La portavoce delle forze armate ucraine: la Russia prepara nuovi attacchi missilistici

Secondo quanto riferito da Gumenyuk, nel Mar Nero è apparsa una nave in postura da combattimento con otto missili Kalibr a bordo

La Russia si sta preparando a effettuare nuovi attacchi missilistici contro l’Ucraina. Lo ha reso noto oggi nel corso di una diretta televisiva Nataliya Gumenyuk, portavoce delle Forze della difesa del Sud ucraine.

Secondo quanto riferito da Gumenyuk, nel Mar Nero è apparsa una nave in postura da combattimento con otto missili Kalibr a bordo. “Ciò suggerisce che la preparazione (degli attacchi) è in corso”, ha detto la portavoce, precisando che nelle basi russe ci sono anche diversi veicoli missilistici equipaggiati, che “potranno essere usati entro poche ore”.

I russi: “Non lasceremo Zaporizhzhia”
La centrale nucleare di Zaporizhzhia rimane sotto il controllo russo, lo stesso vale per la città di Energodar. Lo hanno dichiarato le autorità della città su Telegram. “Recentemente, i media controllati da Kiev stanno diffondendo attivamente falsi che la Russia presumibilmente prevede di lasciare Energodar e la centrale nucleare. Queste informazioni non sono vere”, si legge nel messaggio. Come ha precisato l’amministrazione municipale, i dipendenti dell’impianto avrebbero già firmato nuovi accordi di lavoro. Inoltre, vengono emessi i passaporti russi per i residenti di Energodar.

Intanto, le forze armate ucraine hanno lanciato una serie di attacchi contro le unità russe nella regione di Zaporizhzhia. Secondo quanto riferito dallo Stato maggiore ucraino, le forze di Mosca hanno subito delle perdite significative. “È stata confermata la sconfitta di un obiettivo degli invasori russi nell’area dell’insediamento di Energodar. Sei unità di equipaggiamento militare di diverso tipo sono state distrutte e circa 30 soldati sono rimasti feriti”, si legge nel comunicato. Inoltre, lo Stato maggiore ha affermato che nelle località di Polohy e Chernihivka, nella regione di Zaporizhzhia, circa 80 occupanti sono rimasti feriti, il numero dei militari russi eliminati rimane ancora da chiarire. Infine, le forze ucraine hanno registrato circa 30 pezzi di equipaggiamento militare russo in riparazione nel villaggio di Hola Prystan della regione di Kherson.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram