Ministro Esteri Austria: “Serve modello cooperazione che non richieda piena adesione Ucraina all’Ue”

Il capo della diplomazia austriaca ha richiamato l’esperienza dei Paesi dei Balcani occidentali, i quali hanno impiegato molto tempo prima di ottenere lo status di candidati all’adesione all’Unione

Alexander Schallenberg Austria

L’Ucraina e l’Unione europea hanno bisogno di un modello di cooperazione che non includa la piena adesione di Kiev all’Ue. Lo ha detto il ministro degli Esteri austriaco, Alexander Schallenberg, menzionato dal quotidiano “Heute”. “A parte l’adesione, un accordo di associazione e la partecipazione allo Spazio economico europeo, andrebbe sviluppato un nuovo modello di cooperazione”, ha detto il capo della diplomazia austriaca. Schallenberg ha richiamato l’esperienza dei Paesi dei Balcani occidentali, i quali hanno impiegato molto tempo prima di ottenere lo status di candidati all’adesione all’Ue. Kiev ha fatto richiesta per il suo ingresso nell’Ue il 28 febbraio, pochi giorni dopo l’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio. Il 18 aprile il presidente Volodymyr Zelensky ha consegnato all’ambasciatore dell’Ue in Ucraina, Matti Maasikas, il questionario per ottenere lo status di Paese candidato.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram