Lavoro: nel 2021 +8,5 per cento di infortuni, +3,6 per cento in agricoltura

spagna green pass disoccupazione disoccupati lavoro Veneto

Sono aumentate dell’8,5 per cento le denunce per infortuni sul lavoro presentate nell’insieme dei settori fino ad ora in Italia nel 2021 per un totale di 349.449, delle quali ben 772 con esito mortale (-6,2 per cento). E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti che in una nota esprime profondo cordoglio per le vittime della drammatica tragedia avvenuta a Paola, nel Cosentino, a causa delle esalazioni del mosto in fermentazione. Una strage inaccettabile – sottolinea la Coldiretti – che riguarda una delle pratiche più antiche e tradizionali dell’agricoltura sulla quale occorre fare al più presto luce. Tra le attività produttive il numero degli infortuni sul lavoro denunciati – continua la Coldiretti – è aumentato del 6,9 per cento nell’industria e nei servizi e del 3,6 per cento in agricoltura dove sono saliti a 17.786 i casi, in controtendenza a quanto era avvenuto negli anni precedenti, sulla base dei dati Inail relativi ai primi otto mesi dell’anno. Un bilancio drammatico sul quale pesa certamente la ripresa del lavoro dopo i lunghi periodi di lockdown ma che evidenzia la necessità – conclude la Coldiretti – di continuare con decisione anche in agricoltura sulla strada intrapresa con interventi per la trasparenza, l’innovazione tecnologica, l’ ammodernamento delle macchine e la formazione attraverso la bilateralità, che sappiano accompagnare le imprese ed i lavoratori nello sforzo di prevenzione in atto.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram