Banner Leonardo

Myanmar: le forze armate hanno perso il controllo di un villaggio al confine con la Cina

Diverse milizie erniche impegnate da mesi in aspri combattimenti con le forze armate nello Stato birmano di Shan avevano già rivendicato la conquista del villaggio nei giorni scorsi

Naypyidaw
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Le forze armate del Myanmar hanno perso il controllo del villaggio strategico di Chinshwehaw, al confine con la provincia cinese dello Yunna. Lo ha confermato ieri sera il portavoce del governo militare birmano, Zaw Min Tun. Diverse milizie erniche impegnate da mesi in aspri combattimenti con le forze armate nello Stato birmano di Shan avevano già rivendicato la conquista del villaggio nei giorni scorsi. Dallo scorso fine settimana i combattimenti tra milizie etniche indipendentiste e forze armate birmane nello Stato settentrionale di Shan si sarebbero ulteriormente allargati, coinvolgendo un’area dove è prevista la realizzazione di un collegamento ferroviario da un miliardo di dollari nell’ambito della Nuova via della seta (Belt and Road Initiative. Bri). Nei combattimenti sarebbero coinvolte almeno due milizie etniche – L’Esercito di liberazione Ta’ang (Tnla) e l’Esercito Arakan (Aa) – nonché l’Esercito dell’alleanza nazionale democratica del Myanmar (Mndaa), che fa riferimento alle forze di opposizione al governo militare birmano. Le milizie hanno rivendicato il controllo su diverse postazioni militari e strade chiave. I tre gruppi possono contare secondo gli analisti su almeno 15.000 combattenti complessivamente.


Lunedì scorso il Mndaa ha diffuso delle riprese che dimostravano l’occupazione da parte delle milizie della cittadina di confine di Chinshwehaw. La giunta ha dichiarato che da venerdì scorso sono stati attaccati almeno 10 avamposti militari nell’area. Le Nazioni Unite temono che a causa degli scontri più di 6.200 persone siano state sfollate, e che circa 600 abbiano trovato rifugio oltre il confine con la Cina. La Cina è un alleato di primo piano e uno dei principali fornitori di armi della giunta del Myanmar, e ha rifiutato di denunciare come un golpe la presa di potere delle forze armate birmane, nel febbraio 2021. Tuttavia, Pechino sostiene e arma anche gruppi etnici birmani oltre il proprio confine con il Myanmar, dove vivono diverse comunità etniche cinesi e dove il proliferare di attività illegali sta causando crescente nervosismo tra le autorità cinesi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Musk denuncia l’Ad di OpenAI: “Dà priorità ai profitti e non ai benefici per l’umanità”

Lo scontro vede ora Musk, secondo uomo più ricco del mondo, contro l'azienda di maggior valore al mondo, Microsoft

La viceministra norvegese Varteressian: “Non solo energia, uniamo le nostre industrie anche in altri rami”

La Norvegia non fa parte dell’Ue “ma siamo i non membri più vicini. Siamo un vero partner”

Pil, Istat: nel 2023 crescita dello 0,9 per cento, +4 per cento nel 2022

"La crescita - si legge nella nota dell'Istituto - è stata principalmente stimolata dalla domanda nazionale al netto delle scorte, con un contributo di pari entità di consumi e investimenti"

Funerali di Navalnyj a Mosca: bagno di folla e applausi per il dissidente – foto e video

Il Cremlino: “Non abbiamo nulla da dire alla famiglia”

Usa: fuga di dati sensibili sui sistemi d’arma, Boeing patteggia il pagamento di 51 miliardi di dollari

Tra le violazioni contestate a Boeing figura un caso legato a tre dipendenti cinesi dell'azienda che effettuarono il download improprio di documenti legati a programmi del dipartimento della Difesa

Altre notizie

Ciad: la giunta al potere demolisce la sede del Partito socialista senza frontiere

E' quanto riferisce ad "Agenzia Nova" una fonte sul campo

Sardegna: 47 enne tenta l’impresa di circumnavigare l’Isola in kayak

Carlo Coni, cagliaritano, istruttore federale di canottaggio e appassionato del mare, si prepara a ripetere l'impresa dopo averla già portata a termine la prima volta nel 2018
houthi mar rosso

Le milizie Houthi minacciano di compiere “azioni inattese” nel Mar Rosso

Il movimento sciita yemenita hanno preso di mira 54 navi nel Mar Rosso dall'inizio delle loro operazioni, lanciando 384 missili e droni contro le imbarcazioni

La Cina ha lanciato un satellite per fornire servizi Internet in orbita alta

Il satellite è stato lanciato a bordo di un razzo vettore Lunga Marcia-3B, entrando nell'orbita preimpostata

Abu Dhabi: tecnologia italiana per un progetto da 200 milioni di dollari

Tecnologia italiana e un investimento da 200 milioni di dollari per il nuovo stabilimento da 100 mila metri quadri in fase di costruzione ad Abu Dhabi...