevuta dal presidente Francisco Sagasti, e ha avuto incontri con il presidente della Giuria nazionale elettorale (Jne), Jorge Luis Salas Arenas, con il capo dell’Ufficio nazionale dei processi elettorali (Onpe), Piero Corvetto e i due candidati Keiko Fujimori e Pedro Castillo. La missione, si legge, “ha osservato un processo elettorale positivo in cui si sono registrati sostanziali miglioramenti tra il primo e il secondo turno. Allo stesso modo, la missione non ha rilevato gravi irregolarità”.

Con il 99,52 per cento delle schede scrutinate Castillo incassa ad oggi il 50,171 per cento dei voti, contro il 49,829 per cento di Fujimori. Al momento la differenza tra i due contendenti, in leggerissimo calo sui giorni precedenti, è di 60.212 voti. Nel computo totale rientra anche il 94,36 per cento dei voti espressi dai peruviani all’estero, bacino in cui la figlia dell’ex presidente Alberto Fujimori ottiene quasi il doppio del leader di “Perù libre”. Al momento, fa sapere l’Onpe, 370 verbali di sezione sono ancora sotto esame del Jne per verificare possibili errori materiali, o esaminare i 198 registri impugnati dagli scrutatori. Contando una media di 225 voti a sezione, questo capitolo potrebbe arrivare a smuovere fino a un massimo di 92mila voti. La tendenza delle revisioni nelle ultime ore mostra una distribuzione dei voti dubbi non troppo lontana da quella dei voti regolari, che difficilmente potrebbe da sola alterare l’esito finale. La vera incognita rimane quella legata agli 802 ricorsi presentati dalla squadra di Keiko sulla base di notizie di manipolazioni. Se accolti, dovrebbero congelare – ed eventualmente annullare – circa 200mila voti.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram