Migranti, Russia: indagine internazionale su crimini commessi da Polonia al confine con Bielorussia

migranti
La Russia sostiene la necessità di un’indagine internazionale sui crimini commessi dall’esercito polacco contro i rifugiati al confine con la Bielorussia. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri, Maria Zakharova, durante un briefing con la stampa. “Naturalmente, le dichiarazioni di un militare polacco sul coinvolgimento dell’esercito polacco nell’uccisione di rifugiati sono molto gravi e richiedono (…) un’approfondita indagine internazionale”, ha detto Zakharova.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram