Banner Leonardo

Lega araba: la Siria non parteciperà al prossimo vertice in Algeria

Ricevendo il capo della diplomazia algerina nel suo palazzo di Damasco, il presidente siriano Bashar al Assad aveva dichiarato: “La Lega araba è lo specchio della situazione araba e ciò che conta per la Siria è la formula, il contenuto e il prodotto dell’azione araba congiunta”

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

La Siria “preferisce” non partecipare al prossimo vertice arabo per non sollevare polemiche relative al possibile reintegro nella Lega araba durante il summit che si terrà in Algeria all’inizio del prossimo novembre. Lo ha affermato il ministro degli Esteri siriano, Faisal Miqdad, durante una conversazione telefonica tenuta con l’omologo algerino, Ramtane Lamamra. Secondo un comunicato del ministero degli Esteri nordafricano, Miqdad ha attribuito la posizione della Siria alla sua volontà di “contribuire all’unità del mondo arabo e ad affrontare le sfide poste dall’attuale situazione a livello regionale e internazionale”.


Lo scorso mese di luglio, Lamamra si era recato in visita di lavoro Damasco, dichiarando che l’assenza della Siria nella Lega araba, sospesa dall’organizzazione regionale dal 2011, “nuoce all’azione araba comune”. In particolare, il ministro algerino aveva affermato che “l’Algeria e la Siria condividono le stesse glorie e vittorie. Abbiamo concordato di rafforzare la cooperazione economica e commerciale al servizio degli interessi delle popolazioni algerine e siriane”. Ricevendo il capo della diplomazia algerina nel suo palazzo di Damasco, il presidente siriano Bashar al Assad aveva dichiarato: “La Lega araba è lo specchio della situazione araba e ciò che conta per la Siria è la formula, il contenuto e il prodotto dell’azione araba congiunta”.

La Siria è stata espulsa dalla Lega Araba e boicottata dai suoi vicini dopo lo scoppio della guerra undici anni fa. Centinaia di migliaia di persone hanno perso la vita nel conflitto che ha coinvolto il Paese, causando inoltre lo spostamento forzato di metà della popolazione siriana. Negli ultimi mesi vi erano stati diversi segnali che indicavano un possibile reintegro di Damasco nell’organizzazione regionale con sede al Cairo. A marzo 2022, ad esempio, Assad si era recato in visita negli Emirati Arabi Uniti, in quello che ha rappresento a tutti gli effetti il suo primo viaggio in un Paese arabo dallo scoppio della guerra civile siriana nel 2011.

La visita, giunta peraltro a soli tre giorni da quello che viene considerato convenzionalmente l’anniversario della rivolta siriana del 2011, ha rappresentato comunque un segnale molto chiaro del fatto che vari attori regionali, al pari degli Emirati, sono disposti a normalizzare le relazioni con il governo di Damasco dopo l’isolamento decennale dovuto al conflitto nel Paese. L’Algeria, che è presidente di turno della Lega araba, ha cercato di porre il possibile reintegro della Siria come uno dei temi del prossimo vertice in programma il primo novembre ad Algeri.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni: “Nessuna rottura con Mattarella, il rapporto è ottimo”

Parlando con i giornalisti a Toronto, la premier ha affermato di vedere “un tentativo di costruire uno scontro artefatto che non esiste: io ho un rapporto ottimo con il presidente della Repubblica”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej