Banner Leonardo

Germania: il ministro Habeck cade in uno scherzo telefonico del duo russo Vovan e Lexus

Nella falsa telefonata con il ministro dell'Economia e della Protezione del clima tedesco, i due si sono spacciati per un rappresentante dell'Unione africana

Berlino
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

È il duo Vovan e Lexus, formato dai russi Vladimir Kuznetsov e Aleksej Stolyarov, l’autore dello scherzo telefonico in cui è caduto il ministro dell’Economia e della Protezione del clima tedesco, Robert Habeck, analogo a quello che i due hanno teso al presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Nella falsa telefonata con Habeck, i due si sono spacciati per un rappresentante dell’Unione africana. Come riferisce il quotidiano “Bild”, durante il colloquio, l’esponente dei Verdi non ha comunicato informazioni riservate o rilevanti per la sicurezza della Germania. Inoltre, secondo il ministero dell’Economia e della Protezione del clima tedesco, la conversazione è stata interrotta più volte a causa di problemi tecnici con la linea, tanto da non poter essere coerenti. A ogni modo, Vovan e Lexus, considerati vicini all’intelligence russa, hanno diffuso su Telegram una registrazione di quattro minuti della finta telefonata con Habeck, che per il so dicastero è un montaggio di vari spezzoni e non può essere confermata. Nell’audio si sente l’esponente del governo tedesco affermare, “tranquillamente in inglese”, che l’Ucraina deve essere aiutata a esportare il suo grano nonostante gli attacchi della Russia. In particolare, Habeck dichiara: “Quello che stiamo cercando di fare è portare il grano fuori dall’Ucraina in diversi modi. Abbiamo predisposto un collegamento ferroviario. Abbiamo collegato i porti rumeni all’Ucraina. Tuttavia, questo problema è ovviamente molto, molto serio.” Habeck aggiunge che il presidente russo, Vladimi “Putin lo sa” e, in questo modo, intende “prendere in ostaggio il mondo e l’Africa”.


Il ministro dell’Economia e della Protezione del clima tedesco continua: “Una presa di posizione molto chiara da parte africana potrebbe essere utile”. Il titolare del Cremlino ascolterebbe, infatti, i “leader africani” se gli dicessero “Non farlo!”. Habeck sottolinea: “Penso che la pressione sia l’unico linguaggio capito da Putin”. Durante la falsa telefonata orchestrata da Vovan e Lexus, l’esponente dei Verdi osserva come non si possa dare “per scontato” che la guerra della Russia contro l’Ucraina “finirà presto”. Ci si deve, invece, aspettare un conflitto che proseguirà “nel prossimo anno o forse anche di più”. Habeck evidenzia poi che in Ucraina “la situazione è assolutamente scioccante e non molto buona”. Il ministro dell’Economia e della Protezione del clima tedesco lamenta, infine, che i prezzi del gas sono “ancora alti, troppo alti” e “questo è un problema”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

incendio valencia

Grattacielo in fiamme a Valencia: persone intrappolate nell’edificio, ci sono feriti – video

L'incendio è partito da uno dei piani terra ma si è rapidamente propagato lungo tutta la facciata

Per i neopatentati il divieto di guida di auto sportive sale a tre anni

Lo specificano fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, smentendo quanto riportato da alcuni siti di informazione sul nuovo Codice della strada

Cultura: da Baglioni all’Eur al “Panini Village” a San Giovanni, gli eventi a Roma

Il fine settimana ormai alle porte offre nella Capitale un ricco calendario di eventi culturali. Teatro, danza, musica, cinema, arte: l'offerta è rivo...

Tajani: “La morte di Navalnyj è un omicidio politico commesso dal regime di Putin”

"Dietro l’uccisione dell’oppositore russo c’è sempre stata una volontà politica”

Altre notizie

Iraq, il presidente del Kurdistan Barzani: “Le milizie filo-iraniane sono più pericolose dello Stato islamico̶...

"Le cellule dell’Is occupavano un terzo dell’Iraq e noi conoscevamo bene quei fronti di battaglia, ma i combattenti filo-iraniani sono un nemico interno"

Mattarella da lunedì a Cipro: rapporti bilaterali e Mediterraneo al centro della visita

Un appuntamento significativo, non solo perché si tratta della prima visita ufficiale di un capo di Stato italiano sull’isola ma anche per l’importanza che riveste oggi il Mediterraneo orientale, alla luce della situazione geopolitica
germania

L’appello della Conferenza episcopale tedesca: “Non votare per l’estrema destra”

Per i vescovi i cristiani non possono impegnarsi né essere eletti nei partiti della destra radicale

Brasile: l’inchiesta su Bolsonaro fa lievitare la tensione, si preparano arresti tra generali dell’esercito

Mentre si avvicina l’ora della convocazione, fonti di stampa hanno reso noto che l’esercito sta preparando, a Brasilia, delle celle speciali
verde caldo parco sempione

Roma: 100 nuovi parchi in periferia in dieci anni, i primi 50 entro il 2026

Il piano è stato illustrato oggi in Campidoglio