Banner Leonardo

Medio Oriente: la tregua a Gaza vacilla, Cia e Mossad in Qatar per negoziare un’altra proroga

Washington
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Dopo la proroga di due giorni della tregua umanitaria tra Israele e il movimento islamista palestinese Hamas nella Striscia di Gaza, la diplomazia è al lavoro per estendere ulteriormente il cessate il fuoco. Tuttavia, secondo un funzionario israeliano, lo Stato ebraico non è disposto a estendere la tregua oltre domenica (per una durata totale di 10 giorni). Il capo dell’agenzia di intelligence israeliana (Mossad), David Barnea, il capo della Cia, William Burns, il primo ministro qatariota, Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, e il capo dell’intelligence egiziana, Abbas Kamel, si sono incontrati a Doha, in Qatar, per discutere dell’ampliamento del gruppo di ostaggi da rilasciare dopo il completamento dell’accordo attuale e sulla possibilità di una “tregua di più giorni” tra Israele e Hamas.


Mentre proseguono i lavori attorno al tavolo dei negoziati, anche il processo di scambio di ostaggi israeliani detenuti dal gruppo islamista a Gaza e prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri di Israele continua. Alla fine dei sei giorni di tregua, è previsto il rilascio di 20 ostaggi israeliani in cambio di 60 prigionieri palestinesi. Nel frattempo, il ministero della Giustizia di Israele ha annunciato i nomi di 50 prigionieri palestinesi candidati al rilascio in caso di un’ulteriore estensione del cessate il fuoco in corso. Secondo quanto riferito dal quotidiano israeliano “Haaretz”, l’elenco comprende Ahed Tamimi, una studentessa 22enne arrestata il 6 novembre scorso con l’accusa di incitamento alla violenza e sostegno al terrorismo. Circa 20 delle donne sulla lista sono cittadine israeliane.

Tuttavia, gli equilibri della tregua vacillano. Tre ordigni esplosivi sono stati fatti esplodere accanto ai militari delle Forze di difesa israeliane (Idf) in due diverse località nel nord della Striscia di Gaza, violando l’accordo di cessate il fuoco. Secondo quanto riferito da un portavoce delle Idf, in un episodio i combattenti armati palestinesi hanno anche aperto il fuoco contro i militari israeliani, che hanno risposto sparando. Durante gli incidenti diversi soldati sono rimasti leggermente feriti. “In entrambi i casi, le truppe si trovavano in posizioni conformi al quadro della pausa operativa”, hanno spiegato le Idf, per le quali si è trattato della “prima violazione significativa dell’accordo”.

Da parte sua, parlando al quotidiano “Bild”, il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha affermato che Israele non ha “altra scelta che distruggere Hamas”. Il leader del partito conservatore Likud ha dichiarato che, “se si vuole la pace, si deve distruggere Hamas, se si vuole la sicurezza, si deve distruggere Hamas, se si vuole un futuro diverso per israeliani, arabi, palestinesi e tutti gli altri, si deve distruggere Hamas”. Il gruppo che controlla la Striscia di Gaza afferma infatti che “ripeterà il massacro” degli israeliani, “il peggiore contro il popolo ebraico dai tempi dell’Olocausto”, ha detto Netanyahu. Per tale motivo, lo Stato ebraico “non ha altra scelta” che annientare Hamas, contro cui continuerà a lottare dopo la liberazione degli ostaggi presi dal movimento islamista palestinese il 7 ottobre.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Musk denuncia l’Ad di OpenAI: “Dà priorità ai profitti e non ai benefici per l’umanità”

Lo scontro vede ora Musk, secondo uomo più ricco del mondo, contro l'azienda di maggior valore al mondo, Microsoft

La viceministra norvegese Varteressian: “Non solo energia, uniamo le nostre industrie anche in altri rami”

La Norvegia non fa parte dell’Ue “ma siamo i non membri più vicini. Siamo un vero partner”

Pil, Istat: nel 2023 crescita dello 0,9 per cento, +4 per cento nel 2022

"La crescita - si legge nella nota dell'Istituto - è stata principalmente stimolata dalla domanda nazionale al netto delle scorte, con un contributo di pari entità di consumi e investimenti"

Funerali di Navalnyj a Mosca: bagno di folla e applausi per il dissidente – foto e video

Il Cremlino: “Non abbiamo nulla da dire alla famiglia”

Usa: fuga di dati sensibili sui sistemi d’arma, Boeing patteggia il pagamento di 51 miliardi di dollari

Tra le violazioni contestate a Boeing figura un caso legato a tre dipendenti cinesi dell'azienda che effettuarono il download improprio di documenti legati a programmi del dipartimento della Difesa

Altre notizie

Ciad: la giunta al potere demolisce la sede del Partito socialista senza frontiere

E' quanto riferisce ad "Agenzia Nova" una fonte sul campo

Sardegna: 47 enne tenta l’impresa di circumnavigare l’Isola in kayak

Carlo Coni, cagliaritano, istruttore federale di canottaggio e appassionato del mare, si prepara a ripetere l'impresa dopo averla già portata a termine la prima volta nel 2018
houthi mar rosso

Le milizie Houthi minacciano di compiere “azioni inattese” nel Mar Rosso

Il movimento sciita yemenita hanno preso di mira 54 navi nel Mar Rosso dall'inizio delle loro operazioni, lanciando 384 missili e droni contro le imbarcazioni

La Cina ha lanciato un satellite per fornire servizi Internet in orbita alta

Il satellite è stato lanciato a bordo di un razzo vettore Lunga Marcia-3B, entrando nell'orbita preimpostata

Abu Dhabi: tecnologia italiana per un progetto da 200 milioni di dollari

Tecnologia italiana e un investimento da 200 milioni di dollari per il nuovo stabilimento da 100 mila metri quadri in fase di costruzione ad Abu Dhabi...