Banner Leonardo

Lazio: oltre 1,2 miliardi di interventi, Meloni e Rocca firmano l’accordo per lo sviluppo

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Dai trasporti, all’energia, dall’ambiente alla cultura. Sono oltre 1,2 miliardi di euro i fondi assegnati dal governo alla Regione Lazio, attraverso il fondo sviluppo e coesione 2021-27, per la realizzazione di una serie di interventi. È quanto previsto dall’accordo firmato dal presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni e dal presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca. Più della metà dei fondi (779.734.714,90 euro) andrà sui trasporti e infrastrutture. Il patto è stato siglato presso la sede della giunta regionale a Roma. Oggi la giunta regionale ha approvato infatti la delibera, a prima firma dell’assessore al Bilancio Giancarlo Righini, relativa all’accordo per lo sviluppo e la coesione, definendo anche un cronoprogramma per i tempi di realizzazione degli interventi. Inoltre, a questo stanziamento sono previsti ulteriori 600 milioni di euro del piano di sviluppo rurale 2023-27 per un totale di oltre 1,8 miliardi di euro di finanziamenti. In particolare, le risorse sono così suddivise: oltre 60 milioni per competitività imprese, 19 milioni per energia, più di 70 milioni per ambiente e risorse naturali, 45,2 milioni per cultura, quasi 780 milioni per trasporti e infrastrutture, circa 29,7 milioni per riqualificazione urbana. Infine per altri interventi si parla di 2,6 milioni. Mentre 205,6 milioni saranno destinati al cofinanziamento Pr Fesr Lazio 2021-27. Tra le linee di intervento previste dall’accordo ci sono: aumento della sicurezza infrastrutturale (linee, stazioni) e della regolarità del servizio delle ferrovie ex concesse Roma-Lido e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Poi opere per la viabilità: interventi sulla nuova direttrice Cisterna-Valmontone; miglioramento dei flussi di scorrimento sulle complanari del Gra di Roma, con ampliamenti tra la Casilina e Tor Bella Monaca; messa in sicurezza di alcune strade regionali di importanza strategica.


Il patto prevede investimenti per l’acquisto di materiale rotabile per i servizi di Traporto pubblico locale su gomma e interventi di contrasto al dissesto idrogeologico. Inoltre, ci sono investimenti strategici per le aree industriali del Lazio che consentiranno la realizzazione di 39 interventi (opere di urbanizzazione, viabilità, impianti di depurazione, videosorveglianza) in grado di innalzare la capacità competitiva delle aree e delle imprese insediate al loro interno. Altro intervento riguarda la valorizzazione dei beni culturali e di sostegno allo sviluppo locale nei settori agricolo e ricettività turistica, nell’ambito della Strategia nazionale aree interne (Snai). Infine, le opere di urbanizzazione primaria e secondaria di Roma Capitale e valorizzazione ed efficientamento energetico del patrimonio immobiliare regionale. “L’accordo con la Regione Lazio è il quarto che firmiamo ed è anche quello più cospicuo”, ha detto il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. “Più di 2 miliardi per il territorio, puntiamo soprattutto sulle infrastrutture e il potenziamento dei trasporti, penso alla Roma-Lido, e alla Roma – Civita Castellana- Viterbo. Riuscire a collegare le province in maniera efficace vuol dire portare un moltiplicatore per tutto il territorio. Tutte le province vengono coinvolte dall’investimento, interveniamo anche nella Capitale e ci concentriamo sulle zone più periferiche. Non esistono cittadini di serie A o B in base a dove vivono, se dentro o fuori il Grande raccordo anulare”, ha concluso Meloni.

“Getteremo il cuore oltre l’ostacolo, ha detto il presidente Rocca, rivolgendosi a Meloni. “È una questione d’onore che ogni fondo venga speso e speso bene. Non rimanderemo indietro neanche un soldo. Non tradiremo la fiducia dataci dai cittadini – ha aggiunto Rocca -. Con la sottoscrizione di questo accordo saremo più forti per affrontare tante emergenze e criticità. Sono 1,2 miliardi da aggiunge al 1,2 miliardi di programmazione dei fondi di governo sulla sanità, 600 dei quali giacevano inutilizzati da anni – ha spiegato Rocca – Su questo abbiamo dato una visione di ciò che sarà e deve essere la sanità del nostro territorio”. Le risorse “ci faranno recuperare terreno per le grandi infrastrutture, il vero volano dell’economia dei nostri territori. L’entrata che verrà generata da questo investimento, pari a circa 4 miliardi, genererà oltre 100 mila posti di lavoro in una regione che sta soffrendo una crisi occupazionale importante e in cui c’è un rischio di frattura sociale per la mancanza di opportunità”, ha concluso Rocca.

Nel dettaglio, tra le opere da segnalare ci sono 100 milioni alla bretella Cisterna-Valmontone, 15 milioni per la ciclabile Ostia-Colosseo, quasi 54 milioni per l’acquisto di bus per Atac e Cotral. E ancora 68,2 milioni per interventi di contrasto al dissesto idrogeologico. Sul fronte della cultura 25 milioni per la riqualificazione di Palazzo Silvestri Vivaldi a Roma, mentre 19 milioni saranno destinati alla riqualificazione e messa in sicurezza della sede della Giunta e 10 per il Mof di Fondi. La Capitale potrà beneficiare di 29,6 milioni per le opere di urbanizzazione primaria e secondaria. Infine, 45,4 milioni saranno destinati alla realizzazione di 39 interventi (opere di urbanizzazione, viabilità, impianti di depurazione, videosorveglianza) per aumentare la capacità competitiva delle aree industriali del Lazio.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Sardegna 2024, Todde e Schlein a Cagliari: è possibile battere le destre, decisi a dare la svolta all’Isola

Un'occasione per far capire al popolo di centrosinistra che siamo uniti e coesi e decisi a dare una svolta alla Sardegna. Così la candidata, Alessandr...

Roma: fuma nella stazione Metro C e fa scattare l’allarme antincendio

Scatta l'allarme antincendio e, questa sera, la stazione Metro C della stazione Gardenia a Roma è stata evacuata. Portati in salvo tutti i passeggeri ...

Intesa tra Lega e Vespa Club per tutelare e promuovere lo scooter simbolo del design italiano nel mondo

Ha preso il via oggi, al Belvedere Jannacci del grattacielo Pirelli, la collaborazione tra Lega e Vespa Club d’Italia per tutelare e promuovere a live...

G20: da mercoledì in Brasile la prima riunione dei ministri degli Esteri, sul tavolo le crisi internazionali

Il 21 e 22 febbraio, a Rio de Janeiro, sono attesi i ministri dei 19 Stati membri, dell’Unione europea e dell’Unione africana, per la prima volta con lo status di membro permanente, ottenuto in occasione del vertice di settembre in India

L’Umberto I verso il trasferimento a Tiburtina, 500 milioni e studentati in vecchi spazi

Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca

Altre notizie

Stellantis, Lo Russo: “Presto una Piattaforma da proporre al governo”

Dopo questo primo incontro ci rivedremo a breve per una convocazione che definirà una Piattaforma da proporre al governo sul tema. Lo ha annunciato il...

L’Italia ospite d’onore del prossimo Forum dei paesi esportatori di gas

L’Algeria si appresta a ospitare il settimo summit dei capi di Stato e di governo del Forum dei Paesi esportatori di gas (Gecf), previsto per il prossimo 2 marzo
gaza consiglio sicurezza

Gaza: gli Usa bloccano la risoluzione dell’Onu su un cessate il fuoco, presentata una bozza alternativa

Gli Stati Uniti avevano anticipato già sabato che non avrebbero sostenuto la bozza presentata dall'Algeria, per timore che questa avrebbe potuto mettere a rischio i colloqui in corso tra i rappresentanti di Usa, Egitto, Israele e Qatar per una nuova pausa umanitaria nella Striscia di Gaza

Corea del Nord, Cnn: un missile fornito alla Russia presenta centinaia di componenti prodotte in Usa ed Europa

Si tratta della prima prova pubblica dell'utilizzo di tecnologia occidentale da parte di Pyongyang per il proprio programma missilistico
ex ilva taranto acciaierie

Ex Ilva: Acciaierie d’Italia in amministrazione straordinaria, Giancarlo Quaranta nominato commissario

Il decreto segue l'istanza del 18 febbraio con cui Invitalia ha richiesto al ministero delle Imprese e del made in Italy l'ammissione immediata alla procedura di amministrazione straordinaria della società