Banner Leonardo

Guinea-Bissau: il presidente Embalò scioglie il parlamento dopo il presunto tentativo di golpe

Giovedì scorso, nella capitale Bissau, sono scoppiati scontri fra l'esercito ed alcuni elementi della Guardia nazionale

Bissau
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il presidente della Guinea-Bissau, Umarò Sissoco Embalò ha sciolto il parlamento, a seguito della crisi politica innescata con il tentativo di colpo di Stato sventato la scorsa settimana. Lo ha detto ai giornalisti un portavoce del governo. Giovedì nella capitale Bissau sono scoppiati scontri fra l’esercito ed alcuni elementi della Guardia nazionale che il governo prima e lo stesso presidente poi hanno attribuito ad un tentativo di golpe. Sabato il capo dello Stato, rientrato dalla Cop28 di Dubai, ha dichiarato che gli stessi scontri gli hanno “impedito di rientrare”. “Devo dirvi che questo atto avrà gravi conseguenze”, ha aggiunto, precisando che il tentato golpe è stato preparato prima delle celebrazioni del 16 novembre per commemorare l’anniversario delle Forze armate. La Guinea-Bissau ha subito almeno dieci colpi di Stato e tentativi di golpe da quando ha ottenuto l’indipendenza dal Portogallo nel 1974, l’ultimo dei quali denunciato lo scorso anno dallo stesso Embalò.


 

In quell’occasione il presidente ha negato che si fosse trattato di un tentativo di destituirlo, sostenendo che obiettivo del commando armato fosse quello di uccidere lui, il primo ministro Nuno Gomes Nabiam ed altri membri del governo. Dopo la crisi politica generata, esattamente come oggi, maggio del 2022 Embalò ha sciolto il parlamento. Alle successive elezioni legislative, tenute a giugno scorso, l’opposizione ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi all’Assemblea nazionale, costringendo il presidente a una difficile convivenza.

Il presunto tentativo di colpo di Stato è iniziato alle prime ore di giovedì scorso, quando alcuni membri della Guardia nazionale hanno fatto irruzione in una stazione di polizia per prelevare il ministro delle Finanze, Souleiman Seidi, e il segretario al Tesoro, Antonio Monteiro, i quali erano stati prima interrogati, quindi messi in custodia cautelare nel quadro di un caso di corruzione in cui risultano coinvolti. Entrambi sono sospettati di aver versato oltre 9 milioni di dollari di fondi statali sui conti di 11 imprese e in seguito all’udienza in tribunale sono stati arrestati nel quadro del procedimento in corso. Negli scontri tra membri della Guardia nazionale e forze speciali della guardia presidenziale sono morte almeno due persone. La Guardia nazionale è sotto il controllo del ministero degli Interni che, come la maggior parte dei ministeri del Paese, è dominato dal partito Partito africano per l’indipendenza della Guinea e di Capo Verde (Paigc), la cui coalizione ha vinto le elezioni del giugno 2023.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni in Canada illustra le priorità del G7 a Trudeau: “Meglio pochi risultati ma concreti per cambiare le cose&#...

“Siamo impazienti di collaborare con la presidenza italiana su tutti questi dossier, come i rapporti commerciali, la sfida delle migrazioni, l’intelligenza artificiale e le produzioni industriali”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej