Banner Leonardo

L’intelligence russa: l’Occidente vuole introdurre un inviato speciale in Ucraina per controllarla

Si presume che l'inviato "avrà accesso permanente" al presidente ucraino Volodymyr Zelensky e conoscerà tutti i suoi piani

Mosca
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

L’Occidente sta rafforzando i meccanismi di controllo esterno del territorio ucraino, preparandosi per introdurre un suo “inviato speciale” nel Paese per controllare Kiev. Lo ha dichiarato il direttore del Servizio informazioni estero della Russia (Svr), Sergej Naryshkin, citato dall’ufficio stampa dello Svr. Secondo i dati dei servizi segreti russi, gli Stati Uniti e il Regno Unito stanno esortando altri Stati del G7 a introdurre la posizione di “inviato speciale” in Ucraina. Si presume che l’inviato “avrà accesso permanente” al presidente ucraino Volodymyr Zelensky e conoscerà tutti i suoi piani.


“L’inviato speciale dovrà anche bloccare i passi non concordati con Washington e Londra della leadership ucraina, offrendo invece soluzioni corrette, dal punto di vista degli anglosassoni”, ha aggiunto Naryshkin. Secondo lo Svr, questo ruolo è rivendicato da diversi esponenti politici statunitensi ed europei che condividono la posizione “russofoba”, tra cui il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Per Naryshkin, “subito dopo la fine dell’attuale mandato a Bruxelles Stoltenberg vorrebbe andare a Kiev per monitorare l’ordine”. Discutendo l’invio del “inviato speciale” in Ucraina, i Paesi occidentali tengono conto del fatto che la vittoria della Russia nel conflitto è “inevitabile”.

“Considerando una situazione sempre più difficile al fronte, difficoltà con la mobilitazione e intoppi con l’ottenimento dell’assistenza militare occidentale, molti ucraini hanno iniziato a riconoscere l’inevitabilità del raggiungimento da parte di Mosca degli obiettivi dell’operazione militare speciale”, ha proseguito il direttore dello Svr. Stando ai servizi segreti russi, Washington e Londra “hanno paura di essere traditi da molti rappresentanti dell’élite di Kiev”, che stanno passando “in anticipo dalla parte dei futuri vincitori”. Infine, Naryshkin ha detto che “c’è un’alta probabilità” che la nomina di un “inviato speciale” in Ucraina “non porterà ai risultati desiderati” dagli Stati Uniti e dal Regno Unito.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Clicca qui e ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni: “Nessuna rottura con Mattarella, il rapporto è ottimo”

Parlando con i giornalisti a Toronto, la premier ha affermato di vedere “un tentativo di costruire uno scontro artefatto che non esiste: io ho un rapporto ottimo con il presidente della Repubblica”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej