Banner Leonardo

Il premier olandese a Nova: “Con Meloni un rapporto di grande stima e fiducia, coopereremo sui migranti”

“Il punto importante in questa dinamica è l’accordo più ampio che andrebbe raggiunto con i Paesi africani”

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Tra Italia e Paesi Bassi c’è la volontà e l’interesse di approfondire la cooperazione su diversi temi, senza limitarsi alla questione migratoria. Questo è quanto ha spiegato il primo ministro olandese Mark Rutte in un’intervista a “Agenzia Nova”, evidenziando l’ottimo rapporto instauratosi con il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, incontrata ieri a Roma. Un’eventuale visita con Meloni in Africa sarà da effettuare nel contesto degli sforzi europei “per eliminare questo cinico business degli scafisti”, che a sua volta “sarà chiaramente oggetto di discussione” del Consiglio Giustizia e Affari interni di oggi e domani a Stoccolma, ha affermato Rutte. “Poi avremo un altro Consiglio europeo a fine marzo”, che tratterà il tema dell’immigrazione sulla scia di quello precedente, “perché Meloni e io siamo visti come i due motori in linea per portare avanti questo processo”, per via “dell’inatteso accordo” e una visione condivisa all’ultimo vertice Ue. “Il punto importante in questa dinamica è l’accordo più ampio che andrebbe raggiunto con i Paesi africani”, non solo quelli che affacciano sul Mediterraneo ma anche all’interno del Continente, “come Niger, Nigeria e altri”, ha aggiunto il premier olandese. “Se fosse utile, come nel 2016 ho lavorato in coppia con la cancelliera tedesca Angela Merkel per un accordo (sui migranti) con la Turchia, siamo pronti a partecipare ad un negoziato” con le nazioni africane insieme a Meloni. Un viaggio insieme al presidente del Consiglio italiano “potrebbe” dunque accadere, secondo Rutte, ma solo se utile in luce di quanto deciso dai ministri dell’Interno e della Giustizia dell’Unione europea.


Il capo del governo olandese si è poi detto “totalmente convinto” che la stretta relazione con Meloni possa svilupparsi e dare risultati non solo sulla questione dei migranti ma anche su altri temi di rilevanza europea. “Ci piacciamo a vicenda e c’è assolutamente fiducia”, ha detto Rutte. Il premier ha poi sottolineato come per anni vi sia stato un dibattito sulla Convenzione di Dublino e sull’immigrazione secondaria, ovvero “perché qualcuno che attraversa il confine tedesco-olandese non sia stato registrato precedentemente in un altro Paese, per esempio in Italia”. Allo stesso tempo, ha evidenziato Rutte, il governo di Roma si trova costretto a spiegare che “arrivano troppi migranti ma non ci sono accordi di rimpatrio con tutti i Paesi di provenienza” e “se possono restare, non è possibile ospitare tutte queste persone”. “Per questo, ho detto che ovviamente, qualora il flusso di persone” in arrivo dalle frontiere olandesi “fosse quasi pari a zero, alzerei ogni giorno la cornetta e chiamerei Giorgia (Meloni), chiedendole ‘qual è la mia quota equa oggi?’”, per accogliere richiedenti asilo.

“Non punto ad avere zero richiedenti asilo nei Paesi Bassi, anche se lo vorrei perché vorrebbe dire che tutto il mondo è in pace e nessuno deve fuggire”, ha aggiunto Rutte, rilevando in ogni caso come le autorità olandesi siano disposte ad accogliere “una quota equa” di rifugiati in ambito europeo. Allo stato attuale, tuttavia, “i numeri sono semplicemente troppo alti e creano problemi nella società, perché i cittadini si sono chiesti ‘perché stiamo facendo questo?’ ma anche problemi pratici, nel mercato immobiliare e nel settore dell’istruzione”, ha spiegato Rutte.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Sardegna 2024, Todde e Schlein a Cagliari: è possibile battere le destre, decisi a dare la svolta all’Isola

Un'occasione per far capire al popolo di centrosinistra che siamo uniti e coesi e decisi a dare una svolta alla Sardegna. Così la candidata, Alessandr...

Roma: fuma nella stazione Metro C e fa scattare l’allarme antincendio

Scatta l'allarme antincendio e, questa sera, la stazione Metro C della stazione Gardenia a Roma è stata evacuata. Portati in salvo tutti i passeggeri ...

Intesa tra Lega e Vespa Club per tutelare e promuovere lo scooter simbolo del design italiano nel mondo

Ha preso il via oggi, al Belvedere Jannacci del grattacielo Pirelli, la collaborazione tra Lega e Vespa Club d’Italia per tutelare e promuovere a live...

G20: da mercoledì in Brasile la prima riunione dei ministri degli Esteri, sul tavolo le crisi internazionali

Il 21 e 22 febbraio, a Rio de Janeiro, sono attesi i ministri dei 19 Stati membri, dell’Unione europea e dell’Unione africana, per la prima volta con lo status di membro permanente, ottenuto in occasione del vertice di settembre in India

L’Umberto I verso il trasferimento a Tiburtina, 500 milioni e studentati in vecchi spazi

Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca

Altre notizie

Stellantis, Lo Russo: “Presto una Piattaforma da proporre al governo”

Dopo questo primo incontro ci rivedremo a breve per una convocazione che definirà una Piattaforma da proporre al governo sul tema. Lo ha annunciato il...

L’Italia ospite d’onore del prossimo Forum dei paesi esportatori di gas

L’Algeria si appresta a ospitare il settimo summit dei capi di Stato e di governo del Forum dei Paesi esportatori di gas (Gecf), previsto per il prossimo 2 marzo
gaza consiglio sicurezza

Gaza: gli Usa bloccano la risoluzione dell’Onu su un cessate il fuoco, presentata una bozza alternativa

Gli Stati Uniti avevano anticipato già sabato che non avrebbero sostenuto la bozza presentata dall'Algeria, per timore che questa avrebbe potuto mettere a rischio i colloqui in corso tra i rappresentanti di Usa, Egitto, Israele e Qatar per una nuova pausa umanitaria nella Striscia di Gaza

Corea del Nord, Cnn: un missile fornito alla Russia presenta centinaia di componenti prodotte in Usa ed Europa

Si tratta della prima prova pubblica dell'utilizzo di tecnologia occidentale da parte di Pyongyang per il proprio programma missilistico
ex ilva taranto acciaierie

Ex Ilva: Acciaierie d’Italia in amministrazione straordinaria, Giancarlo Quaranta nominato commissario

Il decreto segue l'istanza del 18 febbraio con cui Invitalia ha richiesto al ministero delle Imprese e del made in Italy l'ammissione immediata alla procedura di amministrazione straordinaria della società