Banner Leonardo

Milano: minori sperimentavano miscele esplosive scambiando le informazioni su Telegram

Le indagini sono state condotte dal Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica di Milano

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Sperimentavano miscele esplosive con sostanze chimiche acquistate su Internet i cui effetti venivano documentati con la pubblicazione di foto e video sui social. La complessa attività di polizia giudiziaria, condotta tra ottobre 2022 e febbraio 2023, dagli investigatori del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica di Milano hanno i fatti individuato alcuni spazi Telegram utilizzati da adolescenti per condividere le loro esperienze su armi ed esplosivi. Al termine dell’indagine, coordinata dal Procuratore Capo del Tribunale per i Minorenni di Milano dott. Ciro Cascone e dal Sostituto Procuratore dott.ssa Sabrina Ditaranto, nella mattinata odierna la Polizia Postale, in collaborazione con le Digos e con l’ausilio di unità cinofile specializzate della Polizia di Stato, ha eseguito otto perquisizioni nelle città di Avellino, Lecce, Milano, Pisa, Sassari, Nuoro e Treviso. Gli internauti, tutti minorenni e residenti in diverse aree geografiche del territorio italiano, erano accumunati dalla passione per le armi. A tal proposito, qualcuno ha affermato “I miei genitori sono contrari alle armi allora me le fabbrico io oppure me le prendo da qualche parte (…) Ci ho sparato con una glock vera… (…) Te lo dico perché le modifico da quando avevo 14 anni (…)”.


Nelle chat, infatti, affermavano di andare in giro con coltelli e a volte persino con pistole (a salve o da softair), incuranti di possibili controlli da parte delle forze dell’ordine, come riscontrato in altre frasi del seguente tenore: “Io avevo una glock però poi ci sono andato a scuola perché lo avevo visto in un film americano (…) io sono andato con un multitool con coltello, rischiato molto di andare al minorile (…). Io portavo quello a scatto nel giubbino”. Spesso pubblicavano anche foto e video che mostravano armi da taglio, da sparo e da softair, esposte in posa o durante l’effettivo utilizzo. Nelle loro discussioni su Telegram richiedevano informazioni e consigli su come confezionare molotov, esplosivi e detonatori, pubblicando anche foto degli ordigni realizzati, scrivendo “avete mai fatto una molotov? io si (…) martedì provo a fare del napalm (…) Qualcuno ha ha un video Tutorial per un detonatore? (…) buon pomeriggio, ecco a voi un piccolo dispositivo. (…)”. I fatti illeciti emersi con l’operazione di oggi del COSC di Milano, rientrano in una più ampia problematica di utilizzo distorto dei social network e delle altre risorse della Rete da parte di giovani e giovanissimi.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Usa: martedì le primarie democratiche in Michigan, a rischio il sostegno a Biden della comunità araba

Il voto in Michigan potrebbe mostrare come l'opposizione di molti cittadini all'approccio del presidente Usa alla crisi di Gaza potrebbe influenzare l'esito delle elezioni generali di novembre, che si giocheranno su una manciata di Stati chiave

Scontri fra agricoltori e forze dell’ordine, l’Ue apre a una possibile revisione della Politica agricola

"Il Consiglio dell'Ue dovrebbe riaprire l'atto di base della Pac e rivedere i criteri di condizionalità. C'è una maggioranza a favore di questa idea", ha affermato il commissario europeo all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski

Mattarella in visita di Stato a Cipro sollecita l’Ue: “Urgentissimo un nuovo patto su migrazione e asilo”

Al centro dei colloqui con il presidente Christodoulides anche la questione mediorientale e i rapporti bilaterali

Pnrr, Fitto: “L’approvazione del decreto è rilevante per accelerare su spesa e investimenti”

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri introduce, tra le altre cose, il nuovo "Piano Transizione 5.0", che mira a sostenere gli investimenti in digitalizzazione e nella transizione ecologica delle imprese attraverso un innovativo schema di crediti d'imposta

Svezia, ambasciatore Bjorklund: Con l’adesione alla Nato rafforziamo la sicurezza anche a livello regionale

"L’adesione di Stoccolma all'Alleanza apre ora interessanti prospettive anche alla cooperazione con l’Italia a livello di industria della Difesa"

Altre notizie

Brescia, A2a: con investimento da 110 milioni rendimento del termoutilizzatore al 98 per cento

Mettere l’energia in circolo, così da non sprecare nulla, recuperando ogni calore di scarto che possa contribuire alla decarbonizzazione del telerisca...
pane

Roma: volano i prezzi di patate e pane, il carrello della spesa aumenta del 13 per cento

Sono i dati elaborati dal Centro di formazione e ricerca sui consumi e che "Agenzia Nova" ha potuto visionare in esclusiva

Africa: le giunte golpiste incassano una vittoria, revocate le sanzioni commerciali della Cedeao

La Comunità economica dei Paesi dell'Africa occidentale ha optato per "un cambio di passo" nell'approccio alle giunte militari che negli ultimi mesi hanno rivendicato con decisione la loro intenzione di lasciare l'organismo regionale, affrancandosi da un blocco da loro denunciato come neo-colonialista e dalla forte influenza francese
elezioni amministrative

Lentezza degli scrutini in Sardegna: per il M5S sarebbe “strategia comunicativa”

Polemiche sulla lentezza dell'aggiornamento dei dati relativi alle elezioni regionali della Sardegna sul sito della Regione dedicato ai risultati nel ...

L’analista: “Le dimissioni del premier dell’Anp Shtayyeh aprono a un governo di coalizione”

Secondo quanto riferito dal ricercatore di Ispi, Mattia Serra, ad "Agenzia Nova", le dimissioni di Shtayyeh sono significative per due ragioni principali