Il viceministro polacco Horala: “Test ambientali su Aeroporto centrale procedono secondo i piani”

aeroporto - aereo Pasqua Iraq Russia Rosaviatsia

Le verifiche ambientali sul futuro Aeroporto centrale di comunicazione (Cpk) in Polonia procedono secondo i piani. Lo ha assicurato all’agenzia di stampa “Pap” il viceministro delle Infrastrutture, Marcin Horala. “Occorre che il Cpk, cuore di un nuovo sistema di trasporto in Polonia, sorga in armonia con le esigenze di tutela dell’ambiente. Le relative verifiche si stanno svolgendo secondo i piani e secondo il cronoprogramma”, ha detto il viceministro, plenipotenziario del governo per il progetto del Cpk. Le verifiche di impatto ambientale coinvolgono le aree dei comuni di Baranow, Teresin e Wiskitki, nel voivodato della Masovia. “Tra i residenti di queste aree circolano in continuazione informazioni false che è bene rettificare. Ogni attività nell’ambito delle verifiche sull’ambiente avviene in linea con la normativa polacca ed europea”, ha detto Horala.

Al viceministro ha fatto eco Konrad Majszyk, portavoce della società Cpk, per il quale le osservazioni ambientali avvengono senza alcun impatto sulla natura. “Non hanno carattere invasivo e non violano la proprietà di nessuno”, ha detto Majszyk. Il Cpk è uno scalo aeroportuale che sorgerà tra Varsavia e Lodz e integrerà il trasporto aeroportuale, ferroviario e stradale della Polonia. L’aeroporto sorgerà in un’area di circa 3 mila ettari e si prevede venga utilizzato da 45 milioni di passeggeri all’anno. Il Cpk sarà costruito entro il 2027.

 

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram