Banner Leonardo

Nordio alla Camera: “I suicidi in carcere sono un intollerabile fardello di dolore”

"Trovo irrazionale che lo Stato spenda centinaia di milioni l’anno per intercettazioni, spesso inutili, quando non troviamo i soldi per pagare il supporto psicologico agli operatori penitenziari"

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

I suicidi nelle carceri italiane “sono un intollerabile fardello di dolore”. A dirlo il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, rispondendo in Aula alla Camera ad un’interrogazione sulle iniziative in relazione al fenomeno del sovraffollamento delle carceri e alle condizioni di lavoro degli agenti di polizia penitenziaria. Per far fronte al fenomeno, il governo interverrà su diversi piani: “Sui luoghi di esecuzione della pena, sugli operatori penitenziari e sui detenuti”. Sul personale, ha chiarito Nordio, continuerà “l’implementazione della dotazione organica, portando a termine le procedure concorsuali già avviate. Agiremo anche – ha concluso – sul miglioramento della qualità della vita del personale della Polizia penitenziaria, anche attraverso la manutenzione, ordinaria e straordinaria, delle caserme e degli alloggi”.


Il ministro Nordio ha poi parlato dell’uso e dell’abuso delle intercettazioni telefoniche. “Trovo irrazionale che lo Stato spenda centinaia di milioni l’anno per intercettazioni, spesso inutili, quando non troviamo i soldi per pagare il supporto psicologico” agli operatori penitenziari che, in alcuni casi, arrivano al gesto estremo del suicidio. In merito alle previste modifiche alla disciplina delle intercettazioni in ambito di indagini, “non mi sono mai riferito ai reati di grave allarme sociale come la mafia e il terrorismo: come si tocca l’argomento si viene immediatamente accusati di favorire la mafia. Su questo la disciplina rimarrà invariata”, ha affermato Nordio. L’auspicio del ministero è invece che “vengano limitati i costi delle intercettazioni, attraverso l’omologazione delle parcelle e che venga affitto ad ogni ufficio giudiziario un budget da non superare per questa forma di indagine”. Infatti, parlando di numeri, il ministro ha chiarito che ogni anno vengono spesi fra i 160 e i 180 milioni l’anno

Riguardo alla distribuzione degli uffici giudiziari sul territorio, il ministro della Giustizia ha affermato: “Posso assicurare che questo dicastero sta affrontando la tematica della revisione della geografia giudiziaria per trovare le soluzioni più idonee”.

Rispondendo a un’interrogazione sul reato di tortura, Nordio ha assicurato che “il reato rimarrà” nel nostro ordinamento. Vi sono però questioni tecniche, ha chiarito il ministro, “che riguardano norme che difettano di specificità e tipicità. Ma questo non vuol dire abolire il reato o attenuare l’attenzione dello Stato nella repressione di condotte illecite”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

 

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Usa: martedì le primarie democratiche in Michigan, a rischio il sostegno a Biden della comunità araba

Il voto in Michigan potrebbe mostrare come l'opposizione di molti cittadini all'approccio del presidente Usa alla crisi di Gaza potrebbe influenzare l'esito delle elezioni generali di novembre, che si giocheranno su una manciata di Stati chiave

Scontri fra agricoltori e forze dell’ordine, l’Ue apre a una possibile revisione della Politica agricola

"Il Consiglio dell'Ue dovrebbe riaprire l'atto di base della Pac e rivedere i criteri di condizionalità. C'è una maggioranza a favore di questa idea", ha affermato il commissario europeo all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski

Mattarella in visita di Stato a Cipro sollecita l’Ue: “Urgentissimo un nuovo patto su migrazione e asilo”

Al centro dei colloqui con il presidente Christodoulides anche la questione mediorientale e i rapporti bilaterali

Pnrr, Fitto: “L’approvazione del decreto è rilevante per accelerare su spesa e investimenti”

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri introduce, tra le altre cose, il nuovo "Piano Transizione 5.0", che mira a sostenere gli investimenti in digitalizzazione e nella transizione ecologica delle imprese attraverso un innovativo schema di crediti d'imposta

Svezia, ambasciatore Bjorklund: Con l’adesione alla Nato rafforziamo la sicurezza anche a livello regionale

"L’adesione di Stoccolma all'Alleanza apre ora interessanti prospettive anche alla cooperazione con l’Italia a livello di industria della Difesa"

Altre notizie

Brescia, A2a: con investimento da 110 milioni rendimento del termoutilizzatore al 98 per cento

Mettere l’energia in circolo, così da non sprecare nulla, recuperando ogni calore di scarto che possa contribuire alla decarbonizzazione del telerisca...
pane

Roma: volano i prezzi di patate e pane, il carrello della spesa aumenta del 13 per cento

Sono i dati elaborati dal Centro di formazione e ricerca sui consumi e che "Agenzia Nova" ha potuto visionare in esclusiva

Africa: le giunte golpiste incassano una vittoria, revocate le sanzioni commerciali della Cedeao

La Comunità economica dei Paesi dell'Africa occidentale ha optato per "un cambio di passo" nell'approccio alle giunte militari che negli ultimi mesi hanno rivendicato con decisione la loro intenzione di lasciare l'organismo regionale, affrancandosi da un blocco da loro denunciato come neo-colonialista e dalla forte influenza francese
elezioni amministrative

Lentezza degli scrutini in Sardegna: per il M5S sarebbe “strategia comunicativa”

Polemiche sulla lentezza dell'aggiornamento dei dati relativi alle elezioni regionali della Sardegna sul sito della Regione dedicato ai risultati nel ...

L’analista: “Le dimissioni del premier dell’Anp Shtayyeh aprono a un governo di coalizione”

Secondo quanto riferito dal ricercatore di Ispi, Mattia Serra, ad "Agenzia Nova", le dimissioni di Shtayyeh sono significative per due ragioni principali