Banner Leonardo

Meloni al primo posto nella classifica di “Politico” sulle personalità di potere

“Il presidente del Consiglio si è mossa per attuare riforme costituzionali che aumenterebbero significativamente i poteri del primo ministro”

Bruxelles
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Un anno dopo essere diventata la prima presidente del Consiglio donna italiana e leader della terza economia dell’Ue, Giorgia Meloni ha sfidato le aspettative e costruito un significativo gruppo di suoi sostenitori. È quanto si legge su “Politico” che ha pubblicato la sua classifica delle personalità più influenti, indicando Meloni al primo posto nella categoria dedicata alle personalità di potere. “Meloni si è mossa per attuare riforme costituzionali che aumenterebbero significativamente i poteri del primo ministro”, ricorda “Politico”, parlando di alcune delle politiche adottate dal suo governo, dal decreto Rave, alla lotta contro l’immigrazione clandestina, il divieto alla maternità surrogata e una serie di politiche che avrebbero dovuto migliorare la sorte delle donne a basso reddito. “Mentre in precedenza chiedeva all’Italia di abbandonare l’euro e prendeva di mira ripetutamente ‘i burocrati di Bruxelles’, Meloni oggi sembra essere in buoni rapporti con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, lavorando anche a stretto contatto con lei e il primo ministro olandese Mark Rutte per stringere uno sfortunato accordo con la Tunisia cercando di limitare le partenze dei migranti”, si legge su “Politico.


L’analisi si sofferma poi sulla politica estera del governo, tanto che la presidente del Consiglio viene definita “il camaleonte politico per eccellenza”, e questo anche grazie alla posizione intransigente nei confronti della Russia. Poco dopo l’invasione dell’Ucraina, infatti, la premier ha criticato “l’inaccettabile atto di guerra su larga scala della Russia di Putin”, per poi recarsi a Kiev all’inizio di quest’anno in segno di solidarietà. “A maggio, al vertice del G7 in Giappone, Meloni ha piacevolmente sorpreso i funzionari statunitensi per il suo desiderio di costruire un forte rapporto con Biden; due mesi dopo, ha visitato la Casa Bianca, dove ha ricevuto un trattamento da Vip”, si legge sul portale, secondo cui la trasformazione è stata completata quando la premier “si è mossa per ritirare l’Italia dall’iniziativa cinese Belt and Road” e, con l’Italia pronta ad assumere la presidenza del G7 a gennaio del 2024, “l’inversione di rotta di Meloni ha portato sollievo su entrambe le sponde dell’Atlantico”.

Il prossimo anno elettorale sarà cruciale per la premier, che è anche presidente dei Conservatori e Riformisti europei, una famiglia politica che comprende il partito nazionalista polacco Diritto e giustizia e i Democratici svedesi di estrema destra. “Con gli elettori di tutta l’Unione europea diretti alle urne a giugno e Fratelli d’Italia di Meloni che sembrano più forti che mai, non è un segreto che il Partito popolare europeo di centrodestra abbia corteggiato la leader italiano, forse in vista di un accordo post elettorale che potrebbe ridisegnare il panorama politico europeo”, conclude “Politico”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni alla Casa Bianca: “Sosteniamo la mediazione Usa a Gaza”. Biden: “Paracaduteremo aiuti umanitari...

L'incontro è stato anche una importante occasione per fare il punto sul futuro del sostegno militare e finanziario all’Ucraina

Meloni annuncia: “Chico Forti sarà trasferito in Italia” – video

“E' un giorno di gioia per Chico, per la sua famiglia per tutti noi. Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto"

Strage di Erba, Olindo e Rosa di nuovo in aula: decisione rinviata al 16 aprile

E' scontro sulle prove nella revisione del processo. Secondo la procura generale di Brescia "è inverosimile l'esistenza di piste alternative"

Il generale Vannacci: “Io al Gay Pride? Ci sono già stato”

Sugli scontri a Pisa: “Sto con la polizia: io non ho mai manifestato in vita mia, ma ho fatto tante cose". Riguardo alla candidatura alle elezioni europee: "Non ho ancora deciso"
Algeria

Entra nel vivo in Algeria il Forum dei Paesi esportatori di gas

Il Forum rappresenta il cartello del gas naturale che ricalca le orme dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec). Secondo un rapporto presentato ad Algeri la domanda mondiale di gas naturale è destinata ad aumentare del 34 per cento

Altre notizie

Migliaia di persone ai funerali di Navalnyj, Ong russa: arrestate almeno 45 persone

Il Cremlino: “Non abbiamo nulla da dire alla famiglia”

Scontri a Pisa: volantini anarchici in città per incitare alla lotta contro le Forze dell’ordine

A renderlo noto è Domenico Pianese, il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp
cavo dragone ammiraglio

A Roma tavola rotonda con l’ammiraglio Cavo Dragone sulla crisi in Medio Oriente

L'iniziativa mira a consentire alle Forze armate libanesi di migliorare le proprie capacità operative, incluse le attività di presenza e sorveglianza nel sud del Paese
polizia - polonia

Polonia, auto si lancia contro la folla a Stettino: 19 persone ferite

L’autista è stato arrestato dalla polizia dopo aver tentato di fuggire dal luogo dell’accaduto
lavrov

Lavrov avverte: “L’élite della Moldova segue le orme dell’Ucraina”

Il ministro degli Esteri russo sottolinea: "Quella élite ha abolito tutto ciò che è russo, discriminando la nostra lingua in tutti i settori e facendo seria pressione economica sulla Transnistria"