Banner Leonardo

Israele sventa il “più grande” tentativo di contrabbando d’armi dalla Giordania

La polizia ha trovato 137 armi, tra cui 120 pistole e 17 fucili d'assalto M16

Gerusalemme
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Gli agenti di polizia e le Forze di difesa israeliane (Idf) hanno sventato un tentativo di contrabbando di 137 armi in Israele provenienti dalla Giordania, arrestando quattro sospetti, tra cui il presunto leader del gruppo di trafficanti. Lo ha reso noto il quotidiano “The Times of Israel”, secondo cui si tratta del “più grande sequestro di armi mai avvenuto al confine giordano”.


Le persone arrestate, secondo quanto appurato dalla polizia, sono residenti delle comunità beduine vicine alla città israeliana di Yeruham, nel deserto del Negev. Si tratta di persone con età compresa tra i 20 e i 30 anni. La polizia ha trovato 137 armi, tra cui 120 pistole e 17 fucili d’assalto M16, oltre a decine di parti di arma e circa 250 caricatori, per un valore stimato di 6 milioni di shekel israeliani (1,6 milioni di dollari). Le autorità dello Stato ebraico ritengono che la maggior parte delle armi sia utilizzata per la criminalità organizzata. L’operazione congiunta della polizia con le Idf rientra negli sforzi israeliani per porre fine ad “anni di spargimento di sangue nella comunità araba”, ha spiegato “The Times of Israel”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Trenitalia fa marcia indietro: non ci sarà alcun regolamento su bagagli, monopattini e biciclette a bordo

La comunicazione delle nuove direttive che sarebbero partite nella giornata di domani aveva scatenato polemiche
vertice balcani

Balcani: a Tirana il vertice regionale incentrato sul piano Ue di crescita e convergenza

La Commissione europea ha previsto un budget di sei miliardi di euro per lo sviluppo economico dei Paesi dei Balcani occidentali, con l’obiettivo di u...

Ciad: sette morti tra forze dell’ordine e aggressori nelle violenze di ieri

Per quasi un'ora i soldati hanno forzato con le armi l'ingresso di un edificio nel quartiere di Klemat, provocando numerose esplosioni

Spagna: il caso Koldo scuote il Partito socialista del premier Sanchez

Il Tribunale nazionale sta conducendo un'articolata indagine su un presunto piano per riscuotere commissioni illegali nei contratti di acquisto di materiale sanitario nei primi mesi della pandemia di Covid-19

Australia e Filippine firmano accordi su difesa e sicurezza marittima

Alla cerimonia hanno preso parte il primo ministro australiano Anthony Albanese e il presidente delle Filippine Ferdinand Marcos Junior

Altre notizie

Iran, l’analista a Nova: “Le elezioni di domani saranno un referendum sulla Repubblica islamica”

Secondo Nima Baheli "queste elezioni si svolgono in un contesto di crescente crisi di legittimità interna, che si è acuita con la morte di Mahsa Jina Amini nel 2022 e con le proteste che ne sono conseguite”

Piantedosi alle Camere sugli scontri a Pisa: “Sempre garantite le libertà costituzionali”

Il ministro difende le Forze dell'ordine: "Si tratta di servitori dello Stato e lavoratori che svolgono un ruolo fondamentale a presidio della sicurezza e della legalità"
Macron

Ucraina, Macron: “Le mie parole sulla guerra sono pesate e misurate”

Per il presidente francese si tratta di "temi sufficientemente gravi". Il Cremlino: "Danni irreparabili alla sicurezza e alla stabilità nel continente da queste dichiarazioni"
puigdemont

Spagna: la Corte suprema apre un procedimento penale per terrorismo contro Puigdemont

Secondo l'accusa Puigdemont sarebbe una delle "menti" dietro i disordini messi in atto in diverse parti della Catalogna