Macron: “Nei prossimi giorni chiamerò Putin. Evitare ogni escalation incontrollata”

"Una pace giusta non è una pace che sarebbe imposta agli ucraini"

Foto: Imagoeconomica



Macron ci riprova. Il presidente francese, in un’intervista alla tv statunitense “Abc” ha confermato che avrà un colloquio con Vladimir Putin nei prossimi giorni, incentrato sulla guerra in Ucraina. Nell’intervista, Macron ha spiegato che prima di parlare a Putin voleva incontrare il presidente statunitense, Joe Biden. “Una pace giusta non è una pace che sarebbe imposta agli ucraini”, ha detto Macron.

Macron ha sottolineato l’importanza di “evitare ogni escalation incontrollata” nella guerra in Ucraina. “Siamo sempre stati sulla stessa linea: aiutare l’Ucraina a resistere”, e “non cedere sui nostri valori e principi iscritti nella carta delle Nazioni Unite”.

Nel corso della sua visita a Washington, il presidente francese ha sottolineato l’importanza di avere uno “stretto coordinamento” con gli Stati Uniti su differenti temi nell’ambito del conflitto in Ucraina. “Vogliamo regolare le conseguenze dirette ed indirette della guerra sulle nostre economie e sulla nostra gente”, ha detto Macron nello Studio ovale della Casa bianca al fianco del presidente statunitense Biden, prima del colloquio bilaterale. Il capo dello Stato francese ha affermato che il conflitto sarà “il primo argomento di discussione”. Vogliamo costruire una “pace sostenibile”, ha poi aggiunto Macron. Il presidente francese ha in seguito ringraziato Joe Biden e la moglie Jill per “la splendida cena” che hanno avuto ieri, “per l’amicizia e per la qualità delle discussioni” avute.

La Francia e gli Stati Uniti devono tornare ad essere “fratelli d’armi” per affrontare la guerra in Ucraina e le “crisi multiple”, ha continuato. I due Paesi sono “gli alleati più solidi perché questa amicizia è radicata attraverso i secoli”, ha affermato Macron.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram