Banner Leonardo

Giappone, incidente Osprey: gli Usa continuano a utilizzare il velivolo ignorando le richieste di Tokyo

L’incidente si è verificato mercoledì pomeriggio al largo di Kagoshima, nel Giappone meridionale

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Le Forze armate statunitensi continuano a utilizzare i convertiplani da trasporto tattico V-22 Osprey in Giappone ignorando la richiesta delle autorità giapponesi di mettere a terra ogni esemplare del velivolo per verificarne nuovamente la sicurezza, a seguito dell’ennesimo incidente aereo che ha visto protagonista uno di questi velivoli. Lo ha confermato ieri una portavoce del dipartimento della Difesa Usa, Sabrina Singh, affermando di non essere a conoscenza che al Pentagono siano giunte richieste formali di sospendere i voli degli Osprey da parte di Tokyo. La portavoce ha dichiarato che la priorità delle Forze armate Usa al momento è la ricerca dei sette militari ancora dispersi a seguito dello schianto in mare di un Osprey verificatosi mercoledì nel Giappone meridionale. “Abbiamo un impegno per la sicurezza. Al momento è in corso un’indagine per determinare cosa sia accaduto esattamente a questo aeroplano”, ha dichiarato Singh. “Nel caso l’indagine fornisse risultati che richiedano un qualsiasi provvedimento in merito agli Osprey da parte del dipartimento, procederemmo certamente in tal senso”, ha affermato la portavoce.


Proprio ieri, però, i ministeri degli Esteri e della Difesa giapponesi avevano chiesto pubblicamente agli Stati Uniti di mettere a terra gli Osprey per condurre ulteriori verifiche sul peculiare velivolo a rotori basculanti, protagonista negli anni di numerosi incidenti. Il portavoce del governo giapponese, Hirokazu Matsuno, ha replicato alla portavoce del Pentagono oggi, ribadendo che Tokyo ha chiesto “ufficialmente” a Washington di non condurre alcun volo degli Osprey sul territorio del Paese, fatta eccezione per operazioni di soccorso in caso di emergenza. “Temiamo che i voli (degli Osprey) vengano effettuati senza spiegazioni sufficienti in merito alla sicurezza, a dispetto di ripetute richieste da parte del Giappone”, ha accusato Matsuno. Il ministro della Difesa giapponese, Minoru Kihara, ha confermato frattanto la morte di uno degli otto militari statunitensi che si trovavano a bordo del velivolo precipitato, mentre altri sette risultano dispersi.

L’incidente si è verificato mercoledì pomeriggio al largo di Kagoshima, nel Giappone meridionale. Il velivolo bimotore a rotori basculanti precipitato in mare era decollato dalla base aerea di Yokota, alla periferia di Tokyo, con otto militari statunitensi a bordo, ed è sparito dai radar mentre era in volo al largo dell’isola di Yakushima attorno alle 14:00, ora locale. Sull’area dello schianto la Guardia costiera giapponese ha rinvenuto numerosi rottami del velivolo, circostanza che aggrava i timori in merito alla sorte dell’equipaggio. I convertiplani V-22 sono stati protagonisti negli anni di numerosi incidenti: lo scorso luglio la pubblicazione di un rapporto sulla sicurezza del velivolo da parte dei Marines degli Stati Uniti aveva già spinto le Forze di autodifesa a bloccare temporaneamente l’intera flotta giapponese di questi aeromobili, recentemente acquistati anche dal Giappone per la sua nuova brigata anfibia.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Sardegna 2024, Todde e Schlein a Cagliari: è possibile battere le destre, decisi a dare la svolta all’Isola

Un'occasione per far capire al popolo di centrosinistra che siamo uniti e coesi e decisi a dare una svolta alla Sardegna. Così la candidata, Alessandr...

Roma: fuma nella stazione Metro C e fa scattare l’allarme antincendio

Scatta l'allarme antincendio e, questa sera, la stazione Metro C della stazione Gardenia a Roma è stata evacuata. Portati in salvo tutti i passeggeri ...

Intesa tra Lega e Vespa Club per tutelare e promuovere lo scooter simbolo del design italiano nel mondo

Ha preso il via oggi, al Belvedere Jannacci del grattacielo Pirelli, la collaborazione tra Lega e Vespa Club d’Italia per tutelare e promuovere a live...

G20: da mercoledì in Brasile la prima riunione dei ministri degli Esteri, sul tavolo le crisi internazionali

Il 21 e 22 febbraio, a Rio de Janeiro, sono attesi i ministri dei 19 Stati membri, dell’Unione europea e dell’Unione africana, per la prima volta con lo status di membro permanente, ottenuto in occasione del vertice di settembre in India

L’Umberto I verso il trasferimento a Tiburtina, 500 milioni e studentati in vecchi spazi

Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca

Altre notizie

Stellantis, Lo Russo: “Presto una Piattaforma da proporre al governo”

Dopo questo primo incontro ci rivedremo a breve per una convocazione che definirà una Piattaforma da proporre al governo sul tema. Lo ha annunciato il...

L’Italia ospite d’onore del prossimo Forum dei paesi esportatori di gas

L’Algeria si appresta a ospitare il settimo summit dei capi di Stato e di governo del Forum dei Paesi esportatori di gas (Gecf), previsto per il prossimo 2 marzo
gaza consiglio sicurezza

Gaza: gli Usa bloccano la risoluzione dell’Onu su un cessate il fuoco, presentata una bozza alternativa

Gli Stati Uniti avevano anticipato già sabato che non avrebbero sostenuto la bozza presentata dall'Algeria, per timore che questa avrebbe potuto mettere a rischio i colloqui in corso tra i rappresentanti di Usa, Egitto, Israele e Qatar per una nuova pausa umanitaria nella Striscia di Gaza

Corea del Nord, Cnn: un missile fornito alla Russia presenta centinaia di componenti prodotte in Usa ed Europa

Si tratta della prima prova pubblica dell'utilizzo di tecnologia occidentale da parte di Pyongyang per il proprio programma missilistico
ex ilva taranto acciaierie

Ex Ilva: Acciaierie d’Italia in amministrazione straordinaria, Giancarlo Quaranta nominato commissario

Il decreto segue l'istanza del 18 febbraio con cui Invitalia ha richiesto al ministero delle Imprese e del made in Italy l'ammissione immediata alla procedura di amministrazione straordinaria della società