Banner Leonardo

Libano: la nave italiana Francesco Morosini nel porto di Beirut per rafforzare le relazioni bilaterali

"La nave, caratterizzata da un'elevata flessibilità operativa, è progettata per svolgere sia compiti militari che attività di protezione civile", ha affermato il comandante e capitano di fregata Giovanni Monno

Beirut
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

La nave Francesco Morosini, seconda unità della classe Pattugliatori polivalente d’altura (Ppa) della Marina Militare, guidata dal comandante e capitano di fregata Giovanni Monno ha attraccato lo scorso 26 settembre al porto di Beirut con lo scopo di rafforzare le relazioni militari tra Italia e Libano. È quanto emerso in occasione di una conferenza stampa organizzata oggi a bordo della nave, nel corso della quale Monno ha sottolineato l’importanza della visita della nave Morosini “che testimonia i forti rapporti bilaterali anche in ambito militare”. “La nave, caratterizzata da un’elevata flessibilità operativa, è progettata con funzionalità potenziate ‘dual-use’ per svolgere sia compiti militari (pattugliamento, trasporto logistico e combattimento di superficie) che attività di protezione civile”, ha affermato Monno, spiegando che “le due aree modulari posteriori saranno in grado di ricevere e gestire container adattati alla missione, come moduli logistici e sanitari, e imbarcare forze speciali o personale”.


Nave Francesco Morosini è il secondo dei sette Pattugliatori polivalenti d’altura (Versione Light) che rientrano nel piano di rinnovamento delle linee operative delle unità navali della Marina militare, deciso dal governo e dal parlamento e avviato nel maggio 2015 sotto l’egida di Occar (Organizzazione per la cooperazione congiunta in materia di armamenti). Nave ad elevata flessibilità operativa, concepita per svolgere una molteplicità di compiti sia di carattere prettamente militare, quale il pattugliamento, il trasporto logistico e il combattimento, ma anche di protezione civile, grazie alle sue intrinseche capacità duali, rese evidenti dalle peculiari predisposizioni di bordo. Le due 2 zone modulari di poppa permettono, infatti, l’imbarco di container adatti alle diverse esigenze della missione, come container logistici e sanitari, e allo stesso tempo consentono l’imbarco di forze speciali o di un comando complesso.

Costruito interamente in Italia, presso i cantieri Fincantieri di Riva Trigoso e Muggiano, il pattugliatore si contraddistingue alla vista per la sua doppia prora sfalsata, simile al rostro delle antiche navi romane, soluzione ingegneristica che permette all’unità la riduzione della formazione ondosa e dei consumi di carburante, aumentandone, così, l’idrodinamicità e la velocità massima. Altri due elementi tecnologici iconici e futuristici sono il Naval Cockpit e il riduttore, il multi-clutch. Il primo permette la condotta della nave e delle operazioni aereo-navali da una sola postazione integrata, gestita da due soli
operatori. Il secondo, permette invece di integrare, ottimizzandone, i numerosi assetti propulsivi e di sfruttare a pieno le capacità di propulsione dell’Unità per ottenere una velocità massima oltre i 32 nodi. Dopo una navigazione nell’Indo-Pacifico per circa sei mesi, nave Morosini terminerà la sua missione a inizio ottobre a La Spezia.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Lula parla con Maduro: Evitare misure unilaterali che aggravino la tensione sul Territorio Essequibo

Il presidente del Brasile in una conversazione telefonica con l'omologo del Venezuela ha lanciato un nuovo appello al dialogo proponendo come interlocutore "per le due parti" il presidente di turno della Comunità dei Paesi dell'America latina e dei Caraibi (Celac), il primo ministro di San Vicente e Grenadine, Ralph Gonsalves

Incendio all’ospedale di Tivoli: tre morti e circa 200 evacuati, aperta un’inchiesta

Un quarto paziente, Emidio Timperi, di 76 anni, estratto senza vita dai soccorritori, è morto prima dell’incendio e si trovava ricoverato nel reparto di cardiologia

Blinken a colloquio con il ministro Esteri dell’Arabia Saudita, focus sulla crisi in Medio Oriente

Il segretario di Stato Usa, ha fatto sapere il portavoce Matthew Miller, ha sostenuto "l'urgenza di rispondere alla necessità di far arrivare aiuti umanitari a Gaza, prevenire l'ulteriore allargamento del conflitto e rinforzare stabilità e sicurezza nella regione

Israele: Hamas priva i civili palestinesi di cibo e lo consegna ai propri membri – video

Lo ha dichiarato il portavoce delle Forze di difesa israeliane (Idf), Avichay Adraee, pubblicando un video su X (ex Twitter) in cui presunti membri di Hamas prelevano i rifornimenti destinati ai civili di Gaza e li caricano sul proprio veicolo

Donbass: vasto incendio a Makiivka dopo il bombardamento di un deposito di carburante – video

Lo riferiscono alcuni canali Telegram, che mostrano immagini di una grande colonna di fumo nell'area della città, parte dell'autoproclamata repubblica popolare di Donetsk

Altre notizie

Scholz: “La Germania è pronta ad aumentare gli aiuti all’Ucraina se necessario”

"La guerra probabilmente non finirà così presto come tutti vorremmo, motivo per cui noi dobbiamo essere in grado di aiutare quest’anno, l’anno prossimo e quello ancora dopo"

Milano: un Natale di alberi, luci, mercatini e cultura

Il numero più alto di sempre quello degli alberi che illuminano la città meneghina, con la novità di quello dei Giochi di Milano Cortina 2026 in piazza Duomo e quello realizzato da Gucci in Galleria Vittorio Emanuele

Sangiuliano: “In cinque mesi 1,4 milioni di visitatori al Pantheon e 5,3 milioni euro di incassi”

"La decisione di introdurre un biglietto a pagamento per l’accesso al Pantheon si è rivelata una scelta vincente ed è la conferma che questa meravigliosa architettura continua a esercitare un fascino straordinario"

Il ministro Urso da domani in missione in Giappone: focus su investimenti, microelettronica e G7

Obiettivo dell’articolata missione è consolidare un dialogo strategico in materia economica e industriale per rafforzare il coordinamento tra i due Paesi